FLORIN WEBSITE © JULIA BOLTON HOLLOWAYAUREO ANELLO ASSOCIAZIONE, 1997-2017: MEDIEVAL: BRUNETTO LATINO, DANTE ALIGHIERI, SWEET NEW STYLE: BRUNETTO LATINO, DANTE ALIGHIERI, & GEOFFREY CHAUCER || VICTORIAN: WHITE SILENCE: FLORENCE'S 'ENGLISH' CEMETERY || ELIZABETH BARRETT BROWNING || WALTER SAVAGE LANDOR || FRANCES TROLLOPE || ABOLITION OF SLAVERY || FLORENCE IN SEPIA  || CITY AND BOOK CONFERENCE PROCEEDINGS I, II, III, IV, V, VI, VII || MEDIATHECA 'FIORETTA MAZZEI' || EDITRICE AUREO ANELLO CATALOGUE || UMILTA WEBSITE || RINGOFGOLD WEBSITE || LINGUE/LANGUAGES: ITALIANO, ENGLISH || VITA
New
:
Dante vivo || White Silence


 
TUONI DI SILENZIO BIANCO


CAPITOLO VII: SETTORE D


Juliana Dresvina scriva: Nikolay Alexandrovic Korsakov, Корсаков Николай Александрович (1800-1820), Pushkin's classmate in the Lyceum, was a poet and a musician who collaborated with Pushkin, composing music for several songs, with lyrics by Pushkin. He was part of the Roman diplomatic mission and died of galloping consumption in Livorno; his grave is in the Greek Cemetery there. In 1821 Pushkin wrote 'Young man's tomb' in his memory, and also this stanza in his famous '19 December' (1825), the anniversary of the Lyceum's foundation:
Он не пришел, кудрявый наш певец (Click for reading by Juliana Dresvina in Russian)

С огнем в очах, с гитарой сладкогласной:
Под миртами Италии прекрасной
Он тихо спит, и дружеский резец
Не начертал над русскою могилой
Слов несколько на языке родном,
Чтоб некогда нашел привет унылый
Сын севера, бродя в краю чужом.

[He didn't come, our curly bard/ with fire in his eyes and with his sweet-voiced guitar:/ Under the myrtles of sweet Italy/ He sleeps quietly, and a friendly chisel/ Didn't trace over the Russian grave/ A few words in the familiar language/ So that a son of the North, wandering the foreign land/ Does not find this grieving greeting.]


                                                                                                   THEODORE PARKER . . .
                                                                                                   HIS NAME IS ENGRAVED IN MARBLE
                                                                                                   HIS VIRTUES IN THE HEARTS OF THOSE HE
                                                                                                   HELPED TO FREE FROM SLAVERY
                                                                                                   AND SUPERSTITION                     
                                                                                                                                                   Frederick Douglass

Religiosi: Luigi De Sanctis, D23; Otto Dieckmann, D95; Theodore Parker, D108
Militari: George Suckling Smith, D21; Harcourt Popham, D25;
Aleksandre Zukovsky, D36; Alexander Tomkins, D87; Arthur Boyd, D133; John Williams, D136, Henry Tucker Montresor (D148)
Waterloo:
John Williams, D136
Medici: James Annesley, D72; Thomas P. Jackson, D86; John
Williams, D136
Diplomatici: Frederic Begre, D15: Richard Hildreth, D110
Artisti: Louise LeComte Counis, D12, Solomon Counis, D13; Eduard Bosse, D106; Ernst Gotthilf Bosse, D107
Scrittore:
Richard Hildreth, D110
Scultore: Lorenzo Bartolini, D31
Svizzeri: Kubli, D2; Fierz, D3; Champendal, D4; Prevost, D5; Counis, D12, D13; Du Fresne, D7, D8, D9, D10, D11; Frappa, D14; Begre, D15; Aguet, D17; Pult, D43, D134; Galiffe, D47; Mercadanti, D50, D51, D52, D102; Stupan, D53, D54, D55, Bazzel, D57, Gilli, D62, D63-66; Salvetti, D67, D68, D69, D71; Schwarzenberg, D76; Schmuts, D98; Ruedi, D104; Battaglia, D118; Wital, D103, D119, D120, D121, D122, D123, D125, D126; Doenz, D124; Augier, D128; Patry, D130; Girod, D132; Koemetter, D151, D153; Pitschen, D152, D161; Berthex, D154; Borel, D163 
Impero russo, Romania: Zukovsky, D36; Stenbock-Fermor, D74; Bernova, D78; Chrapovitski, D79; Kudraceva, D80; Kantakuzin, D81; Ventura, D83; Chlebnikov, D84 ; Manteuffel, D115
Americani: Hopkins, D6; Ferguson, D16; Benjamin, D26; Dwight, D35; Altrocchi, D42;
Jackson, D86; Parker, D108; Hildreth, D110

Mappa con le coordinate delle tombe

                                                            marrone, intervento conservativo sul ferro
                                                            rosso, tombe danneggiate, intervento di ripristino
                                                            azzurro, tombe, intervento di pulitura

                     Cliccare per aggrandirle


Chiave:

COOREDINATE DELLA PIANTA/ NUMERO DELLA TOMBA IN SPAZIO/ TNUMERO DELLA TOMBA IN TEMPO/ NOME/ NAZIONE/ ISCRIZIONE

Paragrafo che ricava ritratti dal materiale d'archivio. la storia di ogni persona.

Foto

Belle Arti description: [Misure/Measurements: Marmo/Marble: Altezza/Height;  Lunghezza/Length; Profondita/Depth; Pietra serena: A: L: P: Recinto/Frame: Marmo o Pietra Serena con Ferro/Iron: A: L: P: ]/ ISCRIZIONE SULLA TOMBA/
Archival materials retrieved from:
1828-1844 = the earliest Register of Burials in the Swiss Cemetery.
Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts:
I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Paoli = Expense entries for funerals where here the total is given, while the accounting in the Register also carefully lists in that total the costs for the coffin, its lining, the grave, the crepe and gloves for the bearers, the carriage for the pastor, etc.
II: 1859-1865 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Paoli e Francs
III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs
IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs. This register is the only one indicating the zone of burial. Its A comprises Sectors A,B, its B comrpises Sectors E,F, its C corresponds with Sectors C and D.
Quittance receipts, Q plus number.
Guildhall Library Records, etc./
Orbituaries supplied by the Webbs, etc.
1873 Chronological Register in French, then Italian/#/Cognome/Nom/Age/Patria/Domicile/Décés/Enterrement/Remarques
1877 Alphabetical Register in Italian gives following information in columns:
[Flyleaves] Cognome/ Nome/ Paternita` / Patria/ Data della Morte/ Eta/ Tomba
[Surname/ Christian name/ Father's Christian name/ Country/ Date of death/ Age/ Tomb number]
Mediterranean culture has the woman retain her maiden surname, northern European culture has her renounce it in favour of her husband's surname. We attempt to follow cultural practices so: Mediterranean women being listed under their maiden surnames; English and American wives having their maiden names given in brackets before their husband's surname/
Notes and Queries (N&Q) then extant tomb inscriptions, published 100 years ago by Lieut. Col. G.S. Parry, 'Inscriptions at Florence in the Protestant Cemetery'.
Further information from descendants, etc.
Schede di Belle Arti, 1993-1997
Trizzino: Università degli studi di Firenze, Prof. L. Trizzino, Corso di Restauro dei Monumenti, 2006/7

Web materials, also Mediatheca 'Fioretta Mazzei', TAU, holdings


In questo Settore troveremo, per di più, sepolture svizzere e russe con qualche inglese. Dalla colonna con la croce andate verso nord lungo il sentiero che porta verso Villa Donatello, iniziate da lì.



D30MN/ D1/ 1320
HUGH CHRISTOPHER JOHN MAQUAY/ IRELANDA/
ALLA CARA MEMORIA DI HUGH MAQUAY, NATO IL PRIMO NOVEMBRE 1867 E MORTO IL 16 GIUGNO 1875.

Questo bambino di sette anni, figlio di un banchiere che scrisse un diario informativo,  sebbene terso, adesso tenuta al British Institute. Egli ha un enorme area per la pietra tombale che comprende un arco ferreo per le rose rampicanti. La famiglia Maquay (Settore E,
E74/ ELIZABETH (DISNEY) MAQUAY e la famiglia   Caccia (Settore B, B47/ CLARA ARABELLA (BIRCH) CACCIA, E ALMA E MARIA CACCIA, FIGLIE) sono connesse fra di loro. Insieme perdono, fra loro, questi tre figli.

 
 


Cippo. Scultore ignoto. Sec. XIX, post 6/1875. Stele scolpita in marmo, raffigurazione dell'anima come giovinetto che ascende al cielo sorretto da un angelo, un arco in ferro sovrasta la stele, recinto con sei colonnine in marmo, pietra serena e ferro. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 164; L: 83.5; P: 37; ArcaF: A: 196; L: 133; P: 12.8; RMP.s A: 53; L: 187.5; P: 230.] Iscrizione in lettere capitali e numeri arabi incisi:  IN LOVING MEMORY OF/ HUGH MAQUAY/ BORN NOVEMBER 1ST 1867/ DIED JUNE 16 1875/ Angel with child in arms/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 488, Burial 17/06, Rev Tottenham, Casa Maquay, via del Maglio/ Morning Post/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Maquay/ Ugo/ Giorgio/ Inghilterra/ Firenze/ 16 Giugno/ 1875/ Anni 7/ 1320/ N&Q 43. HughMaquay, b. 1 Nov 1867, ob. 16 June 1875/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
Mediatheca 'Fioretta Mazzei, Maquay Diary excerpts, TAU



D29M/ D2A/ 1291
/ EMANUELE KUBLI/ SVIZZERA/ QUI RIPOSA/ EMANUELE KUBLI/ NATO A FIRENZE/ ADDI 2 NOVEMBRE 1835/ MORTO IL 5 GENNAIO 1875// D2B/ 1295/ JEAN-JACQUES KUBLI/ SVIZZERA/ QUI RIPOSA/ GIOV[anni] GIACOMO KUBLI/ NATO GUIGNO 1781/ MORTO IL 5 GENNAIO 1875

Padre e figlio che provengono da una parte della Svizzera tedesca. Sono ambedue esercenti, probabilmente nello stesso negozio. Sono sepolti uno accanto all’altro in tombe congiunte e della stessa forma. Adelina Kubli è la figlia di Jean Jacques, la sorella di Emanuele Kubli ed è sepolta nel Settore C a C25.

 

Due cippi. Scultore: Giuseppe Bondi. Sec. XIX, post 1/1875. Ambito toscano. Monumento a doppia stele in marmo bianco, tomba a due sepolture, padre e figlio, decorato con clessidra alata, ghirlanda di fiori di campo, festoni, poggiante su basamento in pietra serena, recinto con colonnine lisce angolari e ferro. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 112; L: 146; P: 49.5; P.s. A: 25; L: 150; P: 55.5; RMF: A: 64.5; L: 175; P: 203.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: QUI RIPOSA/ EMANUELE KUBLI/ NATO A FIRENZE/ ADDI 2 NOVEMBRE 1835/ MORTO IL 5 GENNAIO 1875/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Kubli/ Emanuele/ Gian Giacomo/ Svizzera/ Firenze/ 5 Gennaio/ 1875/ Anni 39/ 1291/ Emmanuel Kubli, Suisse, Negociant, fils de Jean-Jacques et de Louise Antoinette, née Duclaux // D2B/ 1295/ JEAN-JACQUES KUBLI/ SVIZZERA/ QUI RIPOSA/ GIOV[anni] GIACOMO KUBLI/ NATO GUIGNO 1781/ MORTO IL 5 GENNAIO 1875/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean-Jacques Kubli, Suisse (canton de Glaris), negociant, fils de Jean Jacques Kubli et de Barbara/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Kubli/ Gian Giacomo/ Gian Giacomo/ Svizzera/ Firenze/ 12 Gennaio/ 1875/ Anni 88/ 1295. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D28M/ D3/ 1228/
JEAN HENRI FIERZ/ SVIZZERA/ HENRI FIERZ DE ZURICH/ NE A ZURICH LE 14 MARS 1851/ DECEDE A FLORENCE LE 19 OTTOBRE 1875/ LAISSANT SA FAMILLE ET SES AMIS/ DANS LE PLU PROFOND DEUIL/ 1228

Questo giovane uomo ha una tomba bellissima. Proviene da Zurigo ma l’iscrizione sulla tomba è in francese.

 

Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 101875. Ambito toscano. Croce in marmo bianco a finto tronco d'albero con ghirlanda posta su finte rocce, mirto e scudo inciso. Ancora da ripiantare il mirto che esisteva in origine. Possibile intervento di pulitura. [M: A:  213; L: 87; P: 83; RMF: A: 72; L: 115; P: 200.]  [Mirto scolpito in marmo, pianta viva] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: HENRI FIERZ DE ZURICH/ NE A ZURICH LE 14 MARS 1851/ DECEDE A FLORENCE LE 19 OTTOBRE 1875/ LAISSANT SA FAMILLE ET SES AMIS/ DANS LE PLU PROFOND DEUIL/ 1228/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean Henri Fierz, Suisse, fils de Jean Henri, et de  . . . née Locker/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Fierz/ Gio: Enrico/ Gio: Enrico/ Svizzera/ Firenze/ 19 Settembre/ 1873/ Anni 22/ 1228/ + . Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D28M/ D4/ 1223
/ LOUISE MARGUERITE LE BLANC CHAMPENDAL/ SVIZZERA/ UNE BONNE MERE/ LOUISE MARGUERITE CHAMPENDAL/ NEE A GENEVE/ DECEDEE A FLORENCE LE 9 JUILLET 1873/ A L'AGE DE 71 ANS/ O ETERNEL, J'AI ATTENDU TON SALUT . . ./ HEUREUX DE A PRESENT CEUX QUI MEURENT . . .[

I suoi nipoti erigano questa tomba alla nonna che proviene da la città di lingua francese, Ginevra, Svizzera. Forse il marito è il Pastore che battezzò la nipote Augier nel 1860, D128.

 

Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1873. Ambito toscano. Cippo in marmo inciso. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 11; L: 56; P: 112; P.s. A: 26; L: 71; P: 30.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: UNE BONNE MERE/ LOUISE MARGUERITE CHAMPENDAL/ NEE A GENEVE/ DECEDEE A FLORENCE LE 9 JUILLET 1873/ A L'AGE DE 71 ANS/ O ETERNEL, J'AI ATTENDU TON SALUT . . .[Ps 130.5]/ HEUREUX DE A PRESENT CEUX QUI MEURENT . . .[Rev. 14.13] / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Louise Champendal, Suisse, Rentier, fille de Antoine le Blanc/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Champendal nata Le Blanc/ Luisa/ Antonio/ Svizzera/ Firenze/ 9 Luglio/ 1873/ Anni 71/ 1223. Le Blanc nei Champendal/ Luisa/ Antonio/ Svizzera. Firenze. 9 Luglio/ 1873/ Anni 71/ 1223. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D28M/ D5/ 1222
/ EDOUARD PREVOST/ SVIZZERA/ ICI REPOSE/ EDOUARD PREVOST/ NE LE 14 MARS 1814/ MORT LE 1 JUILLET 1873/ LE JUSTE SERA EN/ MEMOIRE PERPETUELLE/ PS. CXII.6

Uno svizzero francofono mercante di seta associato con la famiglia Wagniere (
PIERRE SIMEON WAGNIERE, C6MANFRED WAGNIERE, A4). La madre, anche lei sepolta in questo Settore (ELISA PREVOST PATRY, D130) sembra che abbia forti rapporti con l’Inghilterra, la sua morte, infatti, fu annunciata nel Morning Post. Altri coinvolti nel mercato della paglia erano DENZIL EDE, C48, e la famiglia Wyse (FREDERICK VYSE, C82 FLORENCE ANN VYSE, C83).

 

Croce. Scultore; Francesco Mattei. Sec. XIX, post 1/1860. Ambito toscano. Croce inghirlandata posta su basamento in marmo scolpito, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 287; L: 86; P: 86; P.s. A: 18; L: 96; P: 96; RP.s.:: A: 18; L: 95.5; P: 110.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ICI REPOSE/ EDOUARD PREVOST/ NE LE 14 MARS 1814/ MORT LE 1 JUILLET 1873/ LE JUSTE SERA EN/ MEMOIRE PERPETUELLE/ PS. CXII.6/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Eduard Prévost, Suisse, Negociant, fils de Jean et de Elisa, née Patry/ Morning Post, on his mother's death, 5/2/60, Eliza Prevost, widow of the late John Prevost, of Geneva/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Prévost/ Edoardo/ Giovanni/ Svizzera/ Firenze/ 1 Luglio/ 1873/ Anni 58/ 1222/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
Mediatheca 'Fioretta Mazzei' holding on Wagnières, TAU. Also Oliva Rucellai, La paglia: intrecci svizzeri a Firenze. Firenze: Polistampa, 2001.


D27M/ D6/ 1144
/ ELIZABETH I. HOPKINS/ AMERICA/ SACRO  ALLA MEMORIA DI  ELIZABETH  J. FIGLIA DI BASIL B. E ELIZABETH HOPKINS DI BALTIMORA U.S. AMERICA. MORI’ AI BAGNI DI LUCCA IL 25 AGOSTO 1871.

Basil B. Hopkins si sposa fuori del raduno di quaccheri, era socio di banche con John Hopkins. Non sappiamo l’età della figlia. Muore a Bagni di Lucca e viene portata a Firenze per la sepoltura. Successivamente, nel 1886, il padre si risposa a Brighton, New York, con Carrie S.Ellis.

 

Cippo. Scultore: Francesco Mattei/ F:MATTEI  Sec. XIX, post 8/1871. Ambito toscano. Cippo scolpito, in alto con palmette, con torce accese rovesciate nella parte inferiore. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 148; L: 100.5; P: 28.5.] 1144/ Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED/ TO THE MEMORY OF ELIZABETH J. DAUGHTER/ OF BASIL B. AND/ ELIZABETH HOPKINS/ OF BALTIMORE U.S. AMERICA/ WHO/ DIED AT THE BATHS OF LUCCA/ AUGUST 25TH 1871/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: A Lucques, Elisabeth Hopkins/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 252, D/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hopkins/ Elisabetta/ / / Lucca/ 26 Agosto/ 1871/ 1144/ N&Q 42. Elizabeth J., d. of Basil B. and Eliz. B. Hopkins of Baltimore U.S. ob. at the Baths of Lucca, 25 Aug 1871/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D27M/ D7/ 1231/
CAVALIER LOUIS RICHARD DU FRESNE/ SVIZZERA/ LOUIS R. DU FRESNE/ NE LE 29 DECEMBRE 1807/ DECEDE LE 6 DECEMBRE 1873/ PS XXVI.V.4 PS V.1/ NOUS N'AVONS POINT/ ICI-BAS DE CITE PER-/MANENTE MAIS NOUS/ CHERCHONS CELLE QUI/ EST A VENIR/ HEB XIII.14// NE CRAINS POINT CAR/ JE T'AI RACHETE/ ESAIE XLIII.1

Un banchiere a Firenze. In questa fila della famiglia de Du Fresne troviamo sua sorella, Marie Catherine Pauline Du Fresne,
D8, e la madre, Frederique Marie Louise Du Fresne, D10.


 

Obelisco. Scultore: Bondi/ Mattei? Sec. XIX, post 12/1873. Ambito toscano. Obelisco in marmo bianco scolpito con croce e ghirlanda. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 254.5; L: 69; P: 69; P.s. A: 22; L: 71.5; P: 71.5; RMF: A: 80; L: 680; P: 270.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi e romani: LOUIS R. DU FRESNE/ NE LE 29 DECEMBRE 1807/ DECEDE LE 6 DECEMBRE 1873/ PS XXVI.V.4 [I have not sat with vain persons, neither will I go with dissemblers] PS V.1 [Give ear, to my words, O Lord, consoler of my meditations]/ NOUS N'AVONS POINT/ ICI-BAS DE CITE PER-/MANENTE MAIS NOUS/ CHERCHONS CELLE QUI/ EST A VENIR/ HEB XIII.14// NE CRAINS POINT CAR/ JE T'AI RACHETE/ ESAIE XLIII.1/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts:  Louis Richard du Fresne, Suisse, banquier, fils de Jean André et de Frederique Marie Louise, née Colland/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Du-Fresne/ Cav: Luigi/ Giovanni Andrea/ Svizzera/ Firenze/ 6 Dicembre/ 1873/ Anni 65/ 1231/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D26M/ D8/ 866/
MARIE CATHERINE PAULINE DU FRESNE/ SVIZZERA/ C.P. MARIE DU FRESNE/ . . . / . . .

La madre si trova nella seconda tomba della fila dei Du Fresne
D10/ FREDERIQUE MARIE LOUISE (COLLOMBE) DU FRESNE. Il padre è Jean Louis André Du Fresne. Non sappiamo se si era risposato.


 

Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1864. Ambito toscano. Tomba in marmo bianco con profilo curvilineo. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 41; L: 68; P: 150; P.s. A: 16; L: 78; P: 160; RMF: A: 80; L: 680; P: 270.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali: C.P. MARIE DU FRESNE/ . . . / . . . / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Marie Catherine Pauline Du Fresne, Vevey, en Suisse, rentière, fille de Jean Louis André Du Fresne, et de Frederique Marie Louise, née Collomb/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 257.95/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Du-Fresne/ Maria Caterina Carolina/ Gio: Luigi Andrea/ Svizzera/ Firenze/ 7 Aprile/ 1864/ Anni 68/ 866. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D26M/ D9/ 1141/
LOUIS RODOLPHE GUSTAVE ADOLPHE DU FRESNE/ SVIZZERA/ L.R.G. ADOLPHE DU FRESNE/ LE VI MARS MDCCCXXXIX/ LE 1 AOUT MDCCCLXXI/ VIEULLEZ DONC CAR VOUS NE SAVEZ NE LE/ JOUR NE L'HEURE OU LE FILS DE L'H OMME VIENDRA/ MATH. XXV.13/ RASSUREZ VOUS C'EST MOI N'AYEZ POINT PEUR/ MATH. XIV.27

Un banchiere a Firenze. Suo padre, Jean Theodore Adolphe Du Fresne, era il cofondatore della dinastia svizzera-fiorentina, la sorella bambina

D11/ HELENE LOUISE MARIE DU FRESNE.
 


 

Croce. Sculptor: Giuseppe Bondi?
Sec. XIX, post 6/1871. Ambito toscano. Croce in marmo posta su basamento in marmo bianco scolpito con ghirlanda. Possibile intervento di pulitura. /[M: A: 257.5; L: 116; P: 84.5; P.s. A: 23; L: 124.5; P: 92; RMF: A: 80; L: 680; P: 270.]  Du Fresne/ Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri romani e arabi: L.R.G. ADOLPHE DU FRESNE/ LE VI MARS MDCCCXXXIX/ LE 1 AOUT MDCCCLXXI/ VIEULLEZ DONC CAR VOUS NE SAVEZ NE LE/ JOUR NE L'HEURE OU LE FILS DE L'H OMME VIENDRA/ MATH. XXV.13/ RASSUREZ VOUS C'EST MOI N'AYEZ POINT PEUR/ MATH. XIV.27/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Louis Rodolphe Gustave Adolphe Du Fresne, Vevey, en Suisse, banquier, fils de Jean Théodore Adolphe/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 466, D/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Du Fresne/ Adolfo/ Adolfo/ Svizzera/ Firenze/ 2 Agosto/ 1871/ Anni 32/ 1141/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D25M/ D10/ 194/
FREDERIQUE MARIE LOUISE (COLLOMBE) DU FRESNE/ SVIZZERA/ FREDERIQUE MARIE LOUISE DU FRESNE/ COLLOMBE/ NEE LE 3 JUIN 177. . . / DECEDEE LE 6 MARS 1840

Nata Collombe, si sposa con un svizzero francofono come lei, con Jean Louis André Du Fresne, il cofondatore della dinastia svizzera-fiorentina. I figli erano, Louis Richard Du Fresne,
D7 e Marie Catherine Pauline Du Fresne, D8.

 

Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 3/1840. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco scolpito, sul fronte farfalla. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 151.5; L: 86.5; P: 63; P.s. A: 15; L: 111.5X; P: 77; RMF: A: 80; L: 680; P: 270.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: FREDERIQUE MARIE LOUISE DU FRESNE/ COLLOMBE/ NEE LE 3 JUIN 177. . . / DECEDEE LE 6 MARS 1840/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Du-Fresne/ Maria Luisa/ / Svizzera/ Firenze/ 6 Marzo/ 1840/ Anni 64/ 194. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D25M/ D11/ 643/ HELENE LOUISE
MARIE DU FRESNE/ SVIZZERA/

Una bambina svizzera di tredici mesi, figlia di Jean Theodore Adolphe Du Fresne. Suo fratello è D9/ LOUIS RODOLPHE GUSTAVE ADOLPHE DU FRESNE.

 


Croce.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1858. Ambito toscano. Croce in marmo bianco a finto tronco d'albero. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 112; L: 56; P: 55; P.s. A: 27; L: 63; P: 72; RMF: A: 80; L: 680; P: 270.] Marie du Fresne/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Helene Louise Marie Du Fresne, fille de Jean Theodore Adolph Du Fresne, et de Theodora Elisabeth Charlotte, née Corsica/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 332 + Paoli 60/ Q 313: 175 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Du-Fresne/ Elena Luisa Maria/ Adolfo/ Svizzera/ Firenze/ 12 Giugno/ 1858/ Mesi 13/ 643. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D24M
/ D12A/ 1195ELISABETH (HARMAND) COUNIS/ SVIZZERA/

E' la moglie di
D13/ VICE PRESIDENTE SOLOMON GUILLAUME COUNIS. La loro figlia, D12B/ LOUISE LE COMTE COUNIS, è sepolta insieme a loro.

 

Colonna sormontata da un'urna. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1873. Ambito toscano. Colonna in marmo bianco sormontata da un'urna posta su basamento in pietra serena. [M: A: L: P: ; P.s. A: L: P: ; RMF: A: 54; L: 210; P: 165.] Eglise Evangelique-Reformé de Florence Régistre des Morts: Elizabeth Counis, née Harmand, Suisse, fille de Jean Harmand et de Marie, née Noéle/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 392, D/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Counis nata Hammand/ Elisabetta/ Giovanni/ Svizzera/ Firenze/ 24 Gennaio/ 1873/ Anni 89/ 1195/ See Counis, Salomon Guillaume, and Le Comte, Louise. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D24M/ D12B/ 379
/ LOUISE LE COMTE COUNIS/ SVIZZERA/ F MATTEI

Sepolta insieme a loro si trova la figlia e dai registri risulta che non aveva una professione. In realtà, Elisa/Louise era una pittrice bravissima, come il padre. La sua figlia orfana fu cresciuta dai nonni: Dizionario Biografico degli Italiani 30 (1984). Vd. http://www.florin.ms/Napoleonapp.html

Autoritratto, Elisa Counis, 1839

Urna posta su colonna. Marmista: F[rancesco] MATTEI. Sec. XIX, post 12/1847. Ambito toscano. Colonna in marmo bianco sormontata da un'urna, marmo sporco, posta su basamento in pietra serena, recinto in marmo. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 145; circum: 85; L: 35.5; P: 35.5; P.s. A: 37; L: 43.5; P: 43.5; RMF: A: 54; L: 210; P: 165.] Luisa LeConte, nee Counis/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Dame Louise Le Comte, nee Counis, Geneve, sans profession, fille de Solomon Guillaume Counis, peintre, e de Dame Elisabeth née Harmand/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Le Comte/ Elisa/ / Svizzera/ Firenze/ 5 Dicembre/ 1847/ / 379/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
 

D24M/ D13/ 657/
VICE PRESIDENTE SOLOMON GUILLAUME COUNIS/ SVIZZERA/

Un pittore e Vice Presidente della Chiesa Evangelica riformata svizzera a Firenze. La vedova
D12AELISABETH (HARMAND) COUNIS (m. 1873), e la figlia D12B/ LOUISE LE COMTE COUNIS (m. 1847) sono sepolte accanto a lui. Dipinse il ritratto di C106/ JEAN DAVID MARC GONIN, la prima sepoltura del Cimitero, all'età di 22 anni invece che all'età reale di 15 anni. Vd. http://www.florin.ms/Napoleonapp.html


                    

Autoritratto                            Ritratto di Jean David Marc Gonin

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1859. Ambito toscano. Lastra in marmo scolpita, incisa in lingua italiana in lettere romane, recinto in marmo e catene in ferro. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 6.5; L: 72; P: 135; RMF: A: 54; L: 210; P: 165.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Sm Gme Counis, Genève, Peintre, né à Genève le 22 Juilett 1785/ Q 335: 175 Paoli/  Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Counis/ Salomone Guglielmo/ / Svizzera/ Firenze/ 10 Gennaio/ 1859/ Anni 73/ 657. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23M/
D14/ 1374/ ELEANORA FRAPPA/ SVIZZERA /

Una anziana vedova proveniente dalla Svizzera con una bella tomba.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1876. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra serena, marmo sporco, nella parte retrostante scolpita in rilievo croce distesa, ramo d'edera sulla croce, recinto in ferro e colonnini. Possibile intervento di pulitura. M: A: 138; L: 60; P: 143; P.s. A: 27; L: 71; P: 153.5.] Eleanore Frappa/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Frappa nata Boizard/ Vedova Eleonora/ Giovanni/ Svizzera/ Firenze/ 8 Dicembre/ 1876/ Anni 82/ 1374. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23N/ D15/ 432
/ FREDERIC BEGRE SVIZZERA/ FREDERIG BEGRE/ NE A YVERDON DE 17 OCT 1802/ DECEDE A FLORENCE/ DE 30 JUIN 1850/ CEUX QUI DORMENT EN JESUS/ DIEU LES RAMENERA AVEC LUI

Era stato il Console svizzero a Roma. La madre era una wagniere (vedi Settori A,  A4/ MANFRED WAGNIERE e C, C6/ PIERRE SIMEON WAGNIERE). La famiglia proviene dal cantone francofono di Vaud.

 

Cippa. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1850. Ambito Toscano. Cippo di forma complessa sormontato da un'urna, scolpito con ghirlanda in marmo bianco, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 238; L: 126;  P: 91; RMF: A: 50; L: 260; P: 250.] Iscrizione sepolcrale in lingua francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: FREDERIG BEGRE/ NE A YVERDON DE 17 OCT 1802/ DECEDE A FLORENCE/ DE 30 JUIN 1850/ CEUX QUI DORMENT EN JESUS/ DIEU LES RAMENERA AVEC LUI [I Thess. 4.18]/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Frédéric Bégré, Yverdon, canton de Vaud, en Suisse, negociant et consul Suisse a Roma, fils de Jacob Bégré et de Dame Jeanette, née Wagniére/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 96. Begré/ Federigo/ / Svizzera/ Firenze/ 30 Giugno/ 1850/ Anni 48/ 432/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23M/ D16/  742
/ BLANCHE MARY LETITIA FERGUSON/ AMERICA/

Aveva 4 anni, non era stata battezzata ed era nata nel Kentucky. Il padre era un Colonnello americano di origini scozzesi. Questa sepoltura avvenne appena prima di quella di Elizabeth Barrett Browning.

 

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1861. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 63; P: 128; P.s. A: 16; L: 73; P: 138.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Blanche Mary Letitia Ferguson, l'Amerique, Kentucky, fille de A.T. Ferguson et de Cécile/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 340/ Q 467: 175 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 2, Death 27/07, Burial 28/07, Age 4 years 2 months, rev F C Finch LLD; no baptism, except for 2 younger siblings, GL23775 N° 129 Beatrice Louisa Florence, b 20/09/58, Rev O'Neill, GL23775 N° 116 Thomas Wyndham Nugent b 15/09/58, bp 06/01/59, Rev O'Neil, father American colonel/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti:. Ferguson/ Bianca Maria Letizia/ A.T./ America/ Firenze/ 26 Luglio/ 1861/ Anni 4/ 742/ N&Q 41. Blanche Mary Letitia, d. of Col. T.A. Ferguson, of Kentucky, ob. 27 July 1861. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23N/ D17/ 487/
JULES AUGUSTE AGUET/ SVIZZERA/ JULES AGUET/ NE LE 21 DECEMBRE 1850/ MORT LE 7 OCTOBRE 1852
JULES AGUET. NATO IL 21 DICEMBRE 1850 E MORTO IL 7 OTTOBRE 1852.

Questo bambino di due anni era figlio di genitori svizzeri borghesi dalla città francofona di Lutry sulle rive del Lago di Ginevra nel cantone di Vaud. Il motivo di un bocciolo di rosa si trova altresì, sulla tomba di un bambino russo
E18/ GEORGIJ DMITRIEVIC REBESOV, probabilmente eseguito dallo stesso scultore.

 

Cippo. Marmista e fabbro ignoti. Sec. XIX, post 12/1850. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco scolpito e inciso, bocciolino sul fronte, recinto in ferro battuto con funzione ornamentale. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 96; L: 36; P: 8.5; RF.
A: 50; L: 118 P: 74.]
Iscrizione sepolcrale in lingua francese inciso in lettere capitali e numeri arabi: JULES AGUET/ NE LE 21 DECEMBRE 1850/ MORT LE 7 OCTOBRE 1852/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts:  Jules Auguste Aguet, bourgeois de Lutry, Canton de Vaud, Suisse, fils de J Paul Abraham Gabriel Aguet, et de Marie Louise Elise, nee Monnerat, son epouse/ I: I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Paoli 289/ Q 35: 135 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Aguet/ Giulio/ di Paolo/ Svizzera/ S. Marco Vecchio/ 7 Ottobre/ 1852/ Mesi 21/ 487. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D22M/ D18/
610/ ANNE SOPHIA TENNANT/ 
INGHILTERRA/ IN QUESTO LOTTO GIACE ANNE SOPHIA, MOGLIE DEL CAPITANO TENNANT DELLA MARINA REALE, DI NEDWOOD HOUSE STAFFORDSHIRE. MORI' A  FIRENZE L'8 MAGGIO 1857 ALL'ETA' DI 30 ANNI. BENEDETTI SIANO I PURI DI CUORE PERCHE'VEDRANNO DIO.// P.BAZZANTI.F
 
Il marito il Capitano Charles Edmund Tennant, Marina reale. Nel 1898 la loro figlia, Constance Augusta di Needwood House, Burton-on-Trent, sposò Sir Eric Alexander Buchanan,  terzo Baronetto (1848-1928) (m. 1914). Nella prima scena del film di Zeffirelli,
con Mussolini, questa tomba fu usata come fosse quella di Elizabeth Barrett Browning.


 

Sarcofago. Scultore: Pietro Bazzanti, Signature:
P.BAZZANTI.F Sec. XIX, post 5/1857. Ambito toscano. Sarcofago scolpito e inciso in marmo bianco. Belle Arti/Europeana: Monumento entro recinto a terra poggiante su zoccolo a sezione rettangolare e su basamento monolitico a due ordini dei quali quello superiore con profilatura perimetrale e con iscrizione sulla fronte. Sarcofago sostenuto da zampe leonine e decorato da un motivo a rete con losanghe a rilievo interrotto sul davanti da una tabula ansata e da volute di foglie d'acanto sugli spigoli e sulle mensole dei sostegni. Coperchio liscio a punta di diamante con bordo ornato da un nastro intrecciato con perline e con coronamento a foglie d'acanto. Un tempo il sarcofago era concluso da una crocetta apicale. Intervento di pulitura, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 5/2010.. [M: A: 108; L: 180; P: 93; P.s. A: 15; L: 187; P: 99; RP.s.: A: 45; L: 233; P: 204.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: HERE LIES IN THIS PLACE ANNE SOPHIA WIFE OF CAPT CL TENNANT RN OF NEEDWOOD HOUSE STAFFORDSHIRE WHO DIED AT FLORENCE MAY 8 1857 AGED 30/ BLESSED ARE THE PURE OF HEART FOR THEY SHALL SEE GOD/ MATT. CHAP. V.8//610 Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Anne Sophia Tennant, Angleterre/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 1124/ Q 261: 433 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 233 Burial 11/05 Rev O'Neill, fever/ Times/Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Tennant/ Anna Sofia/ / Inghilterra/ Firenze/ 8 Maggio/ 1857/ Anni 30/ 610/ N&Q 40. Sophia, w. of Capt C.L. Tennant, of Needwood House, Staff, ob. 8 May 1857, a. 30/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D21M/ D19/ 2009/ ANSELMO GOBBA/ ITALY/ ANSELMO GOBBA 1849-1911/ ING

Dal Web troviamo che Anselmo Gobba era di Tortona, un industriale e agricoltore che adoperava metodi moderni e che fondò la compagnia che, eventualmente avrebbe prodotto la Alfa Romeo. Nelle schede del BelleArti/Europeana troviamo una fotografia scattata quando la tomba era nera a causa dell'inquinamento.



Urna.
Marmista ignoto. Sec. XX, post 1911. Ambito toscano. Belle Arti/Europeana: Base a sezione rettangolare sulla quale poggia un elemento di raccordo che sostiene l'urna a cratere ovale ansato con piede decorato da un giro di foglie d'acanto e da scanalature. Nodo a torciglione. Coppa con baccellature che delimitano una specchiatura centrale con iscrizione. Collo decorato da scanalature e da un giro di ovuli e dardi sormontato da perle. Coperchio a foglie d'acanto con croce apicale. Intervento di pulitura, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 2011. [M: A: 132; circum: 155; P.s.: A: 39; L: 50; P: 50.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: ANSELMO GOBBA 1849-1911/ ING[egnere]/ Belle Arti 1993-1997 scheda/ Europeana. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

This terrace, N, lacks a path and you will need to be accompanied by the Custodian of the Cemetery to see the following tombs.


D21N/ D20/ 202
/ CHARLOTTE MARY FLORENTIA WINDSOR-CLIVE/ 
INGHILTERRA/ CHARLOTTE MARY FLORENTIA CLIVE MORI' IL 27 MAGGIO 1846 ALL'ETA' DI 17 ANNI E 9 MESI, FIGLIA DELL'ON ROBERT HENRY E LADY HARRIET CLIVE

Per il padre vedi Wikipedia. La madre vedova fu insignita, per merito, del titolo di Baronessa. Henderson riporta che il bisnonno fu il Clive d'India.



Colonna spezzata. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1840. Ambito toscano. Colonna spezzata in marmo bianco su basamento in pietra serena.  Intervento di pulitura, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 2012. [M: A: 161; L: 48; P: 48; circum 71.5; P.s. A: 26; L: 101; P: 101.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: CHARLOTTE MARY FLORENTIA CLIVE AGED 17 YEARS 9 MONTHS AND DAUGHTER OF HON ROBERT HENRY AND THE LADY HARRIET CLIVE DIED MAY 27 1846. Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 7: d of Hon Robert and Lady Harriet Clive of Oakly Park Shropshire, Age 17.9 Burial 30-05, Rev. Tennant (F49)/ Standard, Morning Post adds that she was niece to the Earl and Countess of Powis and the Duchess of Northumberland, also that Robert Clive was an MP/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Clive/ Carlotta M.a Flor.a/ Inghilterra/ Firenze/ 27 Maggio/ 1840/ Anni 17/ 202/ N&Q 54. Charlotte Mary Florentia Clive, 2nd d. of the Hon Robert Henry and Lady Harriet Clive, ob. 27 May 1846, a. 17 yrs 9 mths. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
 

D21N/ D21/ 207
/ CAPTAIN ROBERT GEORGE SUCKLING SMITH/ SCOZIA/ SACRO ALLA MEMORIA DEL CAPITANO ROBERT GEORGE SUCKLING SMITH DEGLI ARTIGLIERI REALI. IL PIU' GIOVANE E UNICO FIGLIO MASCHIO SUPERSTITE DEL DEFUNTO COLONNELLO WILLIAM PETER SMITH, COMANDANTE DEGLI ARTIGLIERI REALI NEL NORD DELLA  GRAN BRETAGNA E SUA MOGLIE, ELIZABETH ROOMER. EGLI LASCIO' QUESTA VITA A BAGNI DI LUCCA IL 16 SETTEMBRE 1840 ALL'ETA' DI 47 ANNI. QUESTO MONUMENTO ALL'AMATO FRATELLO VIENE ERETTO DALL'UNICA SORELLA SUPERSTITE, LOUISA SMITH.

Suo padre era il Col. William P. Smith, maggiore nella Marina reale, il 25 aprile 1796; Ten. Col. L'8 gennaio 1799; Col.  Il 20 luglio 1804, morì a Leith nel 1806. “L'unico figlio maschio superstite” muore a Bagni di Lucca e l'unica figlia nubile lo seppellisce a Firenze. Partecipò alla Battaglia di Waterloo. Le  lettere che compongono l'iscrizione sono, ormai, illeggibili ma abbiamo la trascrizione di cento anni fa eseguita da N&Q





Tomba orizzontale.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 9/1840. Ambito toscano. Lastra scolpita con croce distesa, marmo sporco, spigolo rotto, posta su una struttura rettangolare in marmo. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 34; L: 78; P: 155.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF CAPTAIN ROBERT GEORGE SUCKLING SMITH OF THE ROYAL ARTILLERY YOUNGEST AND LAST REMAINING SON OF THE LATE COLONEL WILLIAM PETER SMITH COMMANDANT OF THE ROYAL ARTILLERY IN NORTH BRITAIN AND ANNA ELIZABETH ROOMER HIS WIFE WHO DEPARTED THIS LIFE AT THE BATHS OF LUCCA ON THE 16 SEPT 1840 AGED 47 THIS MONUMENT TO THE MEMORY OF A BELOVED BROTHER IS ERECTED BY HIS ONLY SURVIVING SISTER LOUISA SMITH/ 207/ Records, Guildhall Library, London: GL23774 N° 9, Burial 19/08, Rev Tennant (F49)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Capt. R.G. Sucking/ / / Bagni di Lucca/ 16 Settembre/ 1840/ Anni 47/ 207/ N&Q 53. Capt Robert George Sucklin(sic) Smith, Royal Artillery, youngest and only remaining s. of the late Col Wm Peter Smith, Commandant of the R. Artillery, and of Anna Eliz. Roomer his w. ob. at the Baths of Lucca, 16 Sept 1840, a. 47. Erectedby his only surviving sister, Luisa Smith.. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D22N/ D22/ 443/ JAMES JOHNSTON/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DEL SIG. JAMES JOHNSTON ESQ. LASCIO' QUESTA VITA L'11 NOVEMBRE 1850 ALL'ETA' DI 81 ANNI. BENEDETTI SIANO I MORTI CHE MUOIANO NEL SIGNORE.

Purtroppo abbiamo pochi indizi che ci potrebbero portare a sapere se aveva una casa in campagna in Inghilterra o una villa a Firenze. Alla destra della tomba esiste uno spazio, un lotto comprato dalla moglie per la propria tomba. Forse lei, prima di morire, lasciò l'Italia e torno in Inghilterra.



 Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1850. Ambito toscano. Cippo in marmo posto su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 88; L: 9; P: 43; P.s. A: 21; L: 35; P: 68] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED/ TO THE MEMORY/ OF/ MR JAMES JOHNSTON ESQ/ DEPARTED THIS LIFE/ NOV. 11TH 1850/ AGED 81/ BLESSED ARE THE DEAD WHICH DIE IN THE LORD. REV. XIII.14 [14.13]/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 150: aged 82, Burial 13-11. Rev Robbins (E101)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Johnston/ Giacomo/ / Inghilterra/ Firenze/ 11 Novembre/ 1850/ / 443/ N&Q. 52. Mr James Johnston, ob. 11 Nov 1850, a. 81. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23N/ D23/ 1076
/ LUIGI DE SANCTIS. PASTORE
/ ITALIA/

Pastore Luigi Santini:  un ex prete cattolico, si convertì al protestantesimo e fu uno dei leader nel movimento clandestino per la formazione delle comunità protestanti in Italia. Un teologo e scrittore polemista, era l'autore di trattati e saggi che per decine di anni furono punti di riferimento per il confronto fra credenze. Durante gli ultimi anni di vita insegnò la dogmatica alla Facoltà Valdensiana di teologia che allora c'era a Firenze. La sua grande tomba, nella forma di un obelisco egiziano, si identifica soltanto dal numero portato nei registri. La lapide in marmo, con le informazioni a riguardo, è ormai persa.


 

 
Obelisco. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1869. Ambito toscano. Obelisco in marmo su basamenti in marmo e pietra serena. Possibile intervento di pulitura.[M: A: 384; L: 88; P: 88; P.s. A: 55; L: 110; P: 215.] III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 224/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Sanctis (De)/ Luigi/ Biagio/ Italia/ Firenze/ 31 Dicembre/ 1869/ Anni 61/ 1076. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23N/ D24/ 459/
JAMES HUBAND/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI JAMES HUSBAND, STALLIERE E COCCHIERE A FIRENZE. LASCIO' QUESTA VITA IL PRIMO LUGLIO 1851 ALL'ETA' DI 57 ANNI. STIMATO E RIMPIANTO DA TUTTI COLORO CHE LO CONOSCEVANO.

Qui abbiamo un quadro più chiaro, lo stalliere è spesso testimone di nozze avendo portato le spose e gli sposi alla Legation di Sua Maestà a Firenze. Qui  anche lui sposò la vedova Elizabeth Mills  (BENJAMIN MILLS, C54).



Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1851. Ambito toscano. Cippo in marmo, con basamenti in marmo e pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 100; L: 42; P: 8; P.s. A: 28; L: 61; P: 28.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED/ TO THE MEMORY OF/ JAMES HUBAND/ LIVERY STABLE KEEPER, FLORENCE/ WHO DEPARTED THIS LIFE/  JULY 1ST 1851/ AGED 57 YEARS/ ESTEEMED AND REGRETTED BY ALL/ WHO KNEW HIM/ PRO RG 33/114: frequent witness to marriage at legation/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Huban/ Giacomo/ / Inghilterra/ Firenze/ 1 Luglio/ 1851/ Anni 57/ 459/ See Mills/ N&Q. 51. James Huband, livery stable keeper, Florence, ob. 1 July 1851, a. 57. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23N/ D25/ 209/
HARCOURT POPHAM/
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI HARCOURT POPHAM DELLA REALE ARTIGLIERIA A CAVALLO. FIGLIO PIU' GIOVANE DEL DEFUNTO AMMIRAGLIO SIR HOME POPHAM. MORI' IL 31 DICEMBRE 1840 ALL'ETA' DI 28 ANNI.

Il figlio più piccolo di Sir Home Riggs Popham il quale sposò, a Bengali, Elizabeth Moffat Prince, figlia del Capitano Prince in servizio nell'esercito dell'India Orientale. NDNB, Oxford University Press accolse l'articolo riguardante il padre, Sir Home Riggs Popham (il quale inventò il codice a bandiere usato da Nelson a Trafalgar, “L'Inghilterra aspetta che ogni uomo faccia il suo dovere”) scritto da Hugh Popham. Si trova a http://www.oxforddnb.com/public/dnb/22541.html. La sorella di Harcourt si sposa con l'Amm. John Pakenham ed è sepolta nel Settore E, (E118/ CAROLINE EMILY (THOMPSON/POPHAM) PAKENHAM), insieme alla nipote del marito E118/ELIZABETH ISABELLA PAKENHAM. JL Maquay, Diari: 3.12.1840 “Dopo qualche giorno di sofferenze Harcourt Popham è morto alle sei di un colpo apoplettico”. “2.1.1841 “Harcourt Popham è stato sepolto stamattina ma non ero presente perché la famiglia non gradiva la presenza di estranei. I Maquay e i Popham erano grandi amici, Il Webbs annota connessioni fra Popham (D25), Moffatt (E135), Pakenham (E118), Brooks (E114), Maquay (D1). La colonna spezzata indica che è morto troppo giovane, a soli 28 anni.

 

Colonna spezzata. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1840. Ambito toscano. Colonna spezzata in marmo su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 120; L: 65; P: 65; P.s. A: 45; L: 85; P: 85.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ HARCOURT POPHAM/ OF THE ROYAL HORSE ARTILLERY/ YOUNGEST SON OF THE LATE ADMIRAL/ SIR HOME POPHAM WHO DIED/ 31 DECEMBER 1840 AGED 28/ N° 209/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 10 Burial 02-01 Rev Tennant (F49)/ Morning Post, Gentleman's Magazine, travelling on Continent, apoplexy/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Popham/ Harcourt/ / Inghilterra/ Firenze/ 31 Dicembre/ 1840/ / 209/ N&Q 50. Harcourt Popham, of the Royal Horse Artillery, s. of of the late Admiral Sir Holme(sic) Popham, ob. 31 Dec 1840, a. 28/°=Katherine Pakenham. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D24N/ D26/ 466/ BENJAMIN HENRY BENJAMIN/ AMERICA/ SACRO ALLA MEMORIA DI BENJAMIN HENRY BENJAMIN. NATO A BOSTON NEGLI STATI UNITI. LASCIO' QUESTA VITA NEL DICEMBRE DEL 1851 ALL'ETA' DI 35 ANNI . . . AMATO E RIMPIANTO.
// F.MATTEI
 

Un bostoniano che viveva nella Boston italiana.



Sarcofago. Scultore: Francesco Mattei, Signature: F.MATTEI. Sec. XIX, post 12/1851. Ambito toscano. Sarcofago sormontato da un'urna poggiante su un basamento in marmo, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 308; L: 141; P: 74; RMF: A: 62; L: 180; P: 180.] Iscrizione sepolcrale in lingua inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY/ OF BENJAMIN HENRY BENJAMIN/ OF BOSTON IN THE UNITED STATES OF AMERICA/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ DECEMBER 1851 IN HIS 35 YEAR/ . . . LOVED AND REGRETTED/ Records, Guildhall Library, London: GL, Rev. Henry O'Neill, spinal complaint/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: +102. Benjamin/ Beniamino Enrico/ /America/ Firenze/ 3 Dicembre/ 1851/ Anni 34/ 466/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D24N/ D27/ 639
/ THOMAS HILL SPENCER/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI THOMAS HILL SPENCER. MORI' IL 28 APRILE 1858 ALL'ETA' DI 78 ANNI.

Un anziano inglese a Firenze. Nacque a Chawton House nello Hampshire. Un post famoso per le sue connessioni con la scrittrice Jane Austen perché fu ereditato dal fratello, Edward Austen Knight e la madre Cassandra. Jane Austen visse nel cottage della tenuta per gli ultimi otto anni della sua vita dove correggeva e da dove pubblicò i suoi libri. Vedi anche
CHARLOTTE EMILIA PLUMPTRE, A45, una parente alla lontana di Jane Austen.


   

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1858. Ambito toscano. Lastra in marrmo, marmo sporco, rialzata su basamento in pietra serena, recinto in pietra serena con 3/4 colonnini, ferro mancante. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 70; P: 140; P.s. A: 20; L: 71; P: 145; R: A: 38; P: 98; L: 200.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ THOMAS HILL SPENCER/ WHO DIED ON/ 28 APRIL 1858/ AGED 78 YEARS/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Ths Hill Spencer, d'Angleterre/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 770.4/ Q 307: 457 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 251, Burial 30/04 Rev O'Neill, heart disease/ Morning Post, late of Chawton House, Hants/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Spencer (Hill)/ Tommaso/ Inghilterra/ Firenze/ 28 Aprile/ 1858/ Anni 78/ 639/ See Hill/ N&Q. 48. Thomas Hill Springer (sic), ob. 28 April 1858, a. 78. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D25N
/ D28/
NON IDENTIFICATA
Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. [A: 2; L: 62; P: 128; P.s.: A: 8; L: 73; P: 141.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

  


D25N/ D29/ 159/
ISABELLA BOUILLON LANZONI/ BELGIO/ITALIA/ SULLE TRANQUILLE CENERI/ DI ISABELLA BOUILLON LANZONI/ MOGLIE FEDELE VEDOVA ONORATA/ MADRI AI POVERELI/ LA QUALE PER AN LXXXVI/ VISSUTA ALLA VIRTU/ PASSO NEL SENO DELLA PACE/ IL GIORNO XXVII DI GIUGNO/ MDCXXXVII/ CHIARA MALATESTA/ NEPOTE ED EREDE/ DEL RESTO DELLE FORTUNE DI LEI/ VERSA LACRIME DI DOLORE/ E RICONO GENTILE/ P.O.M.

La Signora Lanzoni, dal Belgio, è una anziana vedova protestante che era sposata con un italiano. Il defunto marito Serafino Lanzoni, era stato il Priore di Firenze, 1807-8. La nipote e erede della Signora Chiara Malatesta, eleva la sua tomba. La sua domestica inglese  ANNA ROFFY, C61, morì 2 anni prima ed è sepolta nel Settore C. Spesso vediamo testimonianze del grande affetto e rispetto dimostrato dai datori di lavoro domestico che vivevano sotto lo stesso tetto: CHARLES CROSBIE, A20 to MARY DUVALL, A80; THEODOSIA (GARROW) TROLLOPE, B85, FRANCES (MILTON) TROLLOPE, B80, HARRIET THEODOSIA FISHER (GARROW), C77, to ELIZABETH SHINNER, C71; ISABELLA BOUILLON LANZONI, D29, to ANNA ROFFY, C61SIR WILLIAM HENRY SEWELL, E58, to JAMES BANSFIELD, E59; Prince Demidoff to GEORGE FREDERIC WAIHINGER, E64; Rosina Buonarotti Simoni to MARY ANNE SALISBURY, F2.



Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 6/1837.
Ambito toscano. Urna, ora caduta, su colonna quadrata in marmo bianco su basamento in pietra serena, recinto in pietra serena. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 130; L: 52; P: 52; P.s. A: 9; L: 61.5; P: 61.5; RP.s.: A: 22; L: 99; P: 180.] Iscrizione sepolcrale in inglese e greco incisa in lettere capitali e numeri arabi: [ALPHA CHI RHO OMEGA]/ SULLE TRANQUILLE CENERI/ DI ISABELLA BOUILLON LANZONI/ MOGLIE FEDELE VEDOVA ONORATA/ MADRI AI POVERELI/ LA QUALE PER AN LXXXVI/ VISSUTA ALLA VIRTU/ PASSO NEL SENO DELLA PACE/ IL GIORNO XXVII DI GIUGNO/ MDCXXXVII/ CHIARA MALATESTA/ NEPOTE ED EREDE/ DEL RESTO DELLE FORTUNE DI LEI/ VERSA LACRIME DI DOLORE/ E RICONO GENTILE/ P.O.M./ Records, Guildhall Library, London: GL 23773/4 N° 58: wife of Serafino Lanzoni of Florence, Burial 29/06, buried by Rev Gambier, entry by Knapp/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Lanzoni nata Bouillon/ Isabella/ / Belgio/ Firenze/ 27 Giugno/ 1837/ Anni 86/ 159. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D25-26N-O/ D30/
NON IDENTIFICATA Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Basamento in pietra serena, in origine con urna in marmo andata perduta. Recinto condiviso con Bonfils e Lanzoni. [P.s. A: 88; L/P: 87.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

    


D26N/ D31/ 132
/ SEBASTIANO KLEIBER/ GERMANIA/ SEBASTIANO KLEIBER/ CHE ANTEPOSE AD OGNI AMBIZIONE/ L'ONOR DI LODATISSIMO COMMERCIANTE/ FU PRONTO AD OGNI BEN PUBBLICO/ E NEI PRIVATI BENEFIZI AMO IL SECRETO/ MORI DA QUASI LXIII/ DESIDERATO CON LAGRIME/ DALLE DUE SORELLE AMANTISSIME/ E DAI TRE NIPOTI EREDI/ CHE GLI FECERO IL MONUMENTO/ MDCCCXXXVI// BARTOLINI INVENTO E F.

D32CAV. ORAZIO KLEIBER HALL/ HORACE HALL e D33/ ALFRED CHARLES HALL, i figli maschi Thomas Hall, ereditarono la miniera di rame dello zio Sebastian Kleiber, il fratello della madre, Marianna Kleiber Hall. Furono i figli di Thomas che commissionarono, a Lorenzo Bartolini, questa tomba massiccia istoriata con papaveri.
Vedi sopra la monografia scritta da Angela Acordon.





Sarcofago. Scultore: Lorenzo Bartolini, Signature: BARTOLINI INVENTO E F./ Sec. XIX, post 1/1836. Ambito toscano. Sarcofago in marmo scolpito con papaveri, marmo molto sporco, basamento in marmo variegato. Possibile intervento di pulitura. [M: A: L: P: ; P.s. A: L: P: ; R: A: L: P: ] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: SEBASTIANO KLEIBER/ CHE ANTEPOSE AD OGNI AMBIZIONE/ L'ONOR DI LODATISSIMO COMMERCIANTE/ FU PRONTO AD OGNI BEN PUBBLICO/ E NEI PRIVATI BENEFIZI AMO IL SECRETO/ MORI DA QUASI LXIII/ DESIDERATO CON LAGRIME/ DALLE DUE SORELLE AMANTISSIME/ E DAI TRE NIPOTI EREDI/ CHE GLI FECERO IL MONUMENTO/ MDCCCXXXVI/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Kleiber/ Sebastiano/ / Germania/ Firenze/ 22 Gennaio/ 1836/ Anni 64/ 132/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
Mediatheca 'Fioretta Mazzei' holding,  Angela Acordon, 'Il monumento a Sebastiano Kleiber di Lorenzo Bartolini nel Cimitero degli Inglesi e alcune proposte sui suoi commitenti e sulla cronologia delle sue opere'. Mitteilungen des Kunsthistorischen Institutes in Florenz 45. Bd., H. 1/2 (2001), pp. 263-284, TAU 


D27N/ D32/ 998/ 
CAV. ORAZIO KLEIBER HALL/ HORACE HALL/ 
INGHILTERRA/ITALY/ ALLA MEMORIA DEL CAV. ORAZIO/ FIGLIO DEL REVEREND TOMMASO HALL/ E DI MARIANNA KLEIBER/ NATO A LIVORNO NEL 1789/ MORTO IN FIRENZE IL 16 DCBRE 1867/ IL FRATELLO ALFREDO FRESSE

Coerede di
D31/ SEBASTIANO KLEIBER , figlio maggiore di Thomas Hall e Marianna Kleiber, fratello di D33/ ALFRED CHARLES HALL. Horace Hill è molto impegnato sia con la Chiesa svizzera che con il Cimitero degli Inglesi. Quando, nel 1858, morì la prima moglie Costanza Lamberti, egli fece una donazione alla sua memoria alla fondazione Lady Don (E5/ MARY MARGARET (MURRAY) LADY DON). In seguito sposò una donna molto più giovane, Giulietta Corridi, figlia di Filippo Corridi, un professore di matematica a Pisa e tutore dei figli del Granduca. Nacque a Livorno e morì a Firenze. I membri della famiglia Hall sono profondamente bi-culterali, come vediamo dall'italiano di questa tomba inglese, hanno delle connessioni con le famiglie Kleiber e Matthews (E100). Non sappiamo cosa si trovava in cima a questa colonna imponente, forse un busto o, può darsi, un'urna rubata come vediamo nella incisione trovata nel Harper's Monthly.
Incisione che mostra l'urna di Bartolini prima del furto.


   
Incisione da Harper's che mostra l'urna di Bartolini prima del furto

Colonna. Scultore, Lorenzo Bartolini. Sec. XIX, post 12/1867. Ambito toscano. Colonna e basamento in marmo, urna andata perduti. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 230; L: 74; P: 74.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ALLA MEMORIA DEL CAV. ORAZIO/ FIGLIO DEL REVEREND TOMMASO HALL/ E DI MARIANNA KLEIBER/ NATO A LIVORNO NEL 1789/ MORTO IN FIRENZE IL 16 DCBRE 1867/ IL FRATELLO ALFREDO FRESSE/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Horace Hall, l'Angleterre, banquier, fils de Reverend [Thomas] Hall/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 624.80/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 391 Burial 19/12, Rev Pendleton. Brother to Alfred Charles Hall/  Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hall/ Orazio/ [in later pencil, Tommaso]/ Inghilterra/ Firenze/ 16 Dicembre/ 1867/ Anni 78/ 998/  See Kleiber. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.  


D27N/ D33/ 1406/ 
ALFRED CHARLES HALL/
INGHILTERRA/ IN MEMORIA DI ALFRED CHARLES HALL DI CAMERATA, FIGLIO DEL REV. THOMAS HALL. NACQUE IL 2 GIUGNO 1810 E MORI' IL 16 SETTEMBRE 1877. ELEVATO DALLA SUA FAMIGLIA AFFRANTA/1406/E IL LAVORO DELLA VIRTU' SARA' LA PACE, E L'EFFETTO DI VIRTU', SILENZIO, L'ASSICURAZIONE ETERNA. LA MORTE DEI SANTI DEL IGNOTE PREZIOSE AL SUO COSPETTO. /IN MEMORIA DI ALFRED CHARLES HALL DI CAMERATA, PER MOLTI ANNI ZELANTE E LIBERALE SOSTENITORE DI QUESTA CHIESA E VARI ISTITUTI DI CARITA' A FIRENZE. RIMARCHEVOLE PER LA SUA GENTILEZZA CRISTIANA E LA SUA BENEVOLENZA SENZA OSTENTAZIONE. EGLI MORI', MERITATMENTE RIMPIANTO, IL 16 SETTEMBRE 1877 ALL'ETA' DI 67 ANNI. QUESTA LAPIDE E' STATA POSATA DA ALCUNI AMICI E MEMBRI DELLA CONGREGAZIONE PER DIMOSTRARE LA LORO STIMA E IL SUO VALORE. “BEATI SIANO I MISERICORDIOSI PERCHE' OTTERRANNO LA MISERICORDIA”.

Coerede di
D31/ SEBASTIANO KLEIBER. Eleva la tomba per il fratello D32/ CAV. ORAZIO KLEIBER HALL/ HORACE HALL. Forse eleva la tomba anche per il suocero E100/ JAMES ROBERT MATTHEWS, e la cognata, E101/ MARIANNE OCTAVIA MATTHEWS nel settore E. Sul Webbs troviamo i battesimi e i matrimoni dei figli.

 


Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 9/1877. Ambito toscano. Tomba in marmo orizzontale in forma di croce, marmo molto sporco, recinto in pietra serena e ferro. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 37; L: 63; P: 171; P.s. A: 15; L: 67; P: 174.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: IN MEMORY OF/ ALFRED CHARLES HALL/ OF CAMERATA/ SON OF THE REV. THOMAS HALL/ BORN 2ND JUNE 1810 DIED 16TH SEPBRE 1877/ ERECTED BY HIS SORROWING FAMILY/ 1406// AND THE WORK OF RIGHTEOUSNESS SHALL BE PEACE/ AND THE EFFECT OF RIGHTEOUSNESS QUIETNESS/ ASSURANCE FOR EVER [Isaiah 32.17] / LA MORTE DEI SANTI DEL IGNOTE PREZIOSE AL SUO COSPETTO [Ps. 1156.15]/ . . ./ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 516 Burial 18/09, Rev Tottenham, Camerata San Gervasio; Marriage GL23774 N° 24 16/03/42 Alfred Hall to Mary Eliza Matthews at HGM (Holland), groom son of late Thomas Hall, chaplain at Leghorn, bride d of Capt JR Matthews formerly HBM's Consul Gen at Lisbon, Rev Tennant (F49)/ Holy Trinity/Waldensian Church inscription: IN MEMORY OF ALFRED CHARLES HALL OF CAMERATA FOR MANY YEARS A ZEALOUS AND LIBERAL SUPPORTER OF THIS CHURCH AND VARIOUS CHARITABLE INSTITUTIONS IN FLORENCE. REMARKABLE FOR CHRISTIAN KINDNESS AND UNOSTENTATIOUS BENEVOLENCE. HE DIED DESERVEDLY REGRETTED 16 SEPTEMBER 1877, AGED 67. THIS TABLET HAS BEEN ERECTED BY SOME FRIENDS AND MEMBERS OF THE CONGREGATION AS A RECORD OF THEIR REGARD AND OF HIS WORTH. 'BLESSED ARE THE MERCIFUL, FOR THEY SHALL OBTAIN MERCY' / Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hall/ Alfredo Carlo/ Tommaso/ Inghilterra/ Firenze/ 16 Settembre/ 1877/ Anni 67/ 1406/ N&Q 46. Alfred Chas Hall, of Camerata, s. of Rev Thos Hall, b. 23 June 1819, ob. 16 Sept 1877. Erected by his family. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27-28N/ D34/ 338 ALEXANDER HALL/ SCOZIA/
INGHILTERRA

Ha un figlio,
D38/ BULKELEY HALL, anche lui sepolto in questo Settore. Sembra che un altro figlio, Alexander Charles, abbia fatto da tutore al figlio di Maquay. Questi Hall non sono imparentati gli Hall già visti.



Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1863. Ambito toscano. Piedistallo in pietra serena, monumento andato perduto. [P.s.: A: 30; L: 101; P: 67.2.] Iscrizione mancante.  Alexandre Hall, l'Angleterre/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 415.37/ GL23777/1 N° 338 Burial 03/11, Rev Pendleton; Baptism, GL20990 N° 214, Albert Tricodore bp 13/02/46 father Alexander Esq mother Mary Anne Jane, Rev Horne/ Times, late of Sloane-street, Belgravia, and Austin friars./ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hall/ Alessando/ / Inghilterra/ Firenze/ 1 Novembre/ 1863/ Anni 75/ 852/ See Bulkeley Hall/ N&Q 76. Alexander Hall, Esq. of London, ob. l Nov 1863, a. 75. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D28N/ D35/ 45/ 
JAMES SCUTT DWIGHT/ AMERICA/ SACRO ALLA MEMORIA DI JAMES SCUTT DWIGHT DI SPRINGFIELD MASS. STATI UNITI D'AMERICA. MORI' IL 24 FEBBRAIO ALL'ETA' DI 37 ANNI.

Il figlio di James Scutt Dwight e Mary Sandfoed Dwight di Springfield, Massachusetts.

 

Monumento. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 2/1831. Ambito toscano. Monumento in marmo bianco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 162; L: 61; P: 39; P.s. A: 44; L: 85.7; P: 62.7.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF JAMES S. DWIGHT/ OF SPRINGFIELD.MASS/ UNITED STATES OF AMERICA/ DIED.FEBRUARY 24.1831/ AGED 37 YEARS/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Dwight/ See 1828-1844/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Giacomo/ / America/ 24 Febbraio/ 1831/ / 45/ N&Q 45. James S. Dwight, of Springfield, Mass, ob. 24 Febr 1831, a. 37. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D29N/ D36/ 589/
ALEKSANDR MICHAJLOVIC ZUKOVSKY/ RUSSIA/

Mikhail Talalay riporta che  è un Generale Maggiore di Suo Maestà Imperiale di Russia.

 

Tomba con croce, lastra, recinto in ferro. Zukovsky, Aleksandr Michajlovic/ Possibile intervento di consolidamento. Joukowsky/ Magg: Gen: Alessandro/ / Russia/ Firenze/ 6 Febbraio/ 1856/ Anni 43/ 589/ Aléxandre Joukowsky, Petersburg, Empire de Russie, General Major au service de Russie/ Talalay: /23.8.1812 - Firenze 6.2(25.1).1856; 'general-maggiore al seguito di Sua Maesta l'Imperatore', MFK; Epitaffio: upokoj Gospodi dusu raba Tvoego/ Accogli in pace, Signore, l'anima del Tuo schiavo. Q 219: 175 PaoliChiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
Жуковский Александр Михайлович, 23.8.1812 — Флоренция 6.2(25.1).1856, № 589 [“генерал-майор свиты Его Императорского Величества”, МКФ], упокой Господи душу раба Твоего.

D29N/ D37/ 1176MARY ELPHINSTONE CHARLOTTE (ANSTRUTHER-THOMSON) CAMPBELL/ SCOZIA/
INGHILTERRA/ MARY ELPHINSTONE CHARLOTTE MOGLIE DEL REV. ANDREW RAMSAY CAMPBELL, RETTORE DI ASTON NELLO YORKSHIRE. NACQUE IL 17 GENNAIO 1817 E MORI' IL 4 LUGLIO 1872. QUI TROVIAMO L'AMORE, NON PER L'AMORE CHE NOI AVEVAMO PER DIO MA PER L'AMORE CHE DIO AVEVA PER NOI.

Almanacco nobiliare: Il padre del marito era il figlio di Sir Archibald Campbell di Succoth, secondo Baronetto e Rettore, fra il 1853 e il 1872, a Aston, Yorkshire. Avevano tre figli maschi e due figlie femmine.  Esistono tre Palazzi Corsi a Firenze, uno in via Tornabuoni, uno in via dei Benci e un altro in via dell'Oriuolo.


 

Tomba gotica. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1872. Ambito toscano. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 44; L: 62; P: 199; P.s. A: 32; L: 51; P: 202.5; RF: A: 63; L: 80; P: 210] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: MARY ELPHINSTONE CHARLOTTE WIFE OF THE REVEREND ANDREW RAMSAY CAMPBELL// RECTOR OF ASTON// YORKSHIRE BORN JANUARY 17TH 1817 DIED JULY 4TH 1872/ HEREIN IS LOVE NOT THAT WE LOVED GOD// BUT THAT HE LOVED US .[I John IV].10 Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Maria Campbell, l'Angleterre/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 562, C/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N°445, Palazzo Corsi, Burial 06/07, Rev S B Burtcheall, rectified entry, Rev Tottenham, 20/12/72/ Pall Mall Gazette/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Campbell nata Thomson/ Maria/ Giovanni/ Inghilterra/ Firenze/ 4 Luglio/ 1872/ Anni 55/ 1176/ + / N&Q 44. Charlotte, w. of the Rev Andrew Ramsey Campbell, Rector of Aston, Yorks, b. 17 Jan 1817, ob. 4 July 1872/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D29P/ D38/ 529/ BULKELEY HALL/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI BULKELEY HALL, FIGLIO DI ALEX HALL ESQ. DI LONDRA. MORI' IL 2 FEBBRAIO 1854.

Il figlio di
D34/ ALEXANDER HALL, anche lui sepolto in questo Settore. Questi Hall non sono imparentati con gli Hall che si trovano vicino a Horace Hall.


 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 2/1854. Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo sporco, nella parte retrostante croce in marmo, ora mancante. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 23; L: 87.3; P: 174.5; P.s. A: 37; L: 146; P: 272.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY/ OF/ BULKELEY HALL/ SON OF ALEX HALL ESQUIRE LONDON/ WHO DIED 2 FEBRUARY 1854/ 529/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Bulkely Hall, Londres, Grande Bretagne, fils de Alexandre Hall/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 680/ Q 108: 279 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 195 Burial 04/02, Rev Greene (A51)/  Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hall/ Bulkeley/ Alessandro/ Inghilterra/ Firenze/ 2 Febbraio/ 1854/ Anni 23/ 529/ See Alexander Hall/ N&Q 79. Bulkeley, s. of Alexander Hall, Esq., of London, ob. 2 Feb 1854, a. 23. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D30N/ D39/ 1326/ ADELE SARA (BOLENS) CAPELLO MESTREZET/ PIEDMONT/ITALIA/ ICI REPOSE/ ADELE CAPELLO/ NEE BOLENS/ VEUVE MESTREZET/ NEE A TURIN/ LE 3 DECEMBRE 1836/ DECEDEE A FLORENCE/ LE 31 AOUT 1875/ 1326/

Nacque a Torino in una famiglia ebrea, mentre Mestrezet è un nome ginevrino calvinista. Il suo secondo marito si chiamava Capello, forse fiorentino?. La sua tomba è grandiosa, simile a quella di
AB10/ MARY LOUISA (BRIGGS) KING nel Settore AB e CATHERINE LOUISA ADAMS KUHN, nel Settore E. Quest'ultima fu distrutta dai vandali e prima si trova sul viottolo all'esterno delle tombe, la base è vicino alla nicchia vuota sul muro posteriore, il tamburo si trova sotto a questo Settore.

 

Croce  gotica. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 8/1875. Ambito toscano. Croce gotica in marmo su basamento ottagonale in marmo bianco, recinto in marmo e ferro. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 266; L: 94; P: 94; RMF: A: 45; L: 113; P: 198.]  Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ICI REPOSE/ ADELE CAPELLO/ NEE BOLENS/ VEUVE MESTREZET/ NEE A TURIN/ LE 3 DECEMBRE 1836/ DECEDEE A FLORENCE/ LE 31 AOUT 1875/ 1326/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Capello nata Bolens/ Adele Sara/ Luigi/ Svizzera/ Firenze/ 31 Agosto/ 1875/ Anni 39/ 1326/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D30O/ D40/ 1201/ SIR ROBERT KEITH ARBUTHNOT/ SCOZIA/ SIR R. K. ARBUTHNOT BART. NACQUE A EDIMBURGO IL 9 SETTEMBRE 1801 E MORI' A FIRENZE IL 4 MARZO 1873. ANCHE COLORO CHE DORMANO IN GESU' PORTERANNO DIO CON SE'. NON E' MORTO MA E' SOLTANTO SDRAIATO A DORMIRE NEL DOLCE RIFUGIO DEL PETTO DEL SUO MAESTRO, LONTANO DALLA TRISTEZZA, LA FATICA E IL PIANTO. NON E' MORTO, RIPOSA SOLTANTO. I RESTI FURONO TRASLATI AL CIMITERO DEGLI ALLORI IL 17 MARZO 1882.

Quando abitava a Ahmedabad e Bombay gli nacque la figlia. Una delle camere interne nella Grande Piramide si chiama “La camera di Lady Arbuthnot”, la moglie canadese sepolta insieme al marito al Cimitero degli Allori. Il Morning Post non riporta un necrologio ma, invece, il testamento e il codicillo, firmato dagli esecutori JohnAlves Arbuthnot, Archibald Francis Arbuthnot, Hugh Gough Arbuthnot e il Rev. Robert Keith Arbuthnot. Il testamento fu redatto a favore della vedova e i figli con l'eccezione soltanto di una rendita annuale per un domestico. La famiglia è imparentata coi Wedderburn (
D90/ ROSSLYN JANET (MACKENZIE) WEDDERBURN). I loro discendenti sono i Capponi di Firenze e il Visconte Gough.

 

Lastra. Scultore, Giuseppe Bondi. Sec. XIX, post 3/1873. Ambito Toscano. Lastra in marmo con croce celtica in marmo che richiama le croci celtiche presenti nel Cimitero 'Agli Allori'. [M: A: 30; L: 71;  P: 149.] Iscrizione sepolcrale in lingua inglese in lettere capitali e numeri arabi in piombo: SIR R.K. ARBUTHNOT BART/ BORN IN EDINBURGH 9TH SEPTR 1801/ DIED AT FLORENCE 4TH MARCH 1873/ EVEN SO THEM ALSO WHICH SLEEP IN JESUS WILL GOD BRING WITH HIM/ 1 THESS IV.14/ HE IS NOT DEAD BUT ONLY LIETH SLEEPING/ IN THE SWEET REFUGE OF HIS MASTER'S BREAST/ AND FAR AWAY FROM SORROW TOIL AND WEEPING/ HE IS NOT DEAD BUT ONLY TAKING REST [Matt. 9.24; Mark 5.39; Luke 8.52]/ REMAINS REMOVED TO THE CEMETERY OF THE ALLORI/ MARCH 17TH 1882/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Robert Arbuthnot, l'Angleterre, rentier, fils de Sir Guillaume/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 744, D/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 451, son of the late Sir William, Rev Peirce Connolly assisted by Rev Tottenham. via San Fieruccio, 5/ Morning Post/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 31. Arbuthnot/ Roberto/ Guglielmo/ Inghilterra/ Firenze/ 4 Marzo/ 1873/ Anni 73/ 1201/ N&Q 56. Sir R.K. Arbuthnot, Bart, b. in Edinburgh, ob. 4 March 1873. Remains removed to the Allori Cemetery, 17 March 1882/ Henderson/ Belle Arti 1993-1997 scheda/°=Conte Neri Capponi, Viscount Gough. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D30O/ D41/ 1167/ WALTER BRADFORD/ 
INGHILTERRA/ WALTER BRADFORD MORI' IL 14 MAGGIO 1872 ALL'ETA' DI 18 ANNI. BEATI SIANO I PURI DI CUORE.


Ha 18 anni quando muore a Firenze.


 

Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1872. Ambito toscano. [M: A: 130; L: 70; P: 8; P.s. A: 15; L: 44; P: 41.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: WALTER BRADFORD/ DIED 14 MAY 1872/ AGED 18 YEARS/ BLESSED ARE THE PURE IN HEART/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Walter Bradford, l'Angleterre, fils di Victor/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 485, D/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N°437, Rev. Tottenham, Casa Molini, Lungarno Guicciardini, 13/ Times, Pall Mall Gazette/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 180. Bradford/ Gualtiero/ Vittorio/ Inghilterra/ Firenze/ 14 Maggio/ 1872/ Anni 18/ 1167/ +/ N&Q 46. Walter Bradford, ob. May 1872, a. 18. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D30O/ D42/ 1203
/ LUCIA ALTROCCHI/ AMERICA/ITALIA/
LUCIA ALTROCCHI E' NATA IL 22 GIUGNO 1855 E MORTA IL 2 APRILE 1873.


Una americana. Figlia di Domenico Altrocchi del New Jersey. Nel 1870 dal Connecticut egli scrive, parlando di lei,  “la mia bambina “Lucietta”, ha la febbre e la tosse  e  lui è in ansia per lei anche per altre ragioni.


   

Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX,.post 4/1873. Ambito toscano. Croce del Golgota scolpita in marmo a finto tronco d'albero, recinto in marmo e ferro a corda annodata. [M: A: 136; L: 46; P: 50; P.s. A: 17; L: 58; P: 58; RMF: A: 87; L: 83; P: 209.]
Iscrizione sepolcrale in lingua inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: LUCIA ALTROCCHI/ BORN JUNE 22ND 1855/ DIED APRIL 2D 1873/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 461, D/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Altrocchi/ Lucia/ Domenico/ Italia/ Firenze/ 2 Aprile/ 1873/ Anni 18/ 1203/ Belle Arti 1993-1997 scheda/ °=Silvia & Volkmar Schoen. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D29O/ D43/ 457/
JACQUES/GIACOMO PULT/ SVIZZERA/ D.O.M./ ALLA MEMORIA/ DI/ GIACOMO PULT/ SVIZZERO/ MORTO IN FIRENZE/ IL 4 GIUGNO 1831/ DE ANNI 1851/ QUESTA LAPIDA POSERO/ . . . DOLENTI

Proviene dall'Engadina, di lingua romancia, nel cantone dei Grigioni in Svizzera. Vd. A75/ FIORINO PULT, A102/ DOMENICO PULT, D134/ GIOVANNI PULT,


 

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1831. Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo spezzato e sporco. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 22; L: 67; P: 147.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: D.O.M./ ALLA MEMORIA/ DI/ GIACOMO PULT/ SVIZZERO/ MORTO IN FIRENZE/ IL 4 GIUGNO 1831/ DE ANNI 1851/ QUESTA LAPIDA POSERO/ . . . DOLENTI/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: 3 Juin, Sent dans l'Engadine, Canton des Grisons, Cafetier, agé 58 ans, fils de Jean Pult/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Pult/ Giacomo/ / Svizzera/ Firenze/ 3 Giugno/ 1851/ Anni 60/ 457. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D29O/ D44/ 184/ CHARLOTTE (PARKE) NEGLE/ JAMAICA/ SACRO ALLA MEMORIA DI CHARLOTTE, FIGLIA DI WILLIAM PARKE DELL'ISOLA DELLA GIAMAICA E VEDOVA DI GILBERT NEVILLE ESQ. MORI' A BAGNI DI LUCCA L'8 SETTEMBRE ALL'ETA' DI 53 ANNI, BENEDETTI  SIANO I MORTI CHE MUOIANO NEL SIGNORE.

Il padre ha un memoriale nella Chiesa di St. James, Hampstead Road, Surrey. “SACRO ALLA MEMORIA DI WILLIAM PARKE ex  del Hermitage di St. Ann nell'isola di Giamaica. Nacque il 5 novembre 1752 e morì il 27 aprile 1813 all'età di 61 anni.  Lei muore a Bagni di Lucca. Abbiamo, inoltre, notizie di un successivo matrimonio fra membri della famiglia con nomi simili: “Kemble, (On.) Edward, Giudice dell'Alta Corte a Giamaica 186.-70, Avvocato il 30 gennaio 1846 (figlio minore di Gideon Kemble Esq. Di Kingston Giamaica, dec.) sposato il 2 settembre 1858, Charlotte, quarta figlia femmina di William Parke Esq. Dei Thickets, St. Anne, Giamaica, probabilmente una nipote.

 

Urna su colonna. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 9/1839. Ambito toscano. Colonna in marmo sormontata da urna. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 167; L: 39; P: 39; P.s. A: 20; L: 58; P: 58.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY/ OF CHARLOTTE/ DAUGHTER OF WILLIAM PARKE/ OF THE ISLAND OF JAMAICA ESQRE/ AND RELICT OF GILBERT NEVILLE NEGLE ESQRE DIED AT THE BATHS/ OF LUCCA 8TH SEPT 1839/ AGED 53/ BLESSED ARE THE DEAD WHICH/ DIE IN THE LORD/ Records, Guildhall Library, London: GL 23773/4 N° 76: Burial 12-09, Rev Tennant (F49)/ 's Oxford Journal/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Neyle/ Carlotta/ / / Bagni di Lucca/ 8 Settembre/ 1839/ Anni 56/ 184/ N&Q 58. Charlotte, d. of Wm Parke, Esq. of Jamaica, and w. of Gilbert Neville Negle, Esq, ob. at the Baths of Lucca, 8 Sept 1839, a. 53. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D28O/ D45/ 190/ CAROLINE CATHERINE LETITIA (ST LEGER) ALCOCK/ IRELANDA/ SACRO ALLA MEMORIA DELL'ON. CAROLINE CATHERINE LETITIA ALCOCK, MOGLIE DEL TENENTE COLONNELLO THOS. ALCOCK E SORELLA DEL DEFUNTO HAYES LEGER, VISCONTE DONERAIL DI DONERAIL, IRLANDA. LASCIO' QUESTA VITA IL PRIMO FEBBRAIO 1840 ALL'ETA' DI 66 ANNI.

Viene riportata nel Debrett come figlia del primo Visconte Donerail. Suo marito ha pubblicato On the Terms of Peace with Russia, 1856. Il nipote di quest'ultimo posa una lapide alla sua memoria nella chiesa dedicata a St. Andrew che costruisce a Kingswood: “L'altro memoriale, sulla parete settentrionale del presbiterio, è dedicato al Tenete Colonnello Thomas Alcock, al quale, già in età avanzata, viene chiesto di posare la prima pietra della chiesa nel 1848. Era ancora presente alla consacrazione quattro anni più tardi. In fondo al memoriale lo stemma impalato degli Alcock e dei St. Leger.


 

Sarcofago. Scultore: Pietro Bazzanti, Signature/Firma: P.BAZZANTI.F. Sec. XIX, post 2/1840. Ambito toscano. Sarcofago in marmo bianco inciso,marmo molto sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 130; L: 141.2; P: 80.5; P.s. A: 35; L: 144; P: 83; R: A: 58; L: 220; P: 164.] Iscrizione sepolcrale in lingua inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY/ OF THE HONORABLE/ CAROLINE CATHERINE LETITIA ALCOCK/ WIFE OF LT COLONEL THOS ALCOCK/ AND SISTER OF THE LATE HAYES ST LEGER/ VISCOUNT DONERAIL OF DONERAIL IRELAND/ WHO DEPARTED THIS LIFE ON THE 1ST OF/ FEBRUARY 1840 AGED 66/ 190/ Records, Guildhall Library, London:  GL23774 N° 1 Burial 03/02 Rev. Tennant (F49)/ Henderson/ Hampshire Telegraph, Illustrated London News/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 16. Alcock nata St Leger/ Carolina Caterina Letizia/ / Inghilterra/ Firenze/ 1 Febbraio/1840/ / 190/ N&Q 59. The Hon. Caroline Catherine Letitia Alcock, w. of Lt Col Thos Alcock and s. of the late Hayes St Leger, Viscount Donerail, ob. 1 Febr 1840, a. 66/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27O/ D46/ 284/ REBECCA BOND COLE/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI REBECCA . . . /.QUESTO UMILE TRIBUTO VIENE POSATO AL VALORE TOLTO DALLA FIGLIA GRATA E DESOLATA, INSIEME ALLA MEMORIA DI ELISA ANNA MOORE, CHE LASCIO' QUESTA VITA IL 18 SETTEMBRE 1845. DORMANO NELLA PACE DEL SIGNORE.

La figlia di una madre anziana posa una lapide ricordando un'altra sepoltura di una parente, una anziana vedova.
469/ WILLIAM COLE, fra le tombe perdute, potrebbe essere un altro parente.

WILLIAM COLE/  INGHILTERRA/ GL 23777/1 N°164, Burial 30/12, Rev O'Neill/ Cole/ Guglielmo/ / Inghilterra/ Firenze/ 28 Dicembre/ 1851/ Anni 52/ 469/
E' inglese, i suoi parenti potrebbero essere D46/ REBECCA BOND COLE, ELIZA ANN (COLE) MOORE.
 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1844. Ambito toscano. Lastra in marmo spezzata rialzata su basamento in pietra serena, marmo sporco, recinto con quattro colonnini scanalati. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 9; L: 76; P: 145; Ps A: 59; L: 146; P:.211.]  Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi SACRED TO THE MEMORY OF/ REBECCA . . . / THIS HUMBLE TRIBUTE TO DEPARTED WORTH IS RAISED BY HER GRATEFUL AND AFFLICTED DAUGHTER, AND ALSO TO THE MEMORY OF ELISA ANNA MOORE WHO DEPARTED THIS LIFE SEPTEMBER 18 1845 THEY SLEEP IN THE PEACE OF THE LORD  Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 65 : Rebecca Bond Cole, died 23 April 1844 and was buried in the Protestant burial ground at Florence the 25th April 1844, aged 74 years, by me George Robbins (E101), Chaplain/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Cole Bond/ Rebecca/ / Inghilterra/ Firenze/ 23 Aprile/ 1844/ / 284/ ELIZA ANN (COLE) MOORE/ ENGLAND/ Moore nata Cole/ Vedova Elisa Anna +/ N./ Inghilterra/ Firenze/ 10 Settembre/ 1875/ Anni 86/ 1328/ see Cole/ N&Q 59. Rebecca Bond Cope (sic), ob. 23 Apr 1845. Erected by her daughter. Also Elisa Anna Moore, ob. 18 Sept 1845. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27N/ D47/
523/ JACQUES AUGUSTIN GALIFFE/
SVIZZERA/

Inizialmente pensavamo che le tre basi di tombe nel Settore A (
A57-59 Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1853. Ambito toscano. Basamento privo della lastra. [P.s.: A: 12; L: 82; P: 160.])   fossero per tre membri della famiglia Galiffe, però, altri indizi indicano, invece, che furono sepolti nel Settore D a D47. Tombe che credevamo fossero del marito e della moglie Pellew. Il Pastore Luigi santini scrisse a riguardo di Jacques Galiffe che questo storico e genealogista ginevrino (nello stile di Sismondi, un suo contemporaneo), visse e lavorò come mercante, per qualche tempo, in Olanda, Germania e  Russia, ritornando a Ginevra durante il periodo napoleonico per poter condividere le difficoltà della città. Ritornando alla storia, era , in qualche senso il primo storico ginevrino ad adoperare fonti documentarie e d'archivio con intento scientifico. Però i risultati della sua ricerca storica, spogliati degli artefici e dell'adulazione, lo resero al centro di tale controversia e ostilità che, alla fine, preferì emigrare a Firenze. L'Italia gli deve il primo studio sistematico degli esiliati religiosi italiani del sedicesimo secolo. Sua figlia Sophie (1825-1841) e la seconda moglie Amelie Franco Pictet (1790-1872), figlia di Charles Pictet, delegato svizzero al Congresso di Vienna, sono, altresì, sepolti nel Cimitero: Sul web troviamo, in inglese, il seguente resoconto: “Jacques (james) Augustin Galiffe (figlio di Barthelemy Galiffe e Marie Naville, fratello del Colonnello Jean-Pierre, nacque il 7 aprile 1776, figlioccio di Jacques Rilliet-Plantamour e Augustin de Candoll – storico e genealogista. I suoi studi, per la magistratura e la diplomazia non furono, purtroppo, portati a termine a causa della Rivoluzione che rovinò la sua famiglia e lo costrinse a emigrare. Avendo una facilità per le lingue e volontà per il lavoro, iniziò a fare il mercante, cosa per cui non aveva nessuna vocazione, ma era l'unico lavoro con cui potesse acquisire i mezzi per rendersi indipendente. Oltre al latino, al greco, delle quali era  maestro, parlava e scriveva l'inglese come lingua madre, conosceva il tedesco, l'olandese, il russo, lo spagnolo e l'italiano, riuscendo, con quest'ultimo a conversare nei dialetti popolari. Questa conoscenza gli permise di ottenere posti importanti nelle migliori banche di Londra, Olanda, Germania e Russia. Ciò nonostante, questi lavori non gli impedirono di continuare i suoi studi preferiti, la letteratura, le lingue e, innanzi tutto, la storia. I suoi viaggi frequenti gli dettero l'opportunità di studiare nelle biblioteche e negli archivi più importanti d'Europa. Profondamente attaccato alla sua terra natia, rimase zelante per ciò che chiamava “la buona causa”, il trionfo della quale era l'unica cosa che avrebbe potuto ridare l'indipendenza della sua Ginevra.
Nel 1798 quando Lord Carlisle presentò una mozione in Parlamento, per aiutare gli svizzeri contro i francesi, Galiffe si propose per l’incarico difficile di intermediario. Era spesso in comunicazione con i membri del Parlamento, il Duca di Portland, Lord Fitzwilliam, Lord Grenville e il famoso Pitt, il cui sostegno era indispensabile. Trovando che le negoziazioni andavano a rilento, non esitò a sacrificare la sua posizione eccellente a Londra per procedere, insieme a qualche amico, e decidettero di arrivare al loro obiettivo nel modo migliore che le circostanze permettevano. Notizie negative dal teatro di guerra lo fermarono e si arruolò, come volontario, nella Milizia formata in Inghilterra quando era imminente l’invasione francese. Dopo diversi anni, passati in Olanda a Gottingen, ad Amburgo e a Berlino, nel 1805 entrò nella ditta del Barone de Rall, banchiere della Corte Imperiale a San Pietroburgo. L’allora Primo Ministro M. de Speransky gli fece delle offerte allettanti per entrare nel Servizio Civile Russo, nonostante ciò il timore di perdere la sua indipendenza lo portò a rifiutare, come per proposta di dirigere la Banca Nazionale Russa, il quale era, a quel tempo, in discussione. Fu durante questo periodo della sua vita che svolse una corrispondenza molto interessante con Mme. De Stael.



Quando gli giunsero notizie che l’indipendenza di Ginevra era seriamente minacciata dal ritorno di Napoleone, Galiffe rinunciò a un futuro dorato in Russia, ritornò a Ginebra  e si arruolò come soldato semplice nel contingente ginevrino, nel quale servì durante la campagna Franche-Comte, prima come Segretario del Personale e poi come Ufficiale. Nel 1816, dopo la morte dei genitori, andò in Italia e nel suo primo libro, “Italy and its Inhabitants”, pubblicato (in inglese) a Londra, raccontò dei suoi viaggi. Le recensioni del libro lo descrissero come il migliore del genere. Nel 1820 i fratelli Brougham, designati dalla Difesa della Regina Carolina, lo chiamarono a Milano ben due volte, dove la sua assistenza indispensabile  fu richiesta durante il famoso processo. Tornato a Ginevra si sposò e ci visse fino al 1841, si mise a studiare la storia del suo paese e ci lavorò fino alla morte. Nominato alla “Commission des Archives” si incaricò da solo e gratis di riordinare e catalogare migliaia di documenti che erano stati negletti dai tempi della Rivoluzione, i quali erano stati, durante l’occupazione straniera, lasciati in uno stato di caos e di sporcizia. Per più di vent’anni persistette in questo lavoro faticoso, con uno zelo che minò la sua salute. Comunque né la sua malattia né le sue infermità, neanche le difficoltà causate dall’ignoranza e il disprezzo di coloro che l’avrebbero dovuto aiutare, lo fermarono nel suo intento di completare il lavoro. Non solo ricostruì gli Archivi di Ginevra e salvandoli dalla distruzione certa ma cercò ogni tipo di informazione necessaria per controllare e completarli, non solo negli archivi di città vicine ma in tutta la Svizzera, nei registri delle parrocchie, nei castelli della Loira, nel  Pays de Gex, a Lione, Dijon, Parigi, Chambery, Torino, Lucca e Firenze. Dal 1829 al 1831 pubblicò, come primo risultato del suo lavoro, due volumi di “Materials for the History of Geneva” e due volumi di “Genealogical Notices on Genevese Families”, (il terzo fu pubblicato nel 1835). La sua reputazione di storico di Ginevra fu stabilita ma soltanto gli esperti possono capire la mole di lavoro che questi libri rappresentano. Nel 1827 Le “Letters on the Middle Ages”, indirizzate da Galiffe allo  storico Schlosser, sono l’ultimo lavoro storico che pubblicò. Schlosser dichiarò, nel suo “Heidelberger Yahrbucher 1839” che era il migliore e più edotto saggio che avesse mai  letto,  riguardo alla conoscenza e al criticismo. Le “Letters Written from Paris” erano destinate a  un amico intimo, Lord Brougham, Cancelliere  dell’Inghilterra. Furono pubblicati nel 1830 su richiesta di alcune persone alle quali erano state comunicate e che furono colpite dalla previdenza meravigliosa con cui l’autore anticipò gli eventi e la soluzione della situazione politica in Francia. Tuttavianon ebbe nessun incarico a Ginevra, a parte quello di Consigliere Municipale per il Comune di Satigny, dove prese parte attiva in tutte le discussioni politiche e religiose. Era pieno di simpatia riguardo i princìpi dell’aristocrazia ma allo stesso tempo li criticava quando si oppose al progresso, del quale era un sincero partigiano e, in conseguenza, qualche volta si sentiva a disagio quando il compromesso era considerato una dottrina del sistema politico. Fu un protestante convinto e se si dichiarava nemico del sistema del dogma calvinista, era un ardente difensore della libertà di credo e, nel 1835, si oppose, in modo appassionato,alla celebrazione del Giubileo della Riforma che considerava uno sbaglio capace di causare discordia fra i cittadini delle due religioni,  (Lettres a un pasteur du Canton, 1835). Il pubblico, in generale, conosce soltanto una parte delle opere di Galiffe perché la parte maggiore è ancora inedita. Oltre ai suoi scritte relative a tutti i rami della storia di Ginevra, lasciò un gran numero di disegni, note, estratti e recensioni storici, letterari e artistici, studi sulle lingue e uno scritto genealogico molto dotto che parlava dei casati di Principi e Conti dell’Europa meridionale e centrale. Spiegò il periodo più oscuro del Medioevo e infine ebbe una corrispondenza voluminosa.  L’ultima parte del suo lascito letterario non è l’oggetto meno interessante perché  Galiffe era in corrispondenza con le persone più importanti del periodo e di molti paesi. A quelli già nominati, Mme. De Stael e Lord Brougham (Lord Cancelliere dell’Inghilterra e un amico intimo) aggiungiamo Mr Backhouse, Ministro degli Esteri e Lord Grosvenor, poi  il Marchese di Westminster. Fra politici e statisti c’erano: Lord Fitzwilliam, Vicere in Irlanda, Lord Carlisle, Lord Palmerston, William Russell, Capo d’Istria, Marchese Luchesini  Ambasciatore in Prussia, il Conte Rossi, il Barone Stein, Wickham, Ministro Britannico con l’Esercito dei Principi. M. de Speransky Primo Ministro della Russia e il Conte J de Maistre. Fra gli Storici, Messrs de Barante, Thierry, Mignet, Michelet, Sismondi, Schlosser, Karamzine, Viasemsky, e in Svizzera, de Mulinen, de Grenus, d’Estavayer, de Gingins, de Charriere. Fra i  Professori: Fellenberg e Bonstetten. Fra  le autrici: Lady Charlotte Bury, Mme de Montolieu, Miss Edgeworth, Mme. Necker de Saussure. Fra i musicisti: Dusseck,C M de Weber, Steibelt, Field e Abbe Litz per il quale aveva scritto la sua prima lettera di raccomandazioni. Galiffe era il primo a incoraggiare il poeta C Didier. Assistette nel  proseguo dei suoi studi, al suo vantaggio, il famoso naturalista Agassiz ecc. ecc. Come storico di Ginevra Galiffe è certamente il pioniere della scuola moderna della Storia. Le sue pubblicazioni, prese direttamente dai documenti, hanno colpito molti per  via del discredito che sembravano applicare alle idee convenzionali della vecchia scuola, considerate dal partito dominante una specie di Palladium. Stanco delle preoccupazioni causate dalle sue polemiche appassionate, preferì andare a vivere in Toscana con la famiglia, senza aspettare le reazioni politiche che aveva previsto. Morì a Firenze il 15 dicembre 1853.
Vedi “Notice on the life and works  of J A Galiffe “ – D’un siecle a l’autre Journal de Geneve  31 dicembre 1853 – Memoires de la Societe d’histoire et d’archeologie 1854 – Les etudes  genealogiques a Geneve , del Prof. Ritter – Histoire de Geneve, di Gaullieur.
Il primo matrimonio il 20 ottobre 1817 con Elizabeth Philippine, unica figlia di Jean Antoine de Claparede,, Presidente del tribunale Civile e di Alexandrine-Jeanne-Antoinette Dunant, che morì il 18 aprile 1825. Secondo matrimonio : il 26 maggio 1827 con Amelie Francoise, figlia di Charles Pictet, Consigliere Onorario, Ministro plenipotenziario della Confederazione Svizzera al Congresso di Vienna, Parigi e Torino e di Sara de Rochemont che morì a Firenze il 14 agosto 1872. Dal primo matrimonio ebbe Jean-Barthelemy e Sophie Anne Marie Catherine che nacque il 16 aprile 1825, figlioccia del Principe Pierre Andreiowitch Viasemsky, morì a Firenze il 14 novembre 1841.  Sophie dimostrò una grande predisposizione per la letteratura e per la musica. Jean (John) Barthelemy Gaifre Galiffe nacque a Ginevra il 31 luglio 1818, figlioccio di John Thellusson, Lord Rendlesham e di John Backhouse del Ministero degli Esteri a Londra e de Mme Thellusson- Ployard.

   

Tabernacolo. Sec. XIX, post 9/1849. Ambito toscano. Tabernacolo in marmo scolpito con elementi gotichi, recinto in pietra serena. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 254; L: 64; P: 25; RM: 2.5; L: 286; P: 186; RPs: A: 77; L: 300; P: 227.] ( Eglise Evangelique-Reformèe de Florence Règistre des Morts: Jacques Augustin Galiffe, Genève, Confederation Suisse, Rentier/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 362/ Q 98: 300 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Galiffe/ Giacomo A./ / Svizzera/ Firenze/ 15 Dicembre/ 1853/ Anni 77/ 523. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D27N/ D47B/ 228/ SOPHIE ANNE MARIE CATHERINE GALIFFE/ SVIZZERA/

Sophie Anne Marie Catherine nacque il 16 aprile 1825, figlia di Jacques Augustine Galiffe, figlioccia del Principe Pierre Andreiowitch Viasemsky. Morì a Firenze il 14 novembre 1841. Mostrò una predisposizione per la letteratura e la musica. Suo fratello, Jean (John) Barthelemy Gaifre Galiffe, che non è sepolto qui, studiò al Fellenberg Institute, Hofwyl; Dottore in Legge all’Università di Heidelberg  1842, Sindaco del Comune di Satigny 1853-1858. Deputato al Gran Consiglio (Consiglio Legislativo) 1854, Professore di Storia Naturale all’Accademia di Ginevra 1861-1865, Console 1866 e poi Console Generale per la Danimarca con la Confederazione Svizzera 1883, rappresentò questo stato al secondo Congresso della Croce Rossa a Ginevra nel 1868 e al Congresso del Universal Postal Union a Berna nel 1875. Era membro (attivo, onorario o corrispondente) di quasi tutte le società storiche e archeologiche della Svizzera, dell’ Istituto Nazionale di Ginevra, il Comitato Reale della Storia Naturale dell’Italia, dell’Accademia della Savoia e della Società Archeologica delle Province renane, ecc. ecc. Cavaliere dell’Ordine Danese di Danebrog e dell’Ordine Italiano di St. Maurice et  Lazare. Morì il 25 febbraio 1890. Seguendo le orme del padre dedicò la maggior parte della sua vita agli studi della storia, dell’archeologia, la genealogia e l’araldica, per di più della Svizzera. Esperto quanto preciso e coscienzioso, lasciò una serie di opere poderosi, il cui valore  viene apprezzato sia a Ginevra sia all’estero. E’ meritatamente considerato uno dei primi e forse il meglio conosciuto degli storici  naturali ginevrini.


N° 135       Sophie Galiffe Claparede, fille de Jacques Galiffe de Genève, âgé
                  de 16 ½ ans, morte à Florence le 14 9bre, 1841, a été enseveli le 16
                  du même mois dans le cimetière del'Eglise évangelique de Florence
                                                               Mse Droin Pr~

Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Galiffe [Claparede]/ Sofia/ Svizzera/ Firenze/ 14 Novembre/ 1841/ Anni 16/ 228. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27N/ D47C/ 1178
AMALIE PICTET GALIFFE/
SVIZZERA/


Amelie Francoise, figlia di Charles Pictet, Consigliere Onorario, Ministro Plenipotenziario della Confederazione Svizzera al Congresso di Vienna, Parigi, Torino e di Sara de Rochemont,  moglie, poi vedova, di Jacques Augustin Galiffe. Morì a Firenze il 14 agosto 1872. Ebbe un vedovato lungo ma la consolazione della fama sia del marito che del padre. Sembra che le loro tombe siano andate perse ma il registro indica che Amelie Pictet Galiffe fu sepolta nel Settore C, che ora coincide con i Settori C e D. Il numero 1178 è inciso sul lato sinistro della
D47. La tomba della moglie dell' Ammiraglio Pellew venne ricollocata accanto a lui nel Settore A, A111-112.



Eglise Evangelique-Reforméée de Florence Régistre des Morts: Amalie Galiffe, fille de Charles Pictet/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 307, C/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Galiffe nata Pictet/ Amalia/ Carlo/ Svizzera/ Firenze/ 14 Agosto/ 1872/ Anni 82/ 1178. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D26O/ D48/ 473/ ROBERT MEEK/
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI ROBERT MEEK CHE LASCIO’ QUESTA VITA IL 25 MARZO 1852 ALL’ETA’ DI 42 ANNI.

Un parente (cognato) del
D59/ ELIZABETH S. (BUTLER) MEEK si trova in questo settore. Egli morì 18 anni prima di lei.


 

Cippo.
Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 3/1852. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco, marmo sporco, posto su basamento poggiante su lastra in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 102; L: 38; P: 9.5; P.s. A: 23; L: 56; P: 28.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED/ TO THE MEMORY OF/ ROBERT MEEK/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ MARCH 25 1852/ AGED 42 YEARS/ [inscription]/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Robert Meek, Angleterre/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 663/ Q9: 285 Paoli/ Q13: 20 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 167, Burial 27/03, Rev O'Neill/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Meek/ Roberto/ Tommaso/ Inghilterra/ Firenze/ 25 Marzo/ 1852/ Anni 42/ 473/ N&Q 61. Robt Meek, ob. 24 March 1852, a. 42. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D25O/ D49/ 533/ LYDIA(LEAH), CONTESSA BONFIL DI ST GEORGES/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI LYDIA BONFIL, VEDOVA DEL CONTE ST.GEORGE, CHE LASCIO’ QUESTA VITA IL PRIMO MARZO 1854 ALL’ETA’ DI 57 ANNI. LE LUNGHE SOFFERENZE FURONO SOPPORTATE CON LA PAZIENZA E LA RASSEGNAZIONE PER LA VOLONTA’ DI DIO. POSSEDEVA OGNI VIRTU’ CHE POSSA ADORNARE IL CUORE UMANO, STIMATA DA TUTTI COLORO CHE LA CONOSCEVANO, UNA AFFETTUOSA MOGLIE E SORELLA, UNA MENTE ANGELICA. DORME NELLA FELICITA’ E IL RIPOSO.

Una famiglia ebrea che gareggiò con i Rothschild per prestare soldi al governo greco  nascente, specularono con le azioni straniere incluso una Compagnia di perle e corallo.  Poi con i governi della Baviera e di Hannover smerciarono macchinari per la produzione e la rifinitura delle stoffe. Successivamente costruirono ferrovie in Italia e in Austria, specialmente la linea da Firenze a Prato e Pistoia, la Maria Antonia. Furono insigniti di titoli e stemmi dai Granducati di Toscana e di Lucca. Bonfil e Donkin (Settore C,
C52) lavorarono insieme importando macchinari industriali. La pietra memoriale del Conte fu trovata fra un mucchio di pietre bombardate ed è, al momento,  in restauro alla fine del quale sarà rimessa al suo posto.

 

Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 3/1854. Ambito toscano. Cippo in marmo, croce andata perduta, recinto in pietra serena, ferro mancante. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 121.5; L: 72.5; P: 21.5; RP.s. A: 46; L: 130.5; P: 208.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali: SACRED TO THE MEMORY OF/ LYDIA BONFIL RELIC OF THE/ COUNT ST GEORGE/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ THE 1 MARCH 1854/ AGED 57/ WHOSE LONG SUFFERINGS WERE BORNE/ WITH PATIENCE AND RESIGNATION/ TO THE WILL OF GOD/ WITH EVERY VIRTUE/ THAT COULD ADORN THE HUMAN HEART/ ESTEEMED BY ALL WHO KNEW HER/ A LOVING WIFE AND SISTER/ AN ANGELIC MIND/ SHE SLEEPS IN HAPPINESS/ AND REPOSE/ - / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Lydia, Comtesse St George, rentier/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 762/ Q 115: 473 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 19, Rev Greene (A51)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Bonfil de St Georges/ Contessa Lydia/ / Inghilterra/ Firenze/ 1 Marzo/ 1854/ Anni 58/ 533/ See Georges, St George/ N&Q. 55. Lydia Bonfil, relict of the Count St George, ob. 1 March 1854, a. 57. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

RALPH(RAPHAEL), CONTE BONFIL DI SAN GIORGIO/ 
INGHILTERRA/ SACRED TO THE MEMORY OF RALPH BONFIL/ COUNT ST GEORGE K.COM OF THE ORDER/ OF ST GIUSEPPE OF TUSCANY/ C. OF THE ORDER OF COSTANTINO OF PARMA/ AND ST GEORGE OF LUCCA/ DIED THE 26 SEPTEMBER 1849/ AGED 57/ SINCERELY AND DEEPLY LAMENTED/ BY HIS BEREAVED WIDOW/ AND ALL NEAR AND DEAR TO HIM.
 
GL 23774 N° 138, husband to Contessa Lydia Bonfil de St Georges, died 26-09, aged 57, Burial 28-09, Rev. Robbins (E101)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Bonfil/ Raffaello/ / Inghilterra/ Firenze/ 26 Settembre/ 1849/ 413/ N&Q 45. Ralph Bonfil, Count of St George, Com. of the Order of San Giuseppe of Tuscany, Com of the Orders of Constantiniano of Parma and St George of Lucca, ob. 26 Sept 1849. Erected by his widow. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25O/ D50/ 81/
GAUDENZIO MERCADANTI/ SVIZZERA/ GAUDENZIO/ DI/ BALDASSARE E MARIA/ MERCADANTI/ NATO IL 15 GENNAIO 1832/ MORTO IL 22 AGOSTO 1833/// TU CH'A LE SCULTE NOTE/ HOR VOLGI L'ORME/ LEGGILE PUR MA PIAN/ SI CHENON DESTI/ CH'EGLI ESTINTO NON E/ MA POSA E DORME// DEPOSTO AI BEL FANCIULLO/ IL CARO IMPACCIO/ DELLE TUE MEMBRA/ IN PICCOL MARMO CHIUSE/ PER ALZARTI PIU LIEVE/ AL CIEL VOLANDO

Di nuovo un gruppo di tombe appartenente a una famiglia svizzera. Questa grande tomba è per un bambino di un anno. Sulla tomba accanto il bambino piange per la madre (MARIA MERCADANTI, D52) che morì quindici giorni dopo il parto.

 

Monument. Scultore: Pietro Bazzanti.
Sec. XIX, post 8/1833. Ambito toscano. Colonna scanalata sormontata da un'urna poggiante su zoccolo in marmo a zampe leonine in rame. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 160; L: 55; P: 56; P.s. A: 11; L: 111; P: 111.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: GAUDENZIO/ DI/ BALDASSARE E MARIA/ MERCADANTI/ NATO IL 15 GENNAIO 1832/ MORTO IL 22 AGOSTO 1833/// TU CH'A LE SCULTE NOTE/ HOR VOLGI L'ORME/ LEGGILE PUR MA PIAN/ SI CHENON DESTI/ CH'EGLI ESTINTO NON E/ MA POSA E DORME// DEPOSTO AI BEL FANCIULLO/ IL CARO IMPACCIO/ DELLE TUE MEMBRA/ IN PICCOL MARMO CHIUSE/ PER ALZARTI PIU LIEVE/ AL CIEL VOLANDO/  See N° 82 1828-1844/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Mercadant/ Gaudenzio/ / Svizzera/ Firenze/ 22 Agosto/ 1833/ Mesi 18/ 81/Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25P/ D51/ 489/
BALDASSARE MERCADANTI/ SVIZZERA/

Vent'anni più tardi un altro Baldassare viene sepolto vicino a loro -who? Egli è il figlio di Giuseppe Cristiano Mercadante (D102). Due anni dopo Baldassare Cristiano Mercadante sarà sepolto nel Cimitero ma la tomba non esiste più. La famiglia proviene dai Grigioni.
535/ BALDASSARE CRISTIANO MERCADANTI/ SVIZZERA/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 440/ Q 117: 175 Paoli/ Mercadant/ Baldassare Cristiano/ / Svizzera/ Firenze/ 5 Marzo/ 1854/ Anni 70/ 535.
Dai Mercadanti, Settore D, dove vediamo che i pasticceri a Firenze potevano prosperare e permettersi gran funerali e grandiose tombe.
 

Lastra. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 10/1852.
Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 18; L: 67; P: 139; P.s. A: 19; L: 73; P: 145.] I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 410/ Q 36: 145 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Mercadant/ Baldassare/ Giuseppe/ Svizzera/ Firenze/ 8 Ottobre/ 1852/ Anni 21/ 489. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25O/ D52/ 57/ 
MARIA MERCADANTI/ SVIZZERA/ QUI RIPOSANO IN PACELE CENERI DI MARIA MERCANDATI/ NATA TUN/ NATIVA DI REMIS IN SVIZZERA/ IN ETA DI ANNI 23 DOTATA DI VIRTU/ OLTRE OGNI CREDERE/ CHE DOPO PENOSA/ E BREVE MALATTIA/ PARTI DAI VIVENTI/ IL 29 GENNAIO 1832/ LASCIANDO DI SE MEMORIA/ IN FIGLIO DI GIORNI 15/ L'INCONSOLABILE CONSORTE/ BALDASSARE MERCADANTI/ ALLE SPOGLIE MORTALI/ QUEST'URNA POSE// PIANGE IL BAMBINO LA MADRE/ ESPRIMAMENTE COSI/ PERDEI QUEN BEN CHE SOLO/ SORGEVA I GIORNI MIEI/ PERDEI MIA CARA MADRE/ L'ANIMA DEL MIO CUOR/

Proviene da Thun nel cantone di Berna. Morì 15 giorni dopo la nascita del suo bambino Gaudenzio, il quale la segui l'anno successivo. Sulla tomba russa (
VARVARA ARSEN'EVNA KUDRJAVCEVA NATA NELIDOVA, D80) che si trova sotto alla loro, viene iscritto, dal marito desolato, una poesia dove egli si chiama “orfano” piuttosto che “vedovo” dalla vista di questo bambino piangente. Il restauro e la pulizia di questa tomba distrutta dai vandali  e perfino aperta, è stato molto impegnativo ma portato a termine da Daniel-Claudiu Dumitrescu.


 

Monumento. Marmista  ignoto, scuola di Bazzanti. Sec. XIX, post 1/1832.
Ambito toscano. Monumento in marmo scolpito, orfano piangente in stile classico. Rimando presente nella tomba russa sottostante. Intervento di restauro conservativo, Alberto Casciani/ Daniel-Claudiu Dumitrescu, 5/2010. [M: A: 147; L: 78.5; P: 161; P.s. A: 50; L: 111; P: 207.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: QUI RIPOSANO IN PACELE CENERI DI MARIA MERCANDATI/ NATA TUN/ NATIVA DI REMIS IN SVIZZERA/ IN ETA DI ANNI 23 DOTATA DI VIRTU/ OLTRE OGNI CREDERE/ CHE DOPO PENOSA/ E BREVE MALATTIA/ PARTI DAI VIVENTI/ IL 29 GENNAIO 1832/ LASCIANDO DI SE MEMORIA/ IN FIGLIO DI GIORNI 15/ L'INCONSOLABILE CONSORTE/ BALDASSARE MERCADANTI/ ALLE SPOGLIE MORTALI/ QUEST'URNA POSE// PIANGE IL BAMBINO LA MADRE/ ESPRIMAMENTE COSI/ PERDEI QUEN BEN CHE SOLO/ SORGEVA I GIORNI MIEI/ PERDEI MIA CARA MADRE/ L'ANIMA DEL MIO CUOR/ See N° 59 1828-1844/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Mercadant/ Maria/ / Svizzera/ Firenze/ 29 Gennaio/ 1832/ Anni 23/ 57/  Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24-25O/
D53/ 1133/ NICCOLO' ENRICO STUPAN/ SVIZZERA/

Questi piccoli bambini sono sepolti vicino alla nonna svizzera di lingua romancia, D57/ ANNA CLA EGIA STUPAN BAZZELL.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1871. Ambito toscano. Lastra in marmo rialzata su basamento in pietra serena, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 47; P: 83; P.s. A: 22; L: 57; P: 95.] Niccolo Stupan/ Stupan/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Niccola Enrico/ Enrico/ Svizzera/ Firenze/ 13 Giugno/ 1871/ Anni 6/ 1133/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Niccolin Stupan, Sent, Canton des Grisons (Suisse), fils de Enrico Stupan, et de Barbera, née Egea/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 330.90,


D24-25O/ D54/ 1174/
BARBLA/BARBARINA STUPAN/ SVIZZERA/

Questa è la madre di Niccolò e di Orsolina, la nonna, di lingua romancia, (D57/ ANNA CLA EGIA STUPAN BAZZELL) ed è sepolta accanto, tre generazioni insieme.


 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1871. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra serena, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 47; P: 83; P.s. A: 22; L: 57; P: 95.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Barbla Stoppani, Sent (Canton des Grisons) fille de Enrico Nicolo Stoppani e de Barbara née Egea/ See Egia/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 387, C/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Stupan/ Barberina/ Enrico/ Svizzera/ Firenze/ 16 Giugno/ 1872/ Anni 20/ 1174. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24-25O/ D55/ 1072/
ORSOLINA STUPAN/ SVIZZERA/

Questi piccoli bambini sono sepolti vicino alla nonna svizzera di lIngua romancia, D57/ ANNA CLA EGIA STUPAN BAZZELL.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1869.
Ambito toscano. Lastra in marmo erosa, marmo sporco, rialzata su basamento in pietra serena. [M: A: 2; L: 47; P: 83; P.s. A: 22; L: 57; P: 95.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des  Morts: Orsolino Stupani, Sent, Grisons, fille de Henri Stupani, et de Barbara, née Egia/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 241.50/ Registro alfabetico delle inumazioni nel Cimitero di Pinti: Stupan/ Orsolina/ Enrico/ Svizzera/ Firenze/ 4 Dicembre/ 1869/ Mesi 34/ 1072. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D24O/ D56/ 66/ LYDIA SNOOK/ 
INGHILTERRA/ 
LYDIA MOGLIE DI MATTHEW SNOOK DI CHICHESTER, MORI' IL 14 SETTEMBRE 1832, ALL'ETA' DI 46 ANNI.// P. BAZZANTI.F

Una moglie, il marito si risposerà dopo due anni e gli nasce una figlia. Questa tomba assomiglia a quella di Letitia Zaida Ffrench che si trova nel Settore B,
B1.



Urna su colonna.
[Repeated] P. BAZZANTI.F Sec. XIX, post 9/1832. Ambito toscano. Colonna scanalata sormontata da un'urna, dado, su basamento in pietra serena, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 180; L: 37; P: 37; P.s. A: 7.5; L: 87.5; P: 87.5; RP.s.: A: 72; L: 163; P: 270.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: LYDIA WIFE OF MATTHEW SNOOK OF CHICHESTER DIED 14 SEPTEMBER 1832 AGED 46 YEARS/ See N° 67 1828-1844/ Records, Guildhall Library, London: Baptism G23773 N° 43 Florence Elizabeth Snook, 26/05/35, father Matthew of Chichester, mother, Elizabeth [second wife], Rev Peacock/ Hampshire Telegraph, Lydia, the wife of Matthew Brooke(sic), Esq, late of the Pallant, Chichester/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Snook/ Lidia/ / Inghilterra/ Firenze/ 14 Settembre/ 1832/ Anni 46/ 66/ N&Q 62. Lydia, w. of Matthew Snook, of Chichester, ob. 14 Sept 1832, a. 46. Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24O/ D57/ 1296
/ ANNA CLA EGIA STUPAN BAZZELL/ SVIZZERA/ Q.R./ ANNA CLA EGIA/ NATA BAZZELL/ MORTA ALL'ETA D.ANNS LXXIX/ ANNO MDCCCLXXV/ ELLA FUT/ LA PLU BUNA DELLAS MAMMAS/ E LA PLU ADURATA DELLAS NONAS// MEIS PEI S'HA ARTIGNU VI'A/ SEIS FASTIZIS, EU HA SALVA/ SIA VIA, E NON SUN/ GIUNGHI DA QUELLA/ GIOB. XXIII.11// LA FIGLIA BARBLA ANDRI STUPAN/ ET IL ABIADIS/ ANNA, CLA, AISA E NINA/ METTETTEN QUAIS MARMI

Questa famiglia, di lingua romancia, proviene dai Grigioni e ha tenuta viva la loro lingua per ben quattro generazioni, come possiamo vedere dall'iscrizione su questa tomba. Citano, perfino, Giobbe nella Bibbia romancia. Noam Chomsky dice che una lingua muore quando i nonni e i nipoti non riescono a parlarsi. Per un altro membro della famiglia, Luzio Bazzell, vedi A99.

 

Stele.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1875. Ambito Toscano. Stele in marmo bianco con clessidra alata, marmo inciso. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 225; L: 34; P: 34; P.s. A: 20; L: 53; P: 53] Iscrizione sepolcrale in romancio incisa in lettere capitali e numeri romani: Q.R./ ANNA CLA EGIA/ NATA BAZZELL/ MORTA ALL'ETA D.ANNS LXXIX/ ANNO MDCCCLXXV/ ELLA FUT/ LA PLU BUNA DELLAS MAMMAS/ E LA PLU ADURATA DELLAS NONAS// MEIS PEI S'HA ARTIGNU VI'A/ SEIS FASTIZIS, EU HA SALVA/ SIA VIA, E NON SUN/ GIUNGHI DA QUELLA/ GIOB. XXIII.11// LA FIGLIA BARBLA ANDRI STUPAN/ ET IL ABIADIS/ ANNA, CLA, AISA E NINA/ METTETTEN QUAIS MARMI/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Anna Egia, fille de Louis Bazzel/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Egia nata Bazzel/ Vedova Anna/ Luigi/ Svizzera/ Firenze/ 25 Gennaio/ 1875/ Anni 78/ 1296/ Bazzel Vedova Egia/ Anna/ Luigi/ Svizzera/ Firenze/ 25 Gennaio/ 1875/ Anni 78/ 1296/ See Egia, Bazzell. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23O/ D58/ 484/
MARY TOWNLEY/ 
INGHILTERRA/ LASCIO' QUESTA VITA IL 30 LUGLIO 1852 ALL'ETA' DI 69 ANNI. SEMPRE SACRO ALLA SUA MEMORIA. QUEST'ULTIMO TRIBUTO DAL FIGLIO HENRY.

La vedova di
F91/ THOMAS TOWNLEY (morì nel 1839), madre di E144/ ROBERT TOWNLEY (morì nel 1870) e di George Townley (sepolto qui nel 1871, ma senza una pietra tombale esistente. George aveva quattro figli con la moglie italiana (Annunziata Donati). Solo il fratello, Henry, eleva la pietra tombale alla memoria di Mary Townley nel 1852.
GEORGE TOWNLEY/  INGHILTERRA/ George Townley, l'Angleterre, fils de Thomas/ GL23777/1 N° 434 Burial 09/12 Rev Tottenham; Baptism children Albert b 15/07/69, Alfred b 11/09/60 Henry b 12/02/57, Mary Victoria b 11/12/65, all bp 26/02/70 Rev Tottenham, father George, mother Annunciata Donati/ IV: 1871-1875 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 337, B/ Townley/ Giorgio/ Tommaso/ Inghilterra/ Firenze/ 7 Dicembre/ 1871/ Anni 58/ 1152/
He is the son of Thomas Townley (F91) and Mary Townley (D56), the brother of Robert Townley (E144), and was buried in the original Sector B (now Sectors E,F), but who now lacks a tomb.
 

Cippo.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1852. Ambito toscano. Cippo in marmo, scolpito con una stemma, marmo sporco, posto su  basamento in pietra serena, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 108; L: 51; P: 8; P.s. A: 20; L: 75; P: 31; R: A: L: P: ] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: MARY TOWNLEY DEPARTED THIS LIFE THE 30 OF JULY 1852 AGED 69 YEARS/ EVER SACRED TO HER MEMORY THIS LAST FILIAL TRIBUTE HENRY RECORDS/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 565 + Paoli 40/ Q 28: 300 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 174 Burial 09/12, Rev Tottenham/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Townley/ Vedova Marta/ / Inghilterra/ Firenze/ 30 Luglio/ 1852/ Anni 69/ 484/ N&Q 63. Mary Townley, ob. 30 July 1852, a. 69. Erected by her s. Henry. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23P/ D59/ 1100/ ELIZABETH S. (BUTLER) MEEK/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI ELIZABETH S. MEEK CHE LASCIO' QUESTA VITA IL 18 GIUGNO 1870 ALL'ETA' DI 59 ANNI. BENEDETTI SIANO I MORTI CHE MUOIANO NEL SIGNORE.


La figlia di Robert Butler si sposò con Thomas Meek. Un parente,  forse un cognato D48/ ROBERT MEEK,  è, anche lui, sepolto in questo Settore.  [jH1]

 

Cippo.
Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 7/1870. Ambito toscano. Cippo e lastra in marmo bianco, marmo sporco, posti su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 129; L: 55; P: 19; P.s. A: 28; L: 70; P: 150.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF ELIZABETH S. MEEK/ WHO DEPARTED THIS LIFE JUNE THE 18TH 1870/ AGED 59 YEARS/ BLESSED ARE THE DEAD/ WHO DIE IN THE LORD [Rev, 14.13]/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Elisabeth Meek, l'Angleterre, fille de Robert Butler/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 425, Burial 20/07, Rev Rothwell Johnson, Villa Cappacci, via San Donato, 44// Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Meek nata Butler/ Elisabetta/ Roberto/ Inghilterra/ Firenze/ 19 Luglio/ 1870/ Anni 59/ 1100/ N&Q 64. Eliz. S. Meek, ob 18 June 1870, a. 59 . Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D23O/ D60/ 602/ ESTHER COOPER/ 
INGHILTERRA/

La sepoltura della madre di  Eliza, la prima moglie di   Thomas Cooper.  Notes & Queries colloca questa tomba nel Settore D dove l'abbiamo trovata accanto a quelle di D59/ ELIZABETH S. (BUTLER) MEEK and D61/ ANNA WHALEY

ELIZA COOPER/  INGHILTERRA/ Elisa Cooper, l'Angleterre, fille de Thomas Cooper/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 401/ GL 23777/1 N°381, Burial 01/02, Rev Pierce Connolly; mother, Esther, buried 28/08/56, father, Thomas, 15/11/66, marriage of parents, no certificate for first, second marriage, GL 2077 N°146, 26/06/58, Thomas Cooper to Paolina Angiolini at HBM (Normanby) groom widower, Rev O'Neill/ Cooper/ Elisa/ Tommaso/ Inghilterra/ Firenze/ 31 Gennaio/ 1867/ Anni 33/ 969/ 
E' inglese. Suo padre si risposa per la seconda volta con una italiana. Sembra che ambedue i matrimoni fossero civili, uno dei quale è mancante della documentazione richiesta dal Legation

THOMAS COOPER/ ENGLAND/ Tommaso Cooper, l'Angleterre/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 423/ GL 23777/1 N° 377, Death 14/11, Burial 16/11, age 55, Rev Pendleton; no certificate for first marriage; second marriage, GL 2077 N°146, 26/06/58, Thomas Cooper to Paolina Angiolini at HBM (Normanby), groom widower, Rev O'Neill/  Cooper/ Tommaso/ Giovanni/ Inghilterra/ Firenze/ 15 Novembre/ 1866/ Anni 56/ 954/ .
La sepoltura del padre e marito delle due donne sopraindicate.


Lastra con recinzione in ferro. Ester Coper, Angleterre/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Paoli  565 + Paoli 160/ GL 23777/1 N°230, Burial 30/08, Rev Gilbert; first wife of Thomas, baptism of child, G23773 N° 9, Eliza bp 13/10/33, father Thomas, mother, Esther, Rev Hutton/ Cooper/ Ester/ / Inghilterra/ Firenze/ 28 Agosto/ 1856/ Anni 54/ 602/ N&Q 65. * Esther Coo(per?), ob 28 Aug 18(5?)6, a. 32.


D23O/ D61/ 607/
ANNA WHALEY/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI ANNA WHALEY, MOGLIE DI WILLIAM WHALEY DI NORTHUMBERLAND CHE LASCIO' QUESTA VITA IL 25 GENNAIO 1857 NEL SUO QUARTO ANNO DI VITA. NELLA VITA MOLTO AMATA NELLA MORTE MOLTO RIMPIANTA.

Nel Censimento troviamo un “William Whaley” di Northumberland ma le date non coincidono.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1857.
Ambito toscano. Lastra in marmo rialzata su basamento in pietra serena, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 3; L: 70; P: 175; P.s. A: 30; L: 96; P: 200.]  Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ ANN WHALEY/ WIFE OF WILLIAM WHALEY/ NORTHUMBERLAND/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ ON THE/ 25TH  JANUARY 1857/ IN THE 47TH YEAR OF HER AGE/ IN LIFE MUCH BELOVED/ IN DEATH MUCH REGRETTED/ 607/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Anna Whaley, Doveridge, en Angleterre, agée de 47 ans/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 565/ Q 252: 300 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777 N° 232 Burial 28/01 Rev O'Neill/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Whaley/ Anna/ / Inghilterra/ Firenze/ 25 Gennaiso/ 1857/ Anni 47/ 607/ N&Q 66. Anna Whaley, w. of Wm Whaley, of Northumberland, ob 25 Jan 1857, a. 47. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D220/ D62/ 883/
VIOLANTE GILLI/ SVIZZERA/

Dalla stessa famiglia che si trova nel prossimo gruppo di tombe in questo tour virtuale. Le iscrizioni sono, ormai, illeggibili.

 

Cippo.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 10/1864. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 130; L: 51; P:  21; P.s. A: 30; L: 89; P: 51.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Violante Gilli, Grisons, Suisse/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 340/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Gilli/ Violante/ / Svizzera/ Firenze/ 15 Ottobre/ 1864/ Anni 59/ 883. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D63-D66/ FAMIGLIA GILLI
: D22O 416/ CATHERINE ELISE GILLI/ SVIZZERA/ D22O 1369/ CECILIA GILLI/ D22O 139/ ELISA GILLI/

Questa famiglia svizzera, di lingua romancia, dalla valle dell'Engadina nel Cantone dei Grigioni, hanno sponsoriato la Chiesa Evangelica Riformata a Firenze (1824) e posseggono un famoso café in via Calzaiuoli (via Roma e Piazza della Repubblica) a Firenze che fu inaugurato nel 1733. Le loro tombe grandiose formano un gruppo stretto come quelle della famiglia Salvetti. Due sono bambini mentre soltanto uno dei due adulti si trova nei registri delle sepolture svizzere. Le iscrizioni non sono leggibili.

       

Colonne.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1836/1849/1876. Ambito toscano. Quattro colonne sormontate da urne e da una croce [M: A: 187/ 187/ 82; L: 52/ 52/ 30; P: 52/ 52/ 30; P.s. A: L: P: ; R: A: L: P: ] . Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
D22O 416/ CATHERINE ELISE GILLI/ SVIZZERA/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Catherine Elise Gilly, Samander dans le Canton des Grisons, en Suisse, fille de Louis Gilly, et de Dame Anna Léa, née Posio/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Gilli/ Caterina Elisa/ / Svizzera/ Firenze/ 11 Ottobre/ 1849/ Mesi 17/ 416. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
D22O 1369/ CECILIA GILLI/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Gilli/ Cecilia/ Luigi/ Svizzera/ Firenze/ 18 Novembre/ 1876/ Anni 4/ 1369. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
D22O 139/ ELISA GILLI/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Gilli/ Elisa/ / Svizzera/ Firenze/ 9 Agosto/ 1836/ Anni 39/ 139. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

La famiglia svizzera dei Salvetti, con le tombe raggruppate vicine a quelle dei Gilli, risale almeno all'inizio del 1800, mentre la famiglia Gilli è a Firenze dal 1733. Si trovano sepolture dei Salvetti anche nel antico Cimitero delle Nazioni/Inglese a Livorno.


D21O/ D67/ 100
/ CATHERINE (TOGNONI) SALVETTI/ SVIZZERA/ ICI SONT DEPOSES/ LE DEPOUILLES MORTELLES DE CATHERINE TOGNONO VEUVE SALVETTI/ QUI NACQUIT A BEVERS EN SUISSE LE 8 MARS 1767 ET MOURUT A FLORENCE LE 30/ AOUT/ J'AI COMBATTU LE BON COMBAT J'AI FINI/ MA COURSE JAI GARDE LA . . . / LA COURONNE DE JUSTICE . . .

Nacque a Bevers, Engadina, cantone dei Grigioni, Svizzera, di lingua romancia. Si sposa con Gaudenzio Salvetti e nasce un figlio, Giacomo Gaudenzio Salvetti (D68).

 


Urna e colonna.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 8/1834. Ambito toscano. Urna con iscrizione entro tabula, urna caduta dalla colonna, colonna in marmo bianco. Possibile intervento di consolidamento. [M: A: 179; L/P: circum: 133; L: 56; P: 56; P.s.: A: 22; L: 85; P: 85.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ICI SONT DEPOSES/ LE DEPOUILLES MORTELLES DE CATHERINE TOGNONO VEUVE SALVETTI/ QUI NACQUIT A BEVERS EN SUISSE LE 8 MARS 1767 ET MOURUT A FLORENCE LE 30/ AOUT/ J'AI COMBATTU LE BON COMBAT J'AI FINI/ MA COURSE JAI GARDE LA . . . / LA COURONNE DE JUSTICE . . . / Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Salvetti/ Caterina/ Svizzera/ Firenze/ 30 Agosto/ 1834/ Anni 58/ 100/ See Giacomo Gaudenzio Salvetti. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.  Nulla osta.


D21P/ D68/ 551/
GIACOMO GAUDENZIO SALVETTI/
SVIZZERA/
ALLA MEMORIA/ DI/ GIACOMO SALVETTI/ . . ./ /

Un esercente in pensione, il figlio celibe  di Gaudenzio Salvetti e Catherine Tognioni Salvetti  (D67). Proviene da Samadan nella Valle dell'Engadina nel Cantone dei Grigioni.

   

ALLA MEMORIA/ DI/ GIACOMO SALVETTI/ . . ./ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jacques (Giacomo) Gaudenzio Salvetti, Bourgeois de Samaden, Canton des Grisons en Suisse, né e domicilié a Florence, celibatair, ancien negociant, fils de Gaudenzio Salvetti et de Catherine, née Tognioni, son épouse/ Q 146: 465 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Salvetti/ Giacomo Gaudenzio/ Gaudenzio/ Svizzera/ Firenze/ 11 Settembre/ 1854/ Anni 64/ 551/ See Catherine (Tognoni) Salvetti. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D21O/ D69/ 845/
CLARA MATHILDE SALVETTI WETSZYNTHUS/ SVIZZERA/ CLARA MATHILDE WETZYNTHUS/ NEE SALVETTI/ NEE A FLORENCE LE 2 JUILLET MDCCCII/ MORTE LE 8 SEPTEMBRE MDCCCLXIII/ J'AI COMBATTUE LE BON COMBAT/ J'ACHEVE MA COURSE J'AI GARDE LA FOI/ II TIM IV.7/ QUOIQU'IL EN SOIT IL EST MON ROCHER/ MA DELIVRANCE ET MA HAUTE/ RETRAIT/ JE NE SERAIT POINT EBRANLE/ PS LXII.7// TU NE REVIENDRAS PLUS VERS NOUS/ O MERE CHERIE/ MAIS NOUS IRONS VERS TOI!/ NOUS PLEURONS ET NOUS GEMISSONS/ MAIS NON PAS COMME SEUX/ QUI N'ONT POINT D'ESPERANCE// L'AGNEAU QUI EST AU MILIEU DU/ TRONE LES PAITRA ET LES CONDUIRA/ AUX SOURCES D'EAUX VIVES ET DIEU/ ESSUIERA TOUTE LARME DE LEURS YEUX/ APOC VIII.17

In questa sepoltura troviamo una svizzera nata a Firenze, vedova di un marito svedese/finnico. E' la figlia di Gaudenzio e Catherine
(D67). La statua sulla tomba è stata scolpita da Giuseppe Lazzerini, Professore a Carrara, il quale ha, inoltre, scolpito “L'Allegoria della Morte” presente sulla tomba di Andrea Casentini (B76). Invece, la statua su questa tomba rappresenta “La Fede” (non Sant'Elena che non sarebbe stata permessa in un cimitero protestante). La croce è stata rovinata dai vandali però abbiamo trovato tutti i frammenti. Abbiamo la speranza che Leonora Gioventù trovi i finanziamenti per poterla restaurare. Ha già restaurato “L'Allegoria della Morte” per la sua tesi di Laurea all'Opificio delle Pietre Dure, nel 2009. La statua è una compagna adatta a quella della “Speranza di Odoardo Fantacchiotti che si trova sulla tomba di Reginald Routh (E25) nel Settore E.



Scultura. Scultore: Giuseppe Lazzerini, docente presso l'Accademia di Carrara, pellicano con la sua pietà, sacro cuore, fenice, ouroboros sul globo celeste, faci capovolte, e 16 ancore a simboleggiare Fede, Speranza, Carità (virtù teologali), Risurrezione ed Eternità. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 295; L: 93.5; P: 93.5.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri romani e arabi: CLARA MATHILDE WETZYNTHUS/ NEE SALVETTI/ NEE A FLORENCE LE 2 JUILLET MDCCCII/ MORTE LE 8 SEPTEMBRE MDCCCLXIII/ J'AI COMBATTUE LE BON COMBAT/ J'ACHEVE MA COURSE J'AI GARDE LA FOI/ II TIM IV.7/ QUOIQU'IL EN SOIT IL EST MON ROCHER/ MA DELIVRANCE ET MA HAUTE/ RETRAIT/ JE NE SERAIT POINT EBRANLE/ PS LXII.7// TU NE REVIENDRAS PLUS VERS NOUS/ O MERE CHERIE/ MAIS NOUS IRONS VERS TOI!/ NOUS PLEURONS ET NOUS GEMISSONS/ MAIS NON PAS COMME SEUX/ QUI N'ONT POINT D'ESPERANCE// L'AGNEAU QUI EST AU MILIEU DU/ TRONE LES PAITRA ET LES CONDUIRA/ AUX SOURCES D'EAUX VIVES ET DIEU/ ESSUIERA TOUTE LARME DE LEURS YEUX/ APOC VIII.17/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Clara Mathilde Wetzinthius, veuve de George Thomas, Suisse, rentière, fille de Gaudenz Salvetti/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Salvetti in Westzynthius/ Clara Matilde/ Gaudenzio/ Svizzera/ Firenze/ 8 Settembre/ 1863/ Anni 62/ 845/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D21O/ D70/ 79/ GEORGE THOMAS WETZYNTHUS/ SWEDEN/

Il figlio deceduto porta il nome del padre svedese.



Urna su colonna.
Marmista: Francesco Giovanozzi. Sec. XIX, post 7/1833. Ambito toscano. Colonna in marmo sormontata da un'urna, iscrizione incisa. Possibile intervento di consolidamento e pulitura.  [M: A: 162; L/ P circum: 122; P.s. A: 10; L: 50; P: 50.] See N° 80 1828-1844/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 366.99/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wetzynthius/ Giorgio Tommaso/ / Svezia/ Firenze/ 29 Luglio/ 1833/ Mesi 30/ 79/ See Salvetti. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D21P/ D71/ 36
/
CATERINA SALVETTI/ SVIZZERA/ CATERINA SALVETTI/ L'ANCILLA PER LA DOLE E COSTUITI/ PREGIATA/ MORTA IL 30 MAGGIO 1830/ QUESTO TITOLO DI DOLORE/ LA MADRE E I FI..LI POSERO// P.Bazzanti.F

La famiglia Salvetti, proveniente da Bevers nella valle del'Engadina nel Cantone dei Grigioni in Svizzera, di lingua romancia. Seppelliscono la figlia di Caterina Tognioni Salvetti. 

 

Urna su colonna.
Scultore: P.Bazzanti.F Sec. XIX, post 5/1830. Ambito toscano. Colonna in marmo bianco sormontata da un'urna, iscrizione entro tabula. [M:: A: 189; circum: 128; L: 52; P: 52.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: CATERINA SALVETTI/ L'ANCILLA PER LA DOLE E COSTUITI/ PREGIATA/ MORTA IL 30 MAGGIO 1830/ QUESTO TITOLO DI DOLORE/ LA MADRE E I FI..LI POSERO/

N° 35                   Le premier Juin mil huit cent trente, Catherine
Salvetti                 Salvetti, Ãgée de trente     ans, bourgeoise
                            de Bevers, Canton des Grisons, fille de feu
                            Gaudenzio Salvetti et de Catherine née Tognoni,
                            la veuve, décédé le trentaine Mai, a été enseve=
                            =lie dans le Cimètiere de l'Eglise Evangelique, en
                            présence de Mrs Gonin, Courvoisier, et plusiers
                            autres membres du Consistoire.
                                                                   Chs Recordon Past~

Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Salvetti/ Catarina/ / Svizzera/ Firenze/ 30 Maggio/ / 1830/ 36. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.  Nulla osta.


Girate di nuovo a sinistra e procedete lungo il sentiero dove si trovano le tombe russe e svizzere, le prime tombe sulla sinistra sono le seguenti:


D21P/ D72/ 381/
SIR JAMES ANNESLEY/ IRELANDA/ ALLA MEMORIA DI SIR JAMES ANNESLEY KT., MEDICO

Pubblica: Researches into the Causes, Nature and Treatment of the more Prevalent Diseases of India, and of Warm Climates Generally, 1841 (609 p.), ci si trova una belle incisione del suo ritratto.  Notes & Queries parlando della tomba riporta ciò che era intatto 100 anni fa ma, attualmente, manca la maggior parte di quello che si trovava sulla pietra originale. Questa tomba necessita un restauro come quella di
B65/ EDWARD PORTEUS, restaurata da Daniel-Claudiu Dumitrescu e Nicholae Ovrei sotto la direzione di Alberto Casciani. Hanno costruito un “centro” di mattoni posizionando le lastre di marmo prima di fianco e poi sopra. Il pezzo della lastra con inciso: FORT ST GEORGE, EX PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE MEDICA A MADRAS. MORI' A FIRENZE IL 15 DICEMBRE 1847, si trova nella collezione di lastre marmorie.


   

Lastra parte di monumento. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1847. Ambito Toscano. Monumento in marmo, lastre con iscrizioni mancanti, lastra incisa con iscrizione posta accanto. Restaurato, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 3/2016. [Monumento: A: L: P: ; Lastra: M: A: ?; L: 61.2; P: 2.2] Iscrizione sepolcrale in lingua inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: TO THE MEMORY/ OF/ SIR JAMES ANNESLEY KT/ OF THE MEDICAL ESTABLISHMENT [HONORABLE EAST INDIA COMPANY, FORT ST GEORGE, LATE PRESIDENT OF THE MEDICAL BOARD AT MADRAS, DIED 15 DECEMBER 1847] / Records, Guildhall Library, London: GL23774 N° 122, Sir James Annesley Death Tues 14-12, Burial, 17-12. Rev. Robbins (E101)/ Morning Chronicle, son of the late Honourable Marcus Annesley, County Down, President of the Medical Board of Madras, served on the expedition to Java, receiving the thanks of Sir Samuel Auchmuty, Commander in Chief, for his superintence of the field hospital, was head of medical staff in the Dekkan, received thanks from the Admiralty for his srvices in the Madras Roads, Cheltenham Looker-On/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 29. Annesley/ Giacomo/ / Inghilterra/ Firenze/ 15 Dicembre/ 1847/ / 381/ N&Q 67. Sir James Annesley, Kt. of the Medical Establishment,  H.E.I.C., Fort St George, late President of the Medical Board at Madras, ob. 15 Dec 1847. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
See http://books.google.it/books/about/Researches_into_the_causes_nature_and_tr.html?id=n1A_dTHrXEgC&redir_esc=y and Mediatheca 'Fioretta Mazzei' holding, TAU: Sir James Annesley, Researches into the Causes , Nature and Treatment of the more Prevalent Diseases of India and of Warm Climates Generally, 1841.  


D21P/ D73/ 636/ CAPT. JACOB ANTON GANZONI/ SVIZZERODOPO LUNGA LOTTA/ CONTRO LE INFERMITA' DEL CORPO/ E LE AVVERSITA' DEL MONDO/ QUI/ TROVARONO RIPOSO LE SPOGLIE MORTALI/ DEL CAPIT. GIAC. ANT. GANZONI/ DI CELERINA IN SVIZZERA/ N. IL 16 MAGGIO 1801/ M. IL 22 MARZO 1858

Proviene dalla zona di lingua romancia dei Grigioni in Svizzera. Il nome di famiglia  è elencato al cancello del Cimitero perché ne fu uno dei fondatori. Abbiamo le lettere manoscritte originali scritte fra suo figlio, Pietro Ganzoni e Giuseppe Poggi. Vengono discusse la chiusura del Cimitero degli “Inglesi”, la demolizione delle sue mura (costruite da Arnolfo di Cambio e Michelangelo Buonarroti) e la ricostruzione a forma di ovale:
GuiseppePoggi.html Padre e figlio Ganzoni sono, ambedue Ingegneri, coinvolti nella costruzione delle ferrovie in Toscana, come la Ferrovia Marmifera Carrara Privata.



Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 3/1858. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco, lettere in piombo. Restaurato, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 3/2016. [M: A: 113; L: 49; P: 7; P.s. A: 28; L: 65; P: 24.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: DOPO LUNGA LOTTA/ CONTRO LE INFERMITA' DEL CORPO/ E LE AVVERSITA' DEL MONDO/ QUI/ TROVARONO RIPOSO LE SPOGLIE MORTALI/ DEL CAPIT. GIAC. ANT. GANZONI/ DI CELERINA IN SVIZZERA/ N. IL 16 MAGGIO 1801/ M. IL 22 MARZO 1858/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jacob Anton Ganzoni, Celerina, Canton des Grisons, Capitaine, fils de Peter Ganzoni, et de Barbara Ganzoni, née Misani/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 622/ Q 300: 345 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Ganzoni/ Cap. Giacomo Antonio/ Pietro Gaspero/ Svizzera/ Firenze/ 11 Marzo/ 1858/ Anni 57/ 636. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D22P/ D74/ 664/
CONTESSA ELEANORE EMILIE STENBOCK-FERMOR/ ESTONIA/RUSSIA/SVEZIA/

La figlia del Conte Magnus Stenbock-Fermor, Colonnello russo. Vedi Wikipedia per il nipote di lei, Eric Stenbock, studiò a Oxford ed era un poeta pre-raffaelita.

      

Colonna con croce. Scultore, Francesco Mattei, firma: F.MATTEI  Sec. XIX, post 2/1859. Ambito toscano. Colonna in marmo sormontata da una croce, basamento in marmo bianco. Possibile intervento di pulitura. Colonna incisa in lingua tedesca con lettere in scrittura fraktura. [M: A: 174; circum: 90.5; L: 46; P: 46; ; RM: A: 57.5; L: 169.5; P: 188.5.] Iscrizione sepolcrale in tedesco incisa in lettere capitali e numeri arabi: HIER RUHT IN GOTT/ ELEANORE STENBOCK FERMOR/ HEIMGEGANGEN / DEN 18TH FEBRUAR 1859/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Comtessa Eleanore Emilie Stenbock Fermor, Neuenhoff en Estonie, proprietaire, fille de Comte Magnus Johann Stenbock Fermor, Colonel Russe, et de Comtesse Friederike Auguste, née Gernet/ Talalay: N° 664, RC/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', burial of infant, Paoli 75/ Q 66: 15 Paoli/ Burial Q 348: 500 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Stenbock (Fermor) [pencilled brackets]/ Contessa Eleonora Emilia / / Russia [pencil, (Svezia)]/ /18 Febbraio/ 1859/ Anni 44/ 664/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Стенбок-Фермор Элеонора-Эмилия Ивановна, графиня, † Флоренция 18.2.1859, 44 года, № 664, D22P.


D22P/ D75/ 779/
JOHN MAURICE WALKER/ 
INGHILTERRA/ JOHN MAURICE WALKER/ NE A MANCHESTER/ MORT A FLORENCE LE 11 APRILE 1862/ N'AYANT PAS [peur]. . . / JOB 1.40/ JOHN MAURICE WALKER NATO A MANCHESTER E MORTO A FIRENZE L'UNDICI APRILE 1862/N'YANT PAS/GIOBBE

Un ragazzino inglese di 10 anni con l'iscrizione tombale in francese, forse dovuto alla madre chiamata: “E: Walker, née Yarak" che sembra sia un nome libanese. E' anche il nome  da ragazza della moglie di Charles Dalgas, Heloise Yarak Dalgas, la madre  di LOUISE LAURE SOPHIE ALICE DALGAS,  RODOLPHE GUILLAUME DALGAS, C39 (moriì nel 1872).



Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1862. Ambito toscano. Cippo in marmo scolpito con un bocciolino poggiante su base in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 105; L: 50; P: 7; P.s. A: 213; L: 72; P: 30.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: JOHN MAURICE WALKER/ NE A MANCHESTER/ MORT A FLORENCE LE 11 APRILE 1862/ N'AYANT PAS [peur]. . . / JOB 1.40/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: John Walker, Angleterre, fils de W.T. Walker et de E. Walker, née Yarak/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Francs 340/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Walker/ Giovanni/ Guglielmo/ Inghilterra/ Firenze/ 11 Aprile/ 1862/ Anni 10/ 779/ N&Q 68. John Maurice Walker, b. at Manchester, ob. 11 April 1862, a. 10. (In French). Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D22P/ D76/ 647/
WILHELM PHILIP LUDWIG SCHWARZENBERG/ SVIZZERA/ HIER RUIT/ LUDWIG SCHWARZENBERG/ . . . LEIDEN

Un altro ragazzino di 11 anni proveniente da Leiden. Claudia Vitale scrive di una famiglia colta che abitava in Costa Scarpuccia a Firenze. La moglie traduceva Mazzini e la figlia disegnava.



Cippo.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 10/1858. Ambito toscano. Cippo in marmo su basamento in pietra serena. Restaurata, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 3/20'16. [M: A: 91; L: 63; P: 22; P.s. A: L: 21; P: ] Iscrizione sepolcrale in tedesco incisa in lettere capitali e numeri arabi: HIER RUIT/ LUDWIG SCHWARZENBERG/ . . . LEIDEN/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Ludwig Schwarzenberg, Zurich (en Suisse) [correction], fils de Dr Philippe Schwarzenberg, et de son épouse, Jacobin, née Saddler/ Q 31\8; 175 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Schwarzenberg/ Gugl: Filippo Lodovico/ Filippo/ Svizzera/ Firenze/ 3 Ottobre/ 1858/ Anni 11/ 647. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D23P/ D77/ NON IDENTIFICATA Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Lastra in marmo erosa su basamento in pietra. [(M: A: 1; L: 62.5; P: 133.7); P.s.: A: 24; L: 71.5; P: 146.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

 


D24P/ D78/ 924/
ANTONINA IVANOVNA BERNOVA/ RUSSIA/

La figlia di 4 mesi di un Colonnello russo. E' sepolta sotto un arco di rose. Questa tomba, a parte quella della Contessa Stenbock-Fermor,  inizia la fila per di più russa/rumena del Cimitero.



Croce. Marmista e fabbro ignoti. Sec. XIX, post 9/1865. Ambito Toscano. Lastra in marmo incisa, nella parte retrostante croce con ghirlanda di rose, arco in ferro battuto. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008, pianta di rosa, 2008. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 118; L: 47; P:16; P.s. A: 23; L: 80; P: 166; RF: A: 155; L: 71; P: 155.] Iscrizione sepolcrale in russo incisa in cirillico e numeri arabi: Bernova Antonina Ivanovna/ Antonine de Bernhoff, Russie, fille du Colonel Jean de Bernhoff, et de M. née Danileffsky/ Talalay: Epitaffo: 'Da budet volja Tvoja Sviataja!' Che sia secondo la tua santa volontà  / 25.5.1865-25.9.1865, N° 924, RC/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 176.05/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 114. Bernoff (de)/ Antonina/ Giovanni/ Russia/ Firenze/ 25 Settembre/ 1865/ Mesi 4/ 924. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Бернова Антонина Ивановна, 25(12).5.1865 — Флоренция 25(12).9.1865, № 924, D24Р, Да будет воля Твоя Святая!


D24P
/ D79/ 638/ BORIS MICHAJLOVIC CHRAPOVICKIJ/ RUSSIA/

Un bambino di 7 anni, figlio di un Generale russo. Cadde da una finestra e morì sul colpo senza la possibilità di ricevere l'ultima unzione.



Obelisco. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1858. Ambito toscano. Obelisco su basamento, recinto delimitato da colonnini in marmo. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 270; L: 73; P: 73; RM: 45; 106; 158.5.] Iscrizione sepolcrale in russo in cirillico e numeri arabi: Chrapovickij Boris Michajlovic/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Chrapowitzky/ Boris/ Michele/ Russia/ Firenze/ 5 Aprile/ 1858/ Anni 7/ 638/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Boris Chrapowitzky, Russie, fils de General Michel Chrapowitzky, et de Lydie, née Comtesse Apratine/ Q 306: 245 Paoli/ Talalay: 29(17).10.1850. Figlio di un general-maggiore a riposo, morto per le ferite riportate in seguito alla caduta da una finestra posta al secondo piano senza ricevere l'estrema unzione per morte quasi subitanea', MKF, lapide con croce, N° 638, RC. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Храповицкий Борис Михайлович, 29(17).10.1850 — Флоренция 6.4(24.3).1858, № 638, D26P [«сын отставного генерала-майора», МКФ].


D25P/ D80/ 609/
VARVARA ARSEN'EVNA KUDRJAVCEVA NATA NELIDOVA/ RUSSIA/

Il vedovo, Professore Kudrjacev,uno studioso di Dante, lamenta la morte della moglie, chiamandosi “orfano” riferendosi alla scultura presente sulla tomba della madre Mercadanti e il figlio orfano, MARIA MERCADANTI, D52, GAUDENZIO MERCADANTI, D50.

 

Urna su colonna. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 4/1866.
Ambito toscano. Pilastro in marmo sormontato da un'urna, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 167; L: 40.5; P: 40.5; P.s. A: 55; L: 64; P: 64; RPs: A: 68; L: 113;  P: 197.] L'epitaffio fa riferimento alla scultura dell'orfano sulla tomba di Maria Mercadanti. Kudrjavceva, nata Nelidova, Varvara Arsen'evna. Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Bardera Kudrawzow, femme de Pierre Kudrawzow, Moscou, Empire Russe/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 640/ Q257: 175 Paoli/ Talalay: 6.2.1826 - 17(5).3.1857; 'moglie professore università di Mosca' (Petr Nikolaevic Kudrjavcev, noto storico, italianista (1816-1858), MKF; N° 609, RC; Epitaffo: nikto ne prinosil/ stol'ko scast'ja/ kak ona i tomu, kto znal/ i poterjal ee nikogda/ ne izbyt' gor'kogo sirostava/ Nessuno ha dato tanta felicità quanto lei e chi l'ha conosciuta e perduta sarà sempre amaramente orfano (epitaffio composto probabilmente dallo stesso professor Kudrjavcev rimasto vedovo)/ Kudranzow/ Bardera [sic]/ / Russia/ Firenze/ 17 Marzo/ 1857/ Anni 30/ 609. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
See City and Book III: gimel.html.
Кудрявцева, урожд. Нелидова, Варвара Арсеньевна, 6.2.1826 — Флоренция 17(5).3.1857, № 609, D25P [«жена профессора Московского университета» <П.Н. Кудрявцева>, МКФ], никто не приносил столько счастья как она и тому, кто знал и потерял ее никогда не избыть горького сиротства.


D24Q/ D81/ 650/
JOAN I. KANTAKUZIN/ MOLDOVA/ROMANIA/

Una discendente dell' Imperatore di Costantinopoli, Principe di Grecia, Moldava, Polonia e Russia. Possedeva degli schiavi romani (rom?). Morì amico e ospite dei Demidoff. Una storia simile a quella di Romeo e Giulietta con un doppio suicidio di una francese e uno dei suoi schiavi rom ai quali era vietato sposarsi per legge. Questo fatto, insieme alla traduzione, in rumeno, del libro di Harriet Beecher Stowe, La capanna dello zio Tom, iniziarono la liberazioni dei rom in Romania. La sua tomba è dello stesso stile di quella di PAUL POLIDORE VENTURA, D83.

  

Cippo.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1859. Ambito toscano. Cippo con stemma, croce mancante, recinto in pietra serena, ferro mancante. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 155; L: 62.5; P: 55; P.s. A: 32; L: 74; P: 65; RP.s.: A: 70; L: 107; P: 192.] Iscrizione sepolcrale in rumeno incisa in lettere capitali e numeri arabi: AICE ODIXNESTE/ VORNIKUL/ JOAN I. KANTAKUZIN/ NASKUT LA MOLDOVA LA 1823/ MORT LA FLORENCE LA 1859/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean de Catacuzène, Moldavie/ Q 326 135 Paoli/ Talalay: Moldova 1825 - 4.11(21.10).1858;  di famiglia rumena della buona società : il capostirpe della così detta linea svizzera dei Kantakuzin; 'la cerimonia funebre è celebrata dal padre Platon Travlinskij, priore della cappella di Casa Demidov nella proprieta di San Donato", MKF, N° 650, RC/ Prince of Greece, Moldavia, Poland and Russia/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 499 + Paoli 40/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Cantucuzène/ Giovanni/ [Nicolai] / Romania/ Firenze/ 2 Novembre/ 1858/ Anni 35/ 650/ Belle Arti 1993-1997 scheda/°=Teodoru Catalin-Andrei. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Кантакузин Иван Николаевич, Молдавия 1825 — Флоренция 4.11(21.10).1858 № 650, D24Q [родоначальник т.н. швейцарской линий Кантакузинов].
Romanian Wikipedia, Familia Cantacuzino: http://ro.wikipedia.org/wiki/Dinastia_Cantacuzino

D82/ UNKNOWN




D26P/ D83/ 662/
 PAUL POLIDORE VENTURA/ MOLDOVA/ROMANIA/ AICE ODIXXESTE/ PRUNKUL/ PAUL P. VENTURA/ NASKUT LA MOLDOVA/ IN 5 DEKEMBRE 1855/ MORI LA FLORENCE IN 25 IANUARI 1859

Il figlio, di tre anni, del Colonnello rumeno Polydore Ventura. La sua tomba assomiglia in quasi tutto a quella di
JOAN I. KANTAKUZIN, D81, morta dieci mesi più tardi.

 

Monumento.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1859. Ambito toscano. Colonna scolpita con stemma sormontata da un'urna e posta su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 175; L: 58; P: 58; P.s. A: 35; L: 87; P: 197.] Ventura Pavel Polidorovic, Moldova 30.12.1855 - Firenze, 13.1.1859, Stemma con motto: Ense et Consilio/ Iscrizione sepolcrale in rumeno incisa in lettere capitali e numeri arabi: AICE ODIXXESTE/ PRUNKUL/ PAUL P. VENTURA/ NASKUT LA MOLDOVA/ IN 5 DEKEMBRE 1855/ MORI LA FLORENCE IN 25 IANUARI 1859/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Paul Ventura, Moldavie, fils du Colonel Polydore Ventura/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 369/ Q 344: 100 Paoli/ Talalay: Moldova 30.12.1855 - Firenze, 13.1.1859; N° 1091, RC; Stemma con motto: ENSE ET CONSILIO/Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Ventura/ Paolo/ Polidoro/ Germania/ Firenze/ 25 Gennaio/ 1859/ Anni 3/ 662/°=Teodoru Catalin-Andrei. Same style as Joan Kantakuzin tomb. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Вентура Павел Полидорович, Молдавия 30.12.1855 — Флоренция 13.1.1859, № 662, герб с девизом Ense et Consilio.


D26P/ D84/ 606/
NIKOLAJ NIKOLAEVIC CHLEBNIKOV/ RUSSIA/

Il cirillico iscritto su questa tomba è particolarmente bello. Osservate anche la datazione, sia orientale sia occidentale. Si trova uno spazio vuoto fra questa tomba e la prossima.

 


Colonna. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1862. Ambito toscano. Colonna sormontata da una croce, colonna incisa. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 135; circum: 75; L: 45; P: 45; P.s. A: 17; L: 94; P: 182.] Iscrizione sepolcrale in russo incisa in cirillico, in corsivo e numeri arabi: Chlebnikov Nikolaj Nikolaevic/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Nicolas Chlabnikeff, Russie/ Q 250: 190 Paoli/ Talalay: Epitaffo: Da budet volja Tvoja/ Che sia secondo la tua santa volontà  / Mosca 1.2.1835, N° 606, RC/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Chlebnikoff/ Niccolò  / / Russia/ Firenze/ 26 Dicembre/ 1856/ Anni 24/ 606. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Хлебников Николай Николаевич, Москва 1.2.1835 — Флоренция 26(14).12.1856, Да будет воля Твоя.

An empty space for another tomb lies between this tomb and the next.

D27P/ D85/ 591/ CHARLES HANS ERIC GUSTAVE PAGENSTECHER/ GERMANIA/

Il figlio quindicenne di un Maggiore dell'Esercito prussiano. Morì mentre i genitori abitavano a Firenze durante l'occupazione della città dagli austriaci su invito del Granduca Leopoldo. Vedi Elizabeth Barrett Browning, Casa Guidi Windows. Vedi anche  B96/ FREDERICK ADOLPH KLEINKAUF, (B116) ADOLF VON BERG.

 

Croce. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 2/1856. Ambito toscano. Croce in marmo su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 102; L: 58.4; P: 6.3; P.s. A: 52; L: 44.5; P: 44.5; R: A: 19.5; L: 88; P: 174.]  Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Charles Jean Eric Gustave Pagenstecher, Minden, Royaume de Prusse, Domicilié à  Florence, fils de Rodolphe Pagenstecher, major au service de Prusse, et de Caroline, née Lutz, son épouse/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 440/ Q 221: 175 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 346 Burial 18/06, Rev Connolly/Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Pagenstecher/ Carlo Giov: Enrico Gustavo/ Rodolfo/ Germania/ Firenze/ 8 Febbraio/ 1856/ Anni 15/ 591. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27P/ D86/
541/ THOMAS P. JACKSON, M.D./ AMERICA/ ALLA MEMORIA DI THOMAS P. JACKSON, M.D. DI BOSTON, STATI UNITI. MORI' A FIRENZE IL 25 GIUGNO 1854 ALL'ETA' DI 44 ANNI.

Oltre all'informazione presente sulla tomba non sappiamo molto di lui. Sembra che i genitori volessero rimpatriarlo ma, più tardi, troviamo la registrazione della sua sepoltura a Firenze.



Colonna spezzata. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1854. Ambito toscano. Colonna spezzata in marmo posta su basamento in pietra serena, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 168; L: 51; P: 51; circum: 93; P.s. A: 17; L: 87; P: 209.]  Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: TO THE MEMORY/ OF/ THOMAS P. JACKSON, M.D., OF BOSTON, UNITED STATES, WHO DIED IN FLORENCE/ JUNE 25TH 1854, AGED 44/  Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Thomas P. Jackson, Etats Unis de l'Amérique du Nord, né a Boston/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Paoli 664, for transport to America/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 172/ Q 133: 375 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 203, Burial 27/06, Rev O'Neill, pulmonary consumption/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Jackson/ Tommaso P./ / America/ Firenze/ 24 Giugno/ 1854/ Anni 44/ 541/ N&Q 69. Thos P. Jackson, M.D., of Boston, U.S., ob. 25 June 1854, a. 44. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27P/ D87/ 494/
MAJOR ALEXANDER TOMKINS/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DEL MAJOR ALEXANDER TOMKINS/77°HIGHLANDERS/FIGLIO MINORE DEL DEFUNTO BORGOYNE TOMKINS, MEDICO ALLA TORRE DI LONDRA. LASCIO' QUESTA VITA IL 2 NOVEMBRE 1852 ALL'ETA' DI 52 ANNI.

Il Maggiore Alexander Tomkins serviva nella 77° fanteria. Un discendente scrive: “Burgoyne Tomkins (1761-1836), era un medico, non un semplice chirurgo come il padre. Prese un Master a St. Andrew's ed era Accademico di Peterhouse, Cambridge. Tenne il posto sinecuro di Medico al Presidio della Torre di Londra per ben 50 anni. (I figli erano ufficiali nell'Esercito e nella Marina Reale, uno morì a Waterloo mentre due figlie si sposarono con ufficiali dell'esercito.



Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1852. Ambito toscano. Lastra in marmo rialzata su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 20; L: 68; P: 126; P.s. A: 20; L: 96; P: 207.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ MAJOR ALEXANDER TOMKINS 77 HIGH/ YOUNGEST SON OF THE LATE BORGOYNE TOMKINS/ PHYSICIAN AT THE TOWER OF LONDON/ DEPARTED THIS LIFE ON THE 2ND OF NOVEMBER 1852 AGED 52 YEARS/ 494/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Tomkins, major du 77 Regiment d'infanterie de S.M. Britannique, Angleterre/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 727/ Q 42: 438 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 180 Burial 26/11 Rev Gilbert, aneurism of the bowels/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Tomkins/ Major . . . [Alexander] / / Inghilterra/ Firenze/ 24 Novembre/ 1852/ Anni 52/ 494. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D28P/ D88/ 476/ HENRY GREGORY/ 
INGHILTERRA/ HENRY GREGORY MORI' IL 2 MAGGIO 1852 ALL'ETA' DI 25 ANNI. BENEDETTI SIANO I MORTI CHE MUOIANO NEL SIGNORE, DICE LO SPIRITO, RIPOSANO DALLE LORO FATICHE.

Conosciamo soltanto il nome di questo signore inglese e non quello del padre. Muore a Firenze all'età di 24 anni.



Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1852. Ambito toscano. Croce gotica in marmo bianco su base in marmo incisa poggiante su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 183; L: 82; P: 44; P.s. A: 23; L:  94; P: 55.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: HENRY GREGORY/ DIED MAY 2 1852/ AGED 25 YEARS// BLESSED ARE THE DEAD WHICH/ DIE IN THE LORD EVEN SO SAITH THE SPIRIT/ THEY REST FROM THEIR LABOURS/ REV 14: 13 V. Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Henri Gregory, Angleterre/ Q15: 198 Paoli/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 170, Burial 04/05, Rev O'Neill/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Gregory/ Enrico/ / Inghilterra/ Firenze/ 2 Maggio/ 1852/ Anni 24/ 476/ N&Q 70. Henry Gregory, ob. 2 May 1852, a. 25. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D28P/ D89/ 448/
CHARLES PERKINS
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI CHARLES PERKINS ESQ. DI LONDRA E DI BIRTLEY NELLA CONTEA DI DURHAM. LASCIO' QUESTA VITA IL 15 GENNAIO 1851 ALL'ETA' DI 66 ANNI.

Charles Perkins possedeva delle miniere di carbone a Birtley, Contea di Durham, dove esiste ancora una sua statua. Vedi anche ANN MARY SHIPPERDSON, D160.

   

Tomba.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1851. Ambito toscano. Lastra scolpita con croce distesa poggiante su una struttura rettangolare, recinto in marmo. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 51; L:  59; P: 145; P.s. A: 25; L: 133; P: 208; M: A: 66;  L: 132.5; P: 206.5.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY/ OF/ CHARLES PERKINS ESQRE/ OF LONDON AND BIRTLEY/ IN THE COUNTY OF DURHAM/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ ON THE 15TH JANUARY 1851/ AGED 66/ 448/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 153: 67 Mark Lane London, aged 66, Burial 17-01, Rev James officiating for Robbins (E101)/ Times, Daily News/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Perkins/ Carlo/ / Inghilterra/ Firenze/ 15 Gennaio/ 1851/ Anni 67/ 448/ N&Q 71. Charles. Perkins, Esq., of London and Birtley, Durham, ob. 15 Jan 1851, a. 66. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D29P/
D90/ 175/ ROSSLYN JANET (MACKENZIE) WEDDERBURN/ SCOZIA/
ROSSLYN JANET WEDDERBURN, FIGLIA DI JOHN E ELIZABETH MACKENZIE/........DI NOVEMBRE 1838/12 NOVEMBRE 1838, ALL'ETA' DI 30 ANNI...PACE ANIMA BEATA.

I Wedderburn sono i proprietari della Cappella Rosslyn ma non riescono a trovarla nella loro genealogia. E' sepolta vicina a Sir Robert Keith Arbuthnot
(D40) con il quale i Wedderburn sono imparentati.


 


Urna e colonna. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1838. Ambito toscano. Urna in marmo caduta dalla colonna, iscrizione entro tabula. Urna da ricollocare sulla colonna.  [M: Urn: A: 59; circum: 124; Colonna: A: 151; circum: 91; L: 48; P: 48 ; P.s. A: 8; L: 58; P: 59. ] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ROSLYNN JANET WEDDERBURN/ DAUGHTER OF JOHN AND ELIZABETH MACKENZIE/ . . . OF NOVEMBER 1838/ 12 OF NOVEMBER 1838/ AGED 30/ . . . PACE ANIMA BEATA/ Records, Guildhall Library, London: GL23773/4 N° 68, Burial 15/11, Age 30. d of John Mackenzie deceased and Elizabeth his wife, Burial 15-11, Rev Tennant (F49)/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Mackenzie Wedderburn/ Rosslyn Janet/ / Inghilterra/ Firenze/ 12 Novembre/ 1838/ Anni 30/ 175/ See Mackenzie, Wedderburn/ N&Q 72. Rosalyn(sic) Wedderburn, d. of John and Eliz. Mackenzie, ob. (11) Nov 1838, a. 30. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D29Q/ D91/ 450/ EMILIA PETSCHMANN/ GERMANIAEMILIE PETSCHMANN/ NEE EN PRUSSE/ MORTE A FLORENCE/ LE 9. FEVRIER 1851/ A L'AMIE!!!/ LA PLUS DIGNE/ D'ETERNELS REGRETS!!!

La tomba di una matura donna prussiana.



Sarcofago. Marmista: Francesco Mattei. 
Belle Arti scheda/ EMILIE PETSCHMANN/ NEE EN PRUSSE/ MORTE A FLORENCE/ LE 9. FEVRIER 1851/ A L'AMIE!!!/ LA PLUS DIGNE/ D'ETERNELS REGRETS!!!/  Petschmann/ Emilia/ / Germania/ Firenze/ 9 Febbraio/ 1851/ Anni 55/ 450/ Emilia Petschmann/ Magdebourg, Royaume de Prusse. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D29Q-R/ D92/ 167/ ELIZABETH TURNER/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI ELIZABETH, SECONDA FIGLIA DEL DEFUNTO SAMUEL CHARLES TURNER ESQ. DELLA CONTEA DEL DORSET. MORI' IL 17 APRILE 1838, ALL'ETA' DI 21 ANNI.

Ha 21 anni e la madre è vedova. Sembra che non sia imparentata con Thomas Turner che è sepolto nelle vicinanze. Webbs riporta che il padre, Samuel Turner, fu sepolto a Livorno il 15.4.1833.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1838.
Ambito toscano. Lastra in marmo interrata. Possibile  intervento di consolidamento. [M: A: 3; L: 74; P: 130.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ ELIZABETH SECOND DAUGHTER OF THE LATE SAMUEL CHARLES/ TURNER ESQ OF THE COUNTY OF DORSET/ DIED APRIL 17 1838 AGED 21 YEARS/ 167/ GL 23773/4 N° 63 Miss Turner, d of Mrs Turner widow of Florence, Burial 21-04 Rev Knapp/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Torner/ Elisabetta/ / Inghilterra/ Firenze/ 17 Aprile/ 1838/ / 167/ N&Q 73. Elizabeth, 2nd d. of Samuel Charles (Horner?), of co. Dorset, ob. 17 April 1838, a. 21. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D29Q/ D93/ 412/ ANDREA MAYER/ GERMANIA/ ANDREA MAYER/ BELLO DI FORME/ D'ANIMO GENTILE ED ELEVATO/ NON ANCOR QUADRIMESTRE/ IL DUOLO DELLE PATRIE SVENTURE/ CON OSTINATO MORBO/ RAPIVA ALLA LIBERTA DEI CIELI/ QUESTO MARMO BAGNATO DALLE LACRIME/ DEGLI ORBATI GENITORI E DEGLI INFELICI AMICI/ ISPIRI AI POSTERI TUOI SANTI AFFETTI/ NACQUE IN TOSCANA/ IL 30 . . . BRE 1830/ MORI IN FIRENZE IL 19 SETTEMBRE 1849

Nacque in Toscana e morì all'età di 20 anni. E' il figlio di un produttore di birra.


 

Colonna spezzata. Scultore: P.BAZZANTI.F. Sec. XIX, post 9/1849. Ambito toscano. Colonna spezzata con ghirlanda posta su basamento a pianta quadrata in marmo bianco, recinto in marmo e ferro. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 137.5; circum: 134; L: 65; P: 65; RMF: A: 73; L: 108; P: 180.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: ANDREA MAYER/ BELLO DI FORME/ D'ANIMO GENTILE ED ELEVATO/ NON ANCOR QUADRIMESTRE/ IL DUOLO DELLE PATRIE SVENTURE/ CON OSTINATO MORBO/ RAPIVA ALLA LIBERTA DEI CIELI/ QUESTO MARMO BAGNATO DALLE LACRIME/ DEGLI ORBATI GENITORI E DEGLI INFELICI AMICI/ ISPIRI AI POSTERI TUOI SANTI AFFETTI/ NACQUE IN TOSCANA/ IL 30 . . . BRE 1830/ MORI IN FIRENZE IL 19 SETTEMBRE 1849/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: André Meyer, Prusse, Brasseur de bière, fils de Chrétien Meyer/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Meyer/ Andrea/ / Svizzera/ Firenze/ 19 Settembre/ 1849/ Anni 20/ 412. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
D28O/ D94/ 215/ Suggest could be LETITIA DILLON TENNENT/ INGHILTERRA/

Suo padre pubblicò Prevailing Religious and Philosphical Opinions Investigated, Londra, 1837. Era la seconda figlia. Notes & Queries colloca questa tomba nel settore D, fra Questo giovane candidato per il ministero proviene da Brunswick, nella Bassa Sassonia, GermaniaD92/ ELIZABETH TURNER and D96/ JEAN TROTTER.

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano.
[M: A: 2.5; L: 52; P: 97; P.s.: A: 10; L: 64; P: 102.]  GL 23774 N° 13: d of Richard Dillon Tennent of London, Burial 23-04, Rev Tennant (F49), fever/ Dillon (Tennent)/ Letizia/ / Inghilterra/ Firenze/ 21 Aprile/ 1841/ Anni 15/ 215/ See Tennent. Identifed in N&Q as N&Q 74. *Letitia, d. of Richard Dillon (Tennent?) and Anne ____. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

 


D28Q-R/
D95/ 380/ OTTO DIECKMANN/ GERMANIA/


This young candidate for ministry is from Brunswick, in Lower Saxony, Germany.


 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1847. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2.5; L: 75; P: 152; ; P.s. A: 11; L: 88; P: 164.] / Otto Dieckmann/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Othon Dieckman, Brunswick, candidat du saint ministère/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Dickmann/ Otto/ / Germania/ Firenze/ 12 Dicembre/ 1847/ Anni 24/ 380. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.



D28R/ D96/ 266/ JEAN TROTTER/ 
INGHILTERRA/ ALLA MEMORIA DI JEAN, QUARTA FIGLIA DEL DEFUNTO JOHN TROTTER ESQ. DI DYRHAM PARK NEL MIDDLESEX, INGHILTERRA. MORI' A FIRENZE IL 29 AGOSTO 1843 ALL'ETA' DI 38 ANNI./CERCANDO QUELLA BEATA SPERANZA.

Web: “Dyrham Park fu venduto a John Trotter nel 1798, il fondatore del Soho Bazaar. Il maniero è grande e ben tenuto; il parco consiste di 170 acri, piacevoli con una buona alberatura. Il cancello d'ingresso, che si trova sulla strada per Saint Alban's consiste in un alto arco fra due colonne toscane. E' l'arco di trionfo eretto dal generale Monk di Londra per la visita di Charles II nel 1660.” Il Soho Bazaar facilitava la vendita di oggetti creati dalle vedove delle guerre napoleoniche. La sorella di John Trotter sposò il 9° Conte di Lindsay e la loro figlia sposò il 3° Conte di Norbury (sembra incorretto).


 

 Sarcofago. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 8/1843. Ambito toscano. Sarcofago in marmo posto su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 83; L: 103; P: 56; P.s. A: 34; L: 117; P: 69.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: TO THE MEMORY OF/ JEAN/ FOURTH DAUGHTER OF THE LATE JOHN TROTTER ESQUIRE/ OF DYRHAM PARK MIDDLESEX ENGLAND/ WHO DIED AT FLORENCE 29 OF AUGUST 1843 AGED 38 YEARS/ "LOOKING FOR THAT BLESSED HOPE" 2 CHAP TITUS 13 VER/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 52 d of John and Felicita Trotter, Age 34, Burial 01-09, Rev Willoughby Balfour officiates, Rev Robbins (E101) attests/ Morning Post/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Trotter o Frotter/ Giovanni/ / Inghilterra/ Firenze/ 29 Agosto/ 1843/ Anni 34/ 266/ [gender, age error]/ N&Q 75. Jean, 4th d. of the late John Trotter of Dyrham Park, Middlesex, ob. 20 Aug 1843, a. 38. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D27R/ D97/ 451/ ANN (BAINBRIDGE) KLINE MORATTI/ SCOZIA/ . . .R DILECTISSIMAE/ FRANCISCUS DE MORATTIS/ . GRATO ANIMO POSUIT// AD ANNA KLINE MORATTI FIGLIA A/ GIORGIO CARR BAINBRIDGE/ GENTILUOMO INGLESE/ MOGLIE ARMIGER/ NOBILE . . . DONNA . . . / NATA . . . / MORTA . . .// PIETRO GAVAZZI/ MODELLO COMINCIO NON FINI/ SORPRESO DA MORTE/ NEL 1852// S . . . PUCCI/ PER AFFEZIONE ALL'AMICO PERDUTO/ ABBELLI TERMINO NEL 1853

Il padre scozzese, George Carr Brainbridge proviene da Roxburgshire. Sembra che si sia sposata due volte, il secondo marito era l'avvocato Francesco Moratti. Questo matrimonio ebbe luogo all'Ambasciata Britannica a Berna in Svizzera. Troviamo due suoi ritratti a medaglione sulla tomba ma sono, ormai, molto erosi.
124/ WILLIAM BAINBRIDGE/ SCOZIA/ Bainbridge/ Guglielmo / / Inghilterra/ Firenze/ 22 Settembre/ 1835/ / 124.
Nell'assenza dei suoi parenti e la sua età conosciamo poco di lui. Forse connessioni con la sepoltura Moratti.
 

Tabernacolo. Scultori, PIETRO GAVAZZI/ MODELLO COMINCIO NON FINI/ SORPRESO DA MORTE/ NEL 1852// S . . . PUCCI/ PER AFFEZIONE ALL'AMICO PERDUTO/ ABBELLI TERMINO NEL 1853. Pietro Gavazzi from Pistoia was Bartolini's student/Pietro Gavazzi di Pistoia fu allievo di Bartolini. Sec. XIX, post 3/1851. Ambito toscano. / Tomba come tabernacolo, effigi entro medaglioni nello stile gotico di Félicie de Fauvau, copia degli archi di Santa Maria Novella, Orsanmichele e Santa Croce. Possibile intervento di pulitura.[M: A: 280; L: 143; P: 89.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi . . .R DILECTISSIMAE/ FRANCISCUS DE MORATTIS/ . GRATO ANIMO POSUIT// AD ANNA KLINE MORATTI FIGLIA A/ GIORGIO CARR BAINBRIDGE/ GENTILUOMO INGLESE/ MOGLIE ARMIGER/ NOBILE . . . DONNA . . . / NATA . . . / MORTA . . . / Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 154 Death 06/03/51/ Burial March 51, Age 42, Rev Robbins (E101)/ Caledonian Mercury, daughter of the late George C. Bainbridge, Esq., of Gattonside House, Roxburghshire/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Moratti Kline Baimbridge/ Anna/ / Inghilterra/ Firenze/ 16 Marzo/ 1851/ Anni 41/ 451/ See Bainbridge/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D26R/ D98/ 504
/ DAVID SCHMUTS/ SVIZZERA/ A LA MEMOIRE/ DE/ DAVID SCHMUTS DE NANT/ DECEDE/ A/ FLORENCE/ LE 30 AVRIL/ 1853

A Swiss shopkeeper from French-speaking Nant in Fribourg.

 

Colonna spezzata. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1853.
Ambito toscano. Colonna spezzata in marmo su basamenti in marmo e pietra serena, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 145; L: 60; P: 60; P.s. A: 26; L: 87; P: 87; circum: 95.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: A LA MEMOIRE/ DE/ DAVID SCHMUTS DE NANT/ DECEDE/ A/ FLORENCE/ LE 30 AVRIL/ 1853/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: David Schmutz, Nant, Canton des Fribourg, en Suisse, Negociant/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Schmuts/ David/ / Svizzera/ Firenze/ 30 Aprile/ 1853/ Anni 45/ 504. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D26O/ D99/ NON IDENTIFICATA Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Possibile intervento di consolidamento. [A: 2.5; L: 66; P: 136; P.s.: A: 16; L:  77; P: 145.]  Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

 

D26Q/ D100/ NON IDENTIFICATA Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Possibile intervento di consolidamento. [P.s.: A: 18; L: 71; P: 145.]  Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

  

D25Q/ D101/ 611/ GUSTAV CRUSE/ GERMANIA.

He is 21, the son of a publishing Prussian health officer, Gustav Leopold Cruse, who precedes Rudolf Virchow. Fragments of vandalized cross are in back room.

 

Cippo con croce in marmo. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. [P.s. A: 62; L/P: 45; parte della croce in marmo: A: 39; L: 9; P: 5.] / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts:Gustave Cruse, Konigsberg, en Prusse, fils de Dr Cruse (Conseiller de Santé) et de Lida Cruse, née Dressler/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 430/ Q262: 165 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti:Cruse/ Gustavo/ Gustavo/ Germania/ Firenze/ 12 Maggio/ 1857/ Anni 21/ 611. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25Q/ D102/
668/ GIUSEPPE CRISTIANO MERCADANTI/ SVIZZERA/ GIUSEPPE CRISTIANO MERCADANTI

He is a pastrymaker from the Grigione and the father of D51/ BALDASSARE MERCADANTI above.

 

Cippo. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 3/1859. Ambito toscano. Cippo in marmo bianco, marmo porco, posto su basamento in pietra serena, recinto in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 98; L: 25; P: 10; P.s. A: 25; L: 71; P: 29; RF: A: 31; L: 81; P: 178.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: GIUSEPPE CRISTIANO MERCADANTI/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Joseph Mercadanti, Canton des Grisons (en Suisse), Patissier, agè de 68 ans, fils de Cristiano Mercadanti/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 575/ Q 352: 310 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Mercadanti/ Giuseppe/ Cristiano/ Svizzera/ Firenze/ 19 Marzo/ 1859/ Anni 66/ 668. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D103
A Wital tomb from which the too-thin marble insert first buckled, then fell. The frame in pietra serena is beautifully carved.




D23Q/ D104/ 1343
/ ANNA PASSET RUEDI/ SVIZZERA/

She is a Swiss Passet widowed from a Swiss Ruedi.

 

Lastra.
Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 7/1876. Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo sporco, iscrizione in romancio con lettere in ottone in caratteri romani, rialzata su basamento in pietra serena. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 5; L: 61; P: 127; P.s. A: 10.5; L: 69; P: 138.] Frau Anna Ruedi née Passet/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Passett Vedova Ruedi/ Anna / Svizzera/ Firenze/ 16 Luglio/ 1876/ / 1363/ Ruedi nata Passett/ Vedova Anna/ / Svizzera/ Firenze/ 16 Luglio/ 1876/ / 1363. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D22Q/ D105/ 676/ ELIE JULES GALTIER/ FRANCIA/ CI GIT/ JULES GALTIER/ NE A LASALLE/ FRANCE/ DECEDE A FLORENCE/ LE 14 JUILLET 1859/ A L'AGE DE 35 ANS/ CELUI QUI CROIT EN MOI/ VIVRA QUAND MEME IL/ SERAIT MORE. JEAN 2.25

A young French shopkeeper dies in Florence.

 

Marmista ignoto. Sec. XIX, post 6/1859. Ambito toscano. Colonna spezzata in marmo bianco posta su basamento e lastra in pietra serena, quest'ultima in stato di grande degrado. Intervento di consolidamento, Gheorghe Petrache, 2009. [M: A: 230; L: 65; P: 65; circum: 90; P.s. A: 30; L: 87; P: 205.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: CI GIT/ JULES GALTIER/ NE A LASALLE/ FRANCE/ DECEDE A FLORENCE/ LE 14 JUILLET 1859/ A L'AGE DE 35 ANS/ CELUI QUI CROIT EN MOI/ VIVRA QUAND MEME IL/ SERAIT MORE. JEAN 2.25 [John 11.25]/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Elie Jules Galtier, Lassalle (Gard), negociant, agé de 35 ans, fils de David Galtier, et de Suzanne Martin/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 662.4/ Q 364: 809.4 Paoli, additional bill for lead, pasted to Quittance, of 51.4 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Galtier/ Giulio/ David/ Francia/ Firenze/ 11 Luglio/ 1859/ Anni 34/ 676/°=Bernd Erhardt. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D22Q/ D106/ 670
/ EDUARD BOSSE/ LETTONIA/RUSSIA/ EDUARD BOSSE/ GEB[oren] IN RIGA DEN 6 FEBRUAR 1810/ GEST[orben] IN FLORENZ DEN 3 APRIL 1859

Son to D107/ ERNST GOTTHILF BOSSE, brother to D109/ ELISE BOSSE. Likewise an artist, he worked in the Uffizi copying paintings.

 

Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1859. Ambito toscano. Tomba in marmo e pietra serena, marmo scolpito con profilo curvilineo, lettere in rilievo. Possibile intervento di consolidamento sul basamento. [M: A: 47; L: 68; P: 136; P.s. A: 82; L: 90; P: 171.] Iscrizione sepolcrale in tedesco incisa in lettere capitali e numeri arabi a rilievo: EDUARD BOSSE/ GEB[oren] IN RIGA DEN 6 FEBRUAR 1810/ GEST[orben] IN FLORENZ DEN 3 APRIL 1859/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Edouard Bossé, l'Empire Russe (Provinces Baltiques), fils de Ernest Gotthelf Bossé, et de Milhelmina Bossé, née Danemark/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des ', Paoli 460/ Q 354: 195 Paoli/ Talalay: artista, ha lavorato agli Uffizi come copista/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 164. Bossé/ Eduardo/ Ernesto/ Russia/ Firenze/ 3 Aprile/ 1859/ Anni 49/  670/ °=Bernd Erhardt. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Боссе Эдвард Эрнестович, Рига 6.2.1810 — Флоренция 3.4.1859, № 670, D22Q.


D21Q/ D107/ 812/
ERNST GOTTHILF BOSSE/ LETTONIA/RUSSIA/ GEB[oren] IN RIGA DEN 20 AUGUST 1785/ GEST[orben] IN FLORENZ 27 DECEMBR 1862/ ERNST G[otthilf] BOSSE
 
Father to Eduard Bosse (D107), he gave up being a merchant to become a painter of portraits and a copyist of Old Masters in Latvia, St Petersburg, Rome and Florence, where he was a Professor at the Accademia di Belle Arti.

 

Tomba.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1862. Ambito toscano. Tomba in marmo e pietra serena, marmo con profilo curvilineo, marmo scolpito, lettere in rilievo. Possibile intervento di consolidamento sul basamento. [M: A: 46; L: 69; P: 136; P.s. A: 82; L: 90; P: 171.] Iscrizione sepolcrale in tedesco in rilievo in lettere capitali e numeri arabi: GEB[oren] IN RIGA DEN 20 AUGUST 1785/ GEST[orben] IN FLORENZ 27 DECEMBR 1862/ ERNST G[otthilf] BOSSE/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Ernst Gotthilf Bossé, Riga en Livonie, professeur, fils de Pierre Joachim Gotthilf Bossé, et de . . . ,  née Ebel/ Talalay: N° 812, RC, al Cimitero agli Allori é sepolto  la sua moglie Wilhelmina Sophia Bosse, Riga 12-11-1787- Firenze 27.9.1884/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Bossé/ Ernesto Gotthilf/ Giovacchino/ Russia/ Firenze/ 27 Dicembre/ 1862/ Anni 77/ 812/ Belle Arti 1993-1997 scheda/ °=Bernd Erhardt. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Боссе Эрнест Готлибович, Рига 20.8.1785 — Флоренция 27.11.1862, № 812, D22Q [художник]
Mediatheca 'Fioretta Mazzei' holdings, TAU


D21Q/ D108/ 698
/ THEODORE PARKER/ AMERICA/ THEODORE PARKER/ THE GREAT AMERICAN PREACHER/ BORN AT LEXINGTON MASSACHUSETTS/ UNITED STATES OF AMERICA/ AUGUST 24TH 1810/ DIED AT FLORENCE ITALY/ MAY 10 1860/ HIS NAME IS ENGRAVED IN MARBLE/ HIS VIRTUES IN THE HEARTS OF THOSE HE/ HELPED TO FREE FROM SLAVERY/ AND SUPERSTITION

Pastore Luigi Santini:
Theodore Parker nacque in una famiglia modesta a Lexington, Mass. Studiò alla Scuola delle Divinità a Harvard specializzandosi in teologia tedesca. Era attirato dalle idee di Coleridge, Carlyle e Emerson. Nel 1842 i suoi dubbi lo portarono a rompere con la teologia ortodossa: sottolineò l’immediatezza di Dio e vedeva la Chiesa come una comunità che guardava Cristo come espressione suprema di Dio. A Boston organizzò le prime congregazioni chiamate Unitariane. Partecipò alla lotta per l’abolizione della schiavitù. Molto malato cercò rifugio a Firenze, dove abitavano gli amici, i Browning, Isa Blagden e Frances Power Cobbs. Morì  meno di un mese dal suo arrivo. Frances Power Cobbs collezionò e pubblicò i suoi scritti in 14 volumi, il suo compatriota Hart, scolpì la semplice lastra tombale.

Frederick Douglass scrisse di lui: Dopo Roma, per me Firenze è la città classica più interessante ed era lì che andammo dopo aver visitato la Città Eterna.  Non ci si stancherebbe  mai di ciò che troviamo qui. La prima cosa che,  io e la Signora Douglass, abbiamo fatto al nostro arrivo era di visitare la tomba di Theodore Parker e anche quella di Elizabeth Barrett Browning (B8). Il predicatore e la poetessa sono sepolti uno vicino all’altra. La loro anima era devota alla libertà. La coraggiosa posizione che tenne Theodore Parker durante il conflitto anti schiavistica colpì il mio cuore e, naturalmente il posto reso sacro dalle sue ceneri era il primo a cui mi portai al suo fianco. Aveva voce per lo schiavo quando quasi tutti i pulpiti del Paese stavano in silenzio. Guardando il piccolo monticello di terra che copriva le sue ceneri, sentivo il pathos della sua tomba semplice. Non mi sembrava giusto che i resti del grande predicatore americano  riposassero in una terra straniera, lontane dai cuori e dalle mani di coloro che sarebbero stati contenti di stargli vicino e tenere la tomba ben adornata di fiori. Non c’era uomo più intensamente americano come Theodore Parker. Grande come il paese nel suo amore per l’umanità, era anche un figlio innamorato del New England e pienamente bostoniano nei suoi pensieri, sentimenti e attività. Il pensiero liberale che insegnava aveva , nella sua terra natia, la sua casa natale e il più esteso benvenuto, pensavo, quindi, che le sue ceneri dovessero essere portate qui. Era dal suo pulpito, a Roxbury, che feci il mio primo discorso contro la schiavitù. Mi aprì le porte in quel periodo buio. Mi ricordo, inoltre, la sua amabile gentilezza quando fui perseguitato per avere cambiato opinione riguardo all’azione politica. Theodore Parker non si unì a quella lotta. Amava il Sig. Garrison ma non era un garrisoniano. Lavorò con le sette ma non era un settariano. Il suo carattere era di  un calco troppo grande perché lui potesse assumere qualsiasi  forma o riforma che non fosse più grande dell’umanità. In men che non si dica avrebbe dato il suo sangue per un schiavo nero fuggitivo, perseguitato da cani umani come  per un Presidente degli Stati Uniti bianco. Era amico degli abolizionisti, non-votanti  e non  resistenti ma, allo stesso tempo era amico di Henry Wilson, Charles Sumner, Gerrit Smith e John Brown. Era il grande e generoso fratello di tutti gli uomini, cercando onestamente di arrivare all’abolizione della schiavitù dei negri. Negli ultimi tempo hanno cercato di catalogarlo insieme a  coloro che condannarono il negro. Se ciò fosse stabilito sarebbe reo di duplicità e ipocrisia del tipo più ributtante. Ma la sua vita intera e il suo carattere sono in diretta contraddizione a questa supposizione.

While he had written the following in his diary:





Following this visit
to see Theodore Parker's tomb, Douglass agitated for a better monument to honour him, William Wetmore Story being commissioned to carry out the present one. Story had already created a bust of Parker from life in Rome, and now portrayed him in bas-relief. This is one among several tombs with a portrait medallion: A64/ GEORGE AUGUSTUS WALLIS by Aristodemos Costoli; A15/ ANNE SUSANNA (LLOYD) HORNER by Francesco Jerace; AB7/ INA BOSS SAULTER, by Ettore Ximenes; B4/ ELENA NIKITICNA DIK, NATA AKZYNOVA by Fyodor Fyodorovitsch Kamensky; C3/ THOMAS SOUTHWOOD SMITH by Joel T. Hart; D108/ THEODORE PARKER by William Wetmore Story; D127/ JAMES ROBERTS, by Joel T. Hart?; E12/ JAMES LORIMER GRAHAM, JR by Launt Thompson; E9/ WALTER KENNEDY LAWRIE by Pietro Bazzanti, F27/ PHILIPPINA (SIMONS) CIAMPI, by Joel T. Hart? When President Obama ordered the carpet for the Oval Office he included words he thought originated with Martin Luther King, Jr., but which are actually Parker's words abbreviated by King from a sermon Parker preached against slavery in 1853: 'How long? Not long because the arc of the moral compass is long, but it bends towards justice'. He quoted them again at Nelson Mandela's funeral. Kathryn P. Richards cited

http://www.vcu.edu/engweb/transcendentalism/authors/parker/


            
                      
        
Theodore Parker's desk with statues                                      Frederick Douglass at Lloyd Garrison's tomb
of Jesus and Spartacus                    Joel Hart(F28)'s tomb for Theodore Parker                        William Wetmore Story's tomb for Theodore Parker

Cippo.
Primo cippo scultore Joel Tanner Hart, secondo cippo (l'attuale) di William Wetmore Story. Sec. XIX, post 5/1860. Ambito toscano. Cippo in marmo scolpito, entro medaglione con foglie d'alloro effige di Theodore Parker. Intervento di restauro conservativo Scuola per l'Arte ed il Restauro di Palazzo Spinelli, 1999, di Daniel-Claudiu Dumitrescu, 3/2016. [M: A: 200; L: 90.5; P: 29; RP.s. A: 24; L: 115; P: 200.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: THEODORE PARKER/ THE GREAT AMERICAN PREACHER/ BORN AT LEXINGTON MASSACHUSETTS/ UNITED STATES OF AMERICA/ AUGUST 24TH 1810/ DIED AT FLORENCE ITALY/ MAY 10 1860/ HIS NAME IS ENGRAVED IN MARBLE/ HIS VIRTUES IN THE HEARTS OF THOSE HE/ HELPED TO FREE FROM SLAVERY/ AND SUPERSTITION/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Le Reverent Theodore Parker, Lexington /Massachusetts aux Etats-Unis), fils de John Parker et de son épouse Hannah née Stearns/  II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 1768/ Q 403: 1103 Paoli/ Hull PacketRegistro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Parker/ Rev. Teodoro/ Giovanni/ America/ Firenze/ 10 Maggio/ 1860/ Anni 49/ 698/ Freeman, 232-235/ N&Q 75. Theodore Parker, the great American preacher, b. at Lexington, Mass. 24 Aug 1810, ob. 10 May 1860. Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
See Sally Mitchell, 'Theodore Parker's Graves':  CBVa.html#Mitchell, Elise Madeleine Ciregna, 'Marble Fauns, Angels and Cemeteries,: William Wetmore Story and Friends in Italy', CBVd.html: also Mediatheca 'Fioretta Mazzei' holding, Dean Godzins' biography of Theodore Parker, American HereticAtlantic Monthly, 'Theodore Parker', etc. TAU


D20Q/ D109/
1409/
ELISE BOSSE/ LATVIA/LETTONA/ RUSSIA/ ELISE BOSSE/ GEB[oren] IN RIGA DEN 28 JULI 1822/ GEBST[orben] IN FLORENZ DEN 24 SEPT 1877

E' l'ultima sepolta nel Cimitero di proprietà svizzera chiamato “degli Inglesi”. Suo padre è
D107/ ERNST GOTTHILF BOSSE, il fratello D106/ EDUARD BOSSE è sepolto qui mentre la madre fu sepolta al Cimitero degli Allori alla sua morte nel 1884. Questa famiglia di artisti proveniva da Riga in Lettonia, dove si trova un bel ritratto di sua moglie, madre di Elise, eseguito da Ernst Gotthilf Bosse.

   

Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 9/1877. Ambito toscano. Tomba in marmo e pietra serena, marmo scolpito con profilo curvilineo, lettere a rilievo. Possibile intervento di pulitura sul marmo e di consolidamento sul basamento. [M: A: 46; L: 69; P: 136; P.s. A: 82; L: 90; P: 171.] Iscrizione sepolcrale in tedesco in lettere capitali e numeri arabi a rilievo: ELISE BOSSE/ GEB[oren] IN RIGA DEN 28 JULI 1822/ GEBST[orben] IN FLORENZ DEN 24 SEPT 1877/ Talalay: N° 1409, RC/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 165. Bossé/ Elisa/ Ernesto/ Germania/ Firenze/ 24 Settembre/ 1877/ Anni 55/ 1409. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Боссе (Bosse) Элиза Эрнестовна, Рига 6.2.1810 — Флоренция 24.9.1877, № 1409, D22Q. 


D20S/ D110/ 914/
RICHARD HILDRETH/ AMERICA/ RICHARD HILDRETH/ DIED JULY 10 1865

Nel suo diario, Frederick Douglass ricorda la sua visita anche alla tomba di Richard Hildreth e fa un lungo commento riguardo ai suoi scritti. Jeffrey Begeal scrive che Richard Hildreth era console americano a Trieste. William Lyons ci ricorda che Hildreth scrisse una “History of the U.S.” in sei volumi, dichiarando  nella prefazione: “Di sermoni centenari e orazioni il 4 luglio, se dichiarati o all'apparenza storici, ne abbiamo anche troppi. E' dovuto ai nostri padri e a noi stessi, è dovuto alla verità e alla filosofia che dobbiamo, per una volta, presentare sul palcoscenico della storia, i fondatori della nostra nazione americana disadorni non imbellettati, vestiti in tabarre di  fine stoffa , senza trampoli, canutiglia, tragedie, orpelli o  edizenment?, (miracoli?) mostrandosi come sono veramente. “The Dictionary of Unitarian and Universalist Biography” riporta che Hildreth scrisse il primo romanzo contro la schiavitù. “The Slave”, aveva visto la schiavitù in Florida dove era andato a causa della tubercolosi. Si può leggere questo libro sul Web
http://docsouth.unc.edu/neh/hildreth/hildreth.html TAU possiede una copia della traduzione in italiano. Nel suo libro, “La capanna dello zio Tom”. Harriet Beecher Stowe copia questo volume insieme al libro di Frances Trollope (SettoreB, B80), Jonathan Jefferson Whitlaw. Hildreth è sepolto vicino a Theodore Parker (D108), un unitariano come lui. Frederick Douglass visitò ambedue le tombe e nel suo diario manoscritto, vedi sopra, elogiava  la moglie di Hildreth, Caroline Negus, la ritrattista che sosteneva la carriera letteraria del marito, morì di colera a Napoli nel 1867. Kathryn P. Richards cited the website:

http://www25.uua.org/uuhs/duub/articles/richardhildreth.html


 

Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1865. Ambito toscano. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 99; L: 61; P: 22; P.s. A: 45; L: 82.2; P: 47.1.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: RICHARD HILDRETH/ DIED JULY 10 1865/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Richard Hildrith, l'Amerique/  / III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 339.55/ Tiimothy Bigelow Lawrence, Consular Records 11/7/1865, Despath No. 109 to Seward, Death of Richard Hildreth, Boston, MA, aged 57, Late Consul of Trieste/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Hildreth +/ Riccardo/ / America/ Firenze/ 10 Luglio/ 1865/ Anni 58/ 914/ DUUB (Dictionary of Universalist Unitarian Biography)/ N&Q 87. Richard Hildreth, ob. 10 July 1865. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
Sirpa Salenius, CBVa.html#salenius The Mediatheca 'Fioretta Mazzei' seeks these volumes by Richard Hildreth, History of the United States, History of Banking. We have the two volume translation into Italian of The White Slave, Lo schiavo bianco, Milan, 1853, the second anti-slavery novel. See TAU


D21R/ D111/ 586/
JAMES DENNIS & ANN (DENNIS) JOHNSON/ IRELANDA/INDIA/ A MEERUT NELLE PROVINCE DEL NORD NELLE INDIE ORIENTALI E' SEPOLTA ANN, LA AMATA MOGLIE DI G. ROSS JOHNSON ESQ. DELL”INNER TEMPLE”, AVVOCATO DEL TAU E LA SUA SECONDA FIGLIA FEMMINA I CUI RESTI SONO SEPOLTI QUI. DISTINTA PER LA SUA GRAZIA E LA  BELLEZZA DELLA SUA MENTE E DELLA SUA PERSONA, MORI' . . . ALL'ETA' . . . LASCIANDO UN MARITO E DUE PICCOLI FIGLI MASCHI CHE PIANGONO LA LORO PERDITA.

Ann Dennis è sepolta a Meerut, non a Firenze. Questa tomba fu eretta come cenotafio alla sua memoria dal marito afflitto mentre seppelliva il padre di lei ?. La sua tomba esiste ancora nel Cantonment Cemetery, Meerut. James Dennis, Isaac Lumley, Massimiliano Zileri hanno tutti delle connessioni con la città di Parma.


 

Obelisco. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1855. Ambito toscano. Obelisco posto su un basamento, scolpito con castello, recinzione in ferro e ghisa. Intervento conservativo sul ferro, Gheorghe Petrache, 2009. Possibile intervento di pulitura sul marmo. [M: A: 270; L: 58; P: 58; P.s. A: 43; L: 73; P: 73; RF A: L: P: .] Iscrizione sepolcrale in inglese e latino incisa in lettere capitali e numeri arabi: AT MEERUT OF THE NORTH WEST/ PROVINCES EAST INDIES IS BURRIED [sic]/ ANN THE DEARLY LOVED WIFE OF/ G. ROSS JOHNSON ESQUIRE OF THE INNER TEMPLE/ BARRISTER OF LAU (sic) AND THE SECOND DAUGHTER OF HIM COHOSE REMAINS LIE BURIED HERE/ DISTINGUISHED FOR THE GRACE AND LOVELINESS OF HER MIND AND PERSON SHE DIED . . ./. . AGED . . .  LEAVING A HUSBAND . . . TWO INFANT SONS TO DEPLORE THEIR LOSS// JACOBUS DENNIS. . . PATERNUS/ HUC RITE TRANSLATA/ LACRIMIS . . . SEQUITUR/ PARENTI OPTIMO/ . . . SOLVIT/ ATQUE UNA CUM  . . . / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Dublin, royaume Irlanda/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 575.4/ Q 211: 215 Paoli 4 crazii/ FO79/162, Dennis living with former servant Mary Ann Steel, Ann their child/ Records, Guildhall Library, rupture of blood vessel in head/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Denis/ Giacomo/ / Inghilterra/ Parma/ 6 Dicembre/ 1855/ Anni 48/ 586/ BACSA (British Association for Cemeteries in South Asia): 1 January 1863 Ann Johnson, aged 26, wife of Henry Ross Johnson Esq, Barrister at Law/ N&Q 86. James John F. Dennis, of Dublin, ob. 55. At Meerut, in the North West Provinces, Ann, wife of H.C. Ross (J?)ohnson, Esq, of the Inner Temple, barrister, 2nd d. of him whose remains lie here, ob. 1 Jan 1863, leaving a husband and 2 inf. sons/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D21R-S/ D112/ NON IDENTIFICATA Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Possibile intervento di consolidamento. [A. M: 2; L. 60; P: 125.5; P.s. A: 18; L: 70; P: 135.]  Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.




D22S
/ D113/ 1394/ ARTHUR WILLIAM CASTELLAN/ 
INGHILTERRA/AMERICA?/ ALLA MEMORIA DI ARTHUR WILLIAM, TERZO FIGLIO MASCHIO DI EDWARD E LUCY CASTELLAN. MORI' IL 7 MAGGIO 1877 ALL'ETA' DI TRE MESI E MEZZO. COSI' E' IL REGNO DEL CIELO.

Il nome di Castellan è  di uso frequente in America ma sconosciuto in Inghilterra.


 

Cippo Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1877. Ambito toscano. Cippo in marmo su basamento in pietra serena. Intervento di pulitura, Daniel-Claudiu Dumitrescu, 2012.. [M: A: 102; L: 50; P: 8; P.s. A: 34; L: 71; P: 29.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: TO THE MEMORY OF/ ARTHUR WILLIAM/ THIRD SON OF/ EDWARD AND LUCY/ CASTELLAN/ WHO DIED ON THE 7TH OF MAY 1877/ AGED 3 1/2 MONTHS/ OF SUCH IS THE/ KINGDOM OF HEAVEN [Matt. 19.14]/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Castellan/ Arturo Guglielmo/ Edoardo/ Inghilterra/ Firenze/ 7 Maggio/ 1877/ Mesi 4/ 1394/ N&Q 85. Arthur Wm, s. of Edward and Lucy Castellan, ob. 7 May 1877, a. 3 1/2 mths. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D22R-S/ D114/ NON IDENTIFICATA/ Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Possibile intervento di consolidamento. [M: A: 2; L: 62; P: 135; P.s. L: 69; P: 143.5.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. Nulla osta.

Forse la tomba di  KENNETH MACLEOD/ SCOZIA/  

Uno scozzese per il quale non abbiamo né parentele né documenti municipali. Notes & Queries colloca questa tomba nel settore D, fra  D127/ JAMES ROBERTS and D113/ ARTHUR WILLIAM CASTELLAN:

N&Q
85. Kenneth Mcleod, ob. 1 Sept 1862, at 61.


 

D22S/
D115/
1114/
JULIA GOTTARDOVNA DE MANTEUFFEL/ RUSSIA/


Una russa della Lettonia, come la famiglia Bosse.



Tomba. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 12/1870. Ambito toscano. Tomba in marmo bianco, marmo sporco, lastra con profilo curvilineo, scolpita con coronet e croce . Possibile intervento di pulitura. [M: A: 13; L: 57; P: 127; P.s. A: 63; L: 75; P: 149.] Manteuffel, Julia Gottardovna/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Julie de Manteuffel, la Livonie, Russie, rentiere, fille de Gotard Manteuffel/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 406/ Talalay: N° 1114, RCRegistro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Manteuffel (de)/ Giulia/ Gottardo/ Russia/ Firenze/ 30 Dicembre/ 1870/ Anni 80/ 1114. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
де Мантейфель Юлия Готтардовна, † Флоренция 30.12.1870, 80 лет, № 1114, D22S, могила не сохр, могила не сохр.


D22SR
/ D116/ NON IDENTIFICATA/ Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 12/1870. Ambito toscano. Tomba in marmo bianco, marmo sporco, lastra con profilo curvilineo, scolpita con farfalle. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 13; L: 57; P: 127; P.s. A: 63; L: 75; P: 149.]
Questa tomba  è simile ad altre della Lettonia. Julia Manteuffel e membri del la famiglia Bosse. Non abbiamo trovato indizi per conoscere chi è sepolto qui.

BARONIN DOROTEA CORINNE FREDERIKOVNA
PIONTKOVSKAJA DE THOM/ RUSSIA/

Una nobildonna lituana, forse la madre era svedese.

Thohn, nata Piontkovskaja, Dorothea Frederikovna/
Talalay: N° 862, RC/
Dorothèe Corinne de Thom, née Pionthowsky, Levonie, Russie, rentiere, fille de Jean Frédéric de Pionthowsky et de Jeanne Elisabeth, née Boström// Russia// 
II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Francs 218.55/ Thom (De) nata de Pionthowsky/ Vedova Dorotea/ Gio: Federigo/ Russia/ Firenze/ 27 Gennaio/ 1864/ Anni 59/ 862.



 

D117/
NON IDENTIFICATA




D23S/ D118/ 1111
/ GIOVANNI BATTAGLIA/ SVIZZERA/

Proviene dal Cantone dei Grigioni di lingua romancia. Possiede un café a Firenze.

  

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1870. Ambito Toscano. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 60; P: 128.5; P.s. A: 25.5, L: 70.2; P: 141.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean Battaglia, Farstenaw, Grisons, Cafetier, fils de Jacob Battaglia et de Anna Kieni/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 403/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 83. Battaglia/ Giovanni/ Giacomo/ Svizzera/ Firenze/ 5 Dicembre/ 1870/ Anni 55/ 1111. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23S/
D119/
1068/ CATHERINE BARBARA WITAL/ SVIZZERA/

Muore nubile all'età di 21 anni.

        

Lastra
. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1869. Ambito toscano. Lastra sporca. Possibile intervento di pulitura. [M: A: L: P: ; P.s. A: L: P: ; R: A: L: P: ] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Catherine Vital, Sent, Grisons, Paul Otto Vital, et de Marie, née Gohreith/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais, Francs 157/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital/ Caterina/ Paolo/ Svizzera/ Chiavenna/ 2 Novembre/ 1869/ Anni 21/ 1068. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.                                                                                                             


D23R/ D120/ 738
/ GIACOMO MELCHIOR BRUN/ FAMIGLIE BRUN E WITAL/ SVIZZERA/ FAMIGLIE BRUN E WITAL/ D.VENTURI E F./ BOLOGNA 1892//// QUI GIACE GIACOMO MELCHIORRE BRUN/ DI THUSIS/ 12 AGOSTO 1804/ 7 LUGLIO 1861

Egli è un capo cameriere proveniente da Thusis nei Grigioni. Le famiglie Brun e Wital, ambedue della stessa zona in Svizzera, si sono unite le forze per erigere una cappella funerario nel Cimitero svizzero di Firenze in Piazza Donatello.



Marmista ignoto; fonditore, D. Venturi e figli, Bologna. Sec. XIX, post 1892. Ambito emiliano. [Dieci urne cinerarie] Intervento conservativo sul marmo Scuola per l'Arte ed il Restauro di Palazzo Spinelli. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008./ Possibile intervento di pulitura sul marmo. [MF: A: 204; L: 210; P: 181.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: FAMIGLIE BRUN E WITAL/ D.VENTURI E F./ BOLOGNA 1892//// QUI GIACE GIACOMO MELCHIORRE BRUN/ DI THUSIS/ 12 AGOSTO 1804/ 7 LUGLIO 1861/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jacques Melchior Brun, Tusis (Grisons-Suisse), maitre d'hotel, fils de Chretien Brun et de Marie Schneller, née a Fluisis. Grisons/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 389 + Paoli 200/ Q 460: 125 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Brun/ Giacomo Melchiore/ Cristiano/ Svizzera/ Bologna/ 7 Luglio/ 1861/ Anni 57/ 738/ [Della stessa famiglia: al Cimitero agli Allori: Otto Paulo Wital/ Giovanni/ 29/3/1882/ 68/ 2PPsSD VII 08r; Orsolina Vital/ Ottoni/ 1/9/1931 70/ 2PPsSPII 112s; Brun/ Gabriel/ Augusto/ 77/ Ossario Comune]. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
D23R/ D120?/ 31/ NICOLAS WITAL/ SVIZZERA/

La sua sepoltura, all'età di 70 anni nel 1830, dimostra la longevità di questa famiglia, di lingua romancia, che risiedeva a Firenze.

N° 31               Le vingt-septième Mars mil huit cent trente
Wital               Nicolas Wital, agé de soixante dix ans,
                          bourgeous de Sins, Canton des Grison, fils de
                          feu Jaques Wital, décédé le vingt-cinq, du
                          meme mois, a eté enseveli dans le Cimetiere de
                          l'Eglise Evangélique, en présence de Mrs Carlo et
                          Giovanni Wital, et du soussigné.
                                                           Chs Recordon Past~

Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti
: Wital/ Niccola/ / Svizzera/ Firenze/ 25 Marzo/ 1830/ Anni 70/ 31. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D23R/ D121/ 422/
GAUDENZIO WITAL/ SVIZZERA/ ALLA MEMORIA DI [Bust] GAUDENZIO WITAL/ NATO NEL GRIGIONE/ / IL 25 GENNAIO 1776/ MORTO A FIRENZE/ / IL 3 DICEMBRE 1849

Questo esercente svizzero, dal Cantone dei Grigioni, era Priore Firenze. Lavorava nella tintura della seta.

 

Sarcofago. Sculptor: Emanuele Caroni, student of Lorenzo Bartolini.
Sec. XIX, post 12/1849. Ambito toscano. Sarcofago in marmo bianco scolpito, entro medaglione pellicano con la sua pietà. Intervento di restauro conservativo Scuola per l'Arte e il Restauro di Palazzo Spinelli/  [M: A: 93; L: 170.5; P: 57; P.s. A: 39.5; L: 136.5 P: 83.5.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: ALLA MEMORIA DI [Bust] GAUDENZIO WITAL/ NATO NEL GRIGIONE/ / IL 25 GENNAIO 1776/ MORTO A FIRENZE/ / IL 3 DICEMBRE 1849/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Gaudenzio Wital, Sens, dans le Canton des Grisons en Suisse, négociant, fils de Jean Martin Wital et de Dame Catherine, née Tscharner/ Priore di Firenze/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital/ Gaudenzio/ / Svizzera/ Firenze/ 1 Dicembre/ 1849/ Anni 74/ 422/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23S/ D122/ 724
/ MARIA (SCHREIBER) WITAL/ SVIZZERA/ MARIA WITAL . . . ICH HABE DICHE

Qui vediamo come i registri svizzeri possono essere utili per la genealogia femminile. Il padre era di lingua tedesca. La madre Barbara da nubile era una Caflisch. Peter Michael Caflisch era il Presidente della Società Genealogica di lingua romancia nei Grigioni.


 

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 3/1861. Ambito toscano. Lastra in marmo spezzata e sporca. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 2; L: 76; P: 105.5; P.s. A: 28; L: 77.5; P: 138; RP.s.: A: 247.5; L: 202; P: 26.] Iscrizione sepolcrale in lingua tedesca incisa in lettere capitali e numeri arabi: MARIA WITAL . . . ICH HABE DICHE./ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Marie Wital, née Schreiber, Thusis, Canton des Grisons, en Suisse, fille de Adam Schreiber, et de Barbara Schrieber, née Caflisch/  II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 577/ Q 444: 300 Paoli/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital nata Schreiber/ Maria/ Adamo/ Svizzera/ Firenze/ 27 Marzo/ 1861/ Anni 39/ 724// See Schreiber. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24S/ D123/ 492/
ANNA ROSINA WITAL/ SVIZZERA/ 460/ GIOVANNI WITAL/ SVIZZERA/ TRAUERT NICHT GELIEBTE/ ELTERN, DENN UBER EIN/ KLEINES WERDEN WIR UNS/ WIEDERSEHEN UND UNSER/ HERZ SOLL SICH FREUEN/ 492// GIO.WITAL DUODECIMESTRE/ MORTO IL DI 8 LUGLIO 1851/ E ANNA ROSINA CHE NATA/ AL MORTE DEL FRATELLO/ MANCO IL DI NOVEM 1852/ POVERI GENITORI/ 460// L.CARONI.F.

Questi due bambini condividono  una tomba, sono fratellastro e sorellastra di
D119/ CATHERINE WITAL, La famiglia iscrive sulla tomba sia in italiano che in tedesco.

       

Cippo. Sculptor: Emanuele Caroni, L.CARONI.F. Sec. XIX, post 6/1851// 11/1852. Ambito toscano. Stele in marmo scolpito, sul fronte angelo. Intervento di restauro Scuola per l'Arte e il Restauro di Palazzo Spinelli. [M: A: 116; L: 53.5; P: 26; P.s. A: 25; L: 72; P: 41.2.] Iscrizione sepolcrale in lingua tedesca incisa in lettere capitali e numeri arabi:
TRAUERT NICHT GELIEBTE/ ELTERN, DENN UBER EIN/ KLEINES WERDEN WIR UNS/ WIEDERSEHEN UND UNSER/ HERZ SOLL SICH FREUEN/ 492// [Smiling Angel] GIO.WITAL DUODECIMESTRE/ MORTO IL DI 8 LUGLIO 1851/ E ANNA ROSINA CHE NATA/ AL MORTE DEL FRATELLO/ MANCO IL DI NOVEM 1852/ POVERI GENITORI/ 460/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Anna Rosina Wital, Canton des Grisons, en Suisse, fille de Othon Paul Wital et de Marie Wital, née Schreiber// Wital/ Giovanni/ Svizzera/ [Otto Paolo] S. Marco/ 8 Luglio/ 1851/ Anni 1/ 460/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean Wital, Sens, Canton des Grisons, en Suisse, fils de Otto Paul Wital et de Dame Marie, née Schreiber, son épouse/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 230/ Q 40: 85 Paoli/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital/ Anna Rosina/ Ottone Paolo/ Svizzera/ S. Marco Vecchio/ 7 Novembre/ 1852/ Mesi 18/ 492. German inscription corrected, 13/2/2017, Andrea Wenig.Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24R/ D124/ 671/
ADAM DOENZ/
SVIZZERA/


He is related to D122/ MARIA (SCHREIBER) WITAL above and is a pastrymaker.

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 5/1859. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 2; L: 69; P: 135; P.s. A: 29; L: 70; P: 138.2.] Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Adam Doenz, Fudenchs (Canton des Grissons) en Suisse, Pastissier, fils de Christian Doenz, et de Barbara Doenz, née Schreiber/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 440/ Q360: 175 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Doenz/ Adamo/ / Svizzera/ Firenze/ 25 Maggio/ 1859/ Anni 20/ 671. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


 


D24R/ D125/ 505/
MARIA WITAL/ SVIZZERA/

Abitava a Modena e un membro della famiglia compra dell'altro posto nel Cimitero perché la famiglia resti unita.

 

Cippo. Scultore: Emanuele Caroni. Sec. XIX, post 5/1853. Ambito toscano. Intervento conservativo sul ferro  Daniel Dumitrescu, 2008. Cippo in ferro e ghisa, sul fronte stemma e iscrizione, sul tergo in alto ghirlanda con serpente, in basso croce inghirlandata. [F: A: 161; L: 106.5; P: 52; P.s. A: 40; L: 136; P: 83] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: MARIA/ DI G. MARTINO WITAL ET ANGELINA CA. . ARIS/ SVIZZERA/ MORTA CON RELIGIOSA RASSEGNAZIONE/ IL 6 MAGGIO 1853/ APPENA VENTICINQUENNE/ L'AFFLITTO PADRE E FRATELLO/ . M.P./ / 505/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Marie Wital, Sent, Canton des Grisons, en Suisse, fille de Jean Martin Wital, Negociant, domicilié à  Modena/  II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 112 paid by Otto Paolo Wital for lot enlargment/ Q 62: 175 Paoli/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital/ Maria/ Gio: Martino/ Svizzera/ Firenze/ 6 Maggio/ 1853/ Anni 26/ 505/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 446/ Belle Arti 1993-1997 scheda/ Trizzino. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24S/ D126A/ 468/ 
CHARLES WITAL/ SVIZZERA/ CI GIT/ CHARLES WITAL ISPECTEUR DE CE CIMITIERE . . .// BON FILS, TENDRE EPOUX, COEUR AMANT ET DEVOUE/ TU PROTEGEAS LA VEUVE, TU SERVIS DE PERE A L'ORPHELIN/ NOTRE RECONNAISSANCE ET NOS REGRET ONT CONSACRE/ CE MARBRE A LA MEMOIRE MAIS TU AS DANS/ NOS COUERS, OU VIT TON SOUVENIR UN MONUMENT/PLUS DIGNE DE TOI

Charles Wital guarda fiero dall'alto il Cimitero dove è Ispettore. Gli svizzeri, come servizio alla città e per compassione, seppellivano gratis quegli stranieri che morivano in viaggio o che erano nullatenenti. Nonostante ciò non erano necessariamente compassionevoli con coloro che avevano mezzi finanziari. Una storia, che parla di Wital, racconta che trattenne i beni di una bambina inglese fino a che non avrebbe raggiunto la maggiore età e avrebbe  potuto pagare la sepoltura del padre, il baule contenente i beni fu sigillato da Wital e dal Console Britannico.
JAMES JOSEPH FREDERICK HELY/  INGHILTERRA/ FO 170/6 piece 199: daughter Josephine promises to pay Charles Wital, 'Ispecteur du cemetiere', when of age, Lord Holland and Rev Tennant (F49) sealing and keeping 3 cases and a package of her father's effects until that time. John Pakenham RN attests her signature; La figlia Josephine promette di pagare Charles Wital “Ispettore del Cimitero”, quando raggiunge la maggiore età. Lord Holland e il Rev. Tennant (F49) sigillano e trattengono 3 bauli e un pacco degli effetti personali del padre fino a quel tempo. John Pakenham RN autentica la sua firmaGL 23774 N° 30, Burial 13-02, Rev Tennant/ Hely/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti:  Giacomo Giuseppe Federigo/ / Inghilterra/ Firenze/ 11 Febbraio/ 1842/ / 235. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.
 

Monumento. Scultore: Emanuele Caroni. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1851. Ambito toscano. Busto, 'Ispecteur de ce Cimitiere', orfano e vedova vestita in gramaglie accanto a colonna spezzata inghirlandata. Possibile intervento di pulitura.[M: A: 370; L: 146.2; P: 68; RP.s. A: 372; L: 255; P: 245.] Iscrizione sepolcrale in lingua francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: CI GIT/ CHARLES WITAL ISPECTEUR DE CE CIMITIERE . . .// BON FILS, TENDRE EPOUX, COEUR AMANT ET DEVOUE/ TU PROTEGEAS LA VEUVE, TU SERVIS DE PERE A L'ORPHELIN/ NOTRE RECONNAISSANCE ET NOS REGRET ONT CONSACRE/ CE MARBRE A LA MEMOIRE MAIS TU AS DANS/ NOS COUERS, OU VIT TON SOUVENIR UN MONUMENT/PLUS DIGNE DE TOI/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Charles Wital, Sins, Canton des Grisons en Suisse, domiciliée à Florence, Proprietaire, fils de Gaudenzio Wital, et de Marguerite, sa femme/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Wital/ Carlo/ / Svizzera/ S. Andrea/ 16 Dicembre/ 1851/ Anni 45/ 468/ See Hely, Roulet/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D24S/ D126B/ 944/ CAROLINE (ROULET) WITAL AUGIER/ SVIZZERA/ CAROLINE WITAL AUGIER NEE ROULET/ MORTE LE 30 JUIN 1866/ J'AI VU DIEU FACE A FACE/ ET MON AME A ETE DELIVREE/ GENESE XXXII V 30/ CAR CHRIST EST MA VIE ET LA MORT M'EST UN GAIN/ PHIL. I.V.21

E' la vedova, di lingua francese, che abbiamo visto a questa tomba con il figlio e il figliastro che piangevano la morte del marito. Lei muore 15 anni più tardi ed era più vecchia di lui quando si sposarono. Allora era già vedova di Joseph Augier. Amilcar Gramarcho scrive dal Brasile spiegando che il figlio di Joseph Augier, Joseph Charles Edward Frédéric Augier, proprietario alberghiero, che morì nel 1870, era il padre di Caroline Sophie Jeanne Augier, nata a Firenze nel 1860. Andò in Francia dove sposò James Edward Moore,  ed ebbero una bambina Annette Moore, nata nel 1881. Questa, a sua volta, sposò il russo Yakov Ganzelevitch a Gibilterra e andarono a vivere a Tangeri, Marocco. La famiglia possiede il “certificate de naissance et di bapteme” di Caroline Sophie Jeanne Augier dalla Eglise Evangelique Reformée de Florence datato 24.1.1868. vedi: JOSEPH AUGIER, D128



Monumento. Scultore: Emanuele Caroni. Sec. XIX, post 6/1866. Ambito toscano. Monumento in marmo, forma complessa, sul fronte nella parte alta busto di Charles Wital, consorte di Caroline Roulet, due figure classicheggianti per la vedova e l'orfano che compiangono la prematura perdita accanto a una colonna spezzata con ghirlanda. Parziale intervento di pulitura da parte della Scuola per l'Arte ed il Restauro di Palazzo Spinelli, 2006/ Ancora molto sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 58; L: 92.] [Sul tergo iscrizione sepolcrale di Charles Wital] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: CAROLINE WITAL AUGIER NEE ROULET/ MORTE LE 30 JUIN 1866/ J'AI VU DIEU FACE A FACE/ ET MON AME A ETE DELIVREE/ GENESE XXXII V 30/ CAR CHRIST EST MA VIE ET LA MORT M'EST UN GAIN/ PHIL. I.V.21Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Caroline Wital, née Roulet, Jreurn, Suisse, fille de Fréderic Roulet/ See Augier, Wital/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 373/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Roulet Vedova Augier Vedova Wital/ Carolina/ Federigo/ Svizzera/ Firenze/ 30 Giugno/ 1866/ Anni 65/ 9447/°=Maria del Carmen Ganzelevitch, Amilca Gramacho. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25S/ D127/ 897/
JAMES ROBERTS/
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI JAMES ROBERTS. MORI' IL 20 GENNAIO 1865 ALL'ETA' DI 31 ANNI. BENEDETTI SIANO I MORTI CHE MUOIANO NEL SIGNORE.

Un giovane inglese che muore a Firenze. Ha un bel ritratto a medaglione sulla tomba, forse scolpito da Joel Hart. Questa tomba si trova fra le numerose tombe con ritratto a medaglione: A64/ GEORGE AUGUSTUS WALLIS da Aristodemos Costoli, A15/ ANNE SUSANNA (LLOYD) HORNER da Francesco Jerace; AB7/ INA BOSS SAULTER, da Ettore Ximenes; B4/ ELENA NIKITICNA DIK, NATA AKZYNOVA da Fyodor Fyodorovitsch Kamensky; C3/ THOMAS SOUTHWOOD SMITH da Joel T. Hart; D108/ THEODORE PARKER da William Wetmore Story; D127/ JAMES ROBERTS, da Joel T. Hart?; E12/ JAMES LORIMER GRAHAM, JR da Launt Thompson; E9/ WALTER KENNEDY LAWRIE da Pietro Bazzanti, F27/ PHILIPPINA (SIMONS) CIAMPI, da Joel T. Hart(?).
Non sappiamo da quale famiglia Roberts proviene, una è di un farmacista e l'altra di un architetto.
 
 

Cippo con medaglione. Scultore: possibilmente Joel Tanner Hart. Sec. XIX, post 1/1865. Ambito toscano. Cippo in marmo scolpito con la sua effige, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 152.5; L: 183; P: 23.5; P.s. A: 4.5; L: 90; P: 35.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ JAMES ROBERTS/ DIED 20 JANUARY 1865/ AGED 31 YEARS/ BLESSED ARE THE DEAD WHO DIE IN/ THE LORD [Rev.14.13]Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: James Roberts, l'Angleterre/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Francs 393.55/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 354 Burial 16/03 Rev Tottenham/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Roberts/ Giacomo/ / Inghilterra/ Firenze/ 21 Gennaio/ 1865/ Anni 31/ 897/ Webbs have further materials/ N&Q 83. James Roberts, ob. 20 Jan 1865, a. 31/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D25R/ D128/
1077/ JOSEPH AUGIER / SVIZZERA/ITALIA/ JOSEPH AUGIER/ NE LE 19 MARS 1837/ MORT LE 1 JANVIER 1870/ VEILLEZ DONC CAR VOUS NE SAVEZ POINT A QUELLE HEURE VOTRE/ SEIGNEUR DOIT/ VENIRE/ MATT XXIV V.42/ CA SA MISERICODE E SI GRANDE/ ENVERS NOUS ET LA MERITE DE L'ETERNEL DEMEURA TOUJOURS/ PSAUME CXVII. V.2

Il figlio della due volte vedova Caroline Roulet Augier Wital e, quindi, probabilmente  il bambino scolpito insieme a lei che painge il suo patrigno Charles Wital. Amilcar Gramarcho scrive dal Brasile spiegando che Joseph Augier era il padre di Caroline Sophie Jeanna Augier, nata a Firenze nel 1860. Lei andò in Francia dove conobbe e sposò James edward Moore ed ebbero una figlia Annette Moore, nata nel 1881 che, a sua volta  sposò il russo Yakov Ganzelevitch a Gibilterra e andarono a vivere a Tangeri, Marocco. La famiglia possiede il “certificate de naissance et di bapteme” di Caroline Sophie Jeanne Augier dalla Eglise Evangelique Reformée de Florence datato 24.1.1868.

   

 Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1870. Ambito Toscano. Croce in marmo su basamento in marmo bianco, marmo inciso, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 168; L: 67; P: 39.] Iscrizione sepolcrale in lingua francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: JOSEPH AUGIER/ NE LE 19 MARS 1837/ MORT LE 1 JANVIER 1870/ VEILLEZ DONC CAR VOUS NE SAVEZ POINT A QUELLE HEURE VOTRE/ SEIGNEUR DOIT/ VENIRE/ MATT XXIV V.42/ CA SA MISERICODE E SI GRANDE/ ENVERS NOUS ET LA MERITE DE L'ETERNEL DEMEURA TOUJOURS/ PSAUME CXVII. V.2. Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Joseph Charles Edward Frédéric Augier, Florence, hotelier, fils de Joseph Augier et de Caroline Augier Vital, née Roulet/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 453/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 43. Augier/ Giuseppe/ Giuseppe/ Italia/ Firenze/ 11 Gennaio/ 1870/ Anni 33/ 1077/ See Roulet, Warren, Wital. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D27R/ D129/ 528/ ALEXANDER DARCEY/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI ALEXANDER DARCEY ESQ. DI BRASENOSE COLLEGE, OXFORD E MEMBRO DEL MIDDLE TEMPLE A LONDRA. ERA IL SECONDO FIGLIO MASCHIO DEL REV. JOHN DARCEY, RETTORE DI BEDSTONE NELLA CONTEA DI HEREFORD E …DI MARTON CHESHIRE. NACQUE IL 10 GIUGNO 1816 E MORI' A FIRENZE IL 25 GENNAIO 1854.

Web: “Il Rev. John Darcey membro del Brasenose College, Oxford, titolare a Marton, morì il 10 giugno 1844 all'età di 75 anni. La sua seconda moglie, Mary, morì il 25 marzo 1857 all'età di 63 anni. Ebbe numerosi figli maschi dalla prima moglie. Alexander Darcey è uno di questi.



Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1854. Ambito toscano. Cippo in marmo, lastra, recinto e colonnini in pietra serena. Possibile intervento di pulitura sul marmo e di ripristino sul recinto con colonnini. [M: A: 84.2; L: 55; P: 19; P.s. A: 17; L: 66.5; P: 138; RP.s: A: 68; L: 97; P: 207.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ ALEXANDER DARCEY ESQ/ M.A. OF BRASENOSE COLLEGE, OXFORD AND MEMBER OF THE MIDDLE TEMPLE, LONDON. HE WAS THE SECOND SON OF THE REV. JOHN DARCEY B.D., RECTOR OF BEDSTONE IN COUNTY OF HEREFORD/ AND . . . OF MARTON CHESHIRE/ BORN JUNE 10 1816 DIED AT FLORENCE JANUARY 25 1854/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Alexandre Darcey, Iles Britanniques/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 695/ Records, Guildhall Library, London: GL 23777/1, Burial 26/01, Barrister at law, Rev Greene (A51)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Darcey/ Alessandro/ / Inghilterra/ Firenze/ 25 Gennaio/ 1854/ / 528/ N&Q 78. Alexander Darcey, Esq. M.A., Brasenose College, Oxf., and member of the Middle Temple, London, 2nd s. of the Rev John Darcey, Rector of Tedstone, Heref., and Incumbent of Marton, Cheshire, b. 10 Jun 1816, ob. 25 Jan 1854. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D26S/ D130/ 694
/ ELISA PREVOST PATRY/ SVIZZERA/ ICI REPOSE/ LA MIEILLEURE DES MERES/ ELISE PREVOST PATRY/ NEE A GENEVE LE 15 JUIN 1790/ DECEDEE A FLORENCE LE 26 JANVIER 1860/ SA FOI VIVE/ EN JESUS CHRIST/ L'A SOUTENUE/ PENDANT VINGT ANNEES/ DE SOUFFRANCE/ SON REDEMPTEUR EST VIVANT// F.MATTEI.

La vedova, di lingua francese, nata a Ginevra e madre di
EDOUARD PREVOST, D5, che era in affari con la famiglia Wagniere, C6/ PIERRE SIMEON WAGNIERE, nel settore della seta. La sua morte viene annunciata sul Morning Post e riporta che aveva molte connessioni inglesi, forse spiegato dall'interesse  nel commercio internazionale di questa famiglia.

 

Pilastro sormontato da un'urna. Scultore: Francesco Mattei. Firma: F.MATTEI. Sec. XIX, post 1/1860. Ambito toscano. Pilastro in marmo sormontato da un'urna, recinto in marmo e ferro. Possibile intervento di ripristino. [M: A: 142; L: 50.5; P: 50.5; RMF: A: 51; L: 90; P: 208.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ICI REPOSE/ LA MIEILLEURE DES MERES/ ELISE PREVOST PATRY/ NEE A GENEVE LE 15 JUIN 1790/ DECEDEE A FLORENCE LE 26 JANVIER 1860/ SA FOI VIVE/ EN JESUS CHRIST/ L'A SOUTENUE/ PENDANT VINGT ANNEES/ DE SOUFFRANCE/ SON REDEMPTEUR EST VIVANT/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Elisa Prevost, Genève (en Suisse), née le 15 Juin 1790, veuve, fille de Alexandre Patry et de Jeanne Patry, née Emery/ II: 1859-1865 'Registre des Sepultures avec detail des frais, Paoli 607/ Q 394: 330 Paoli/ Morning Post/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Pattry nei Prévost/ Elisabetta/ Alessandro/ Svizzera/ Firenze/ 26 Gennaio/ 1860/ Anni 69/ 694/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
See Mediatheca 'Fioretta Mazzei' TAU, Oliva Rucellai, La paglia: intrecci svizzeri a Firenze. Firenze: Polistampa, 2001.

D27R-S/ D131/
 
NON IDENTIFICATA/ Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. [M: A: 2; L: 73.5; P: 133; P.s.: A: 21; ; L: 73; P: 133.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

 


D28R-S/ D132/ 632/
JEANNE LOUISE EMILIE JOLIVET GIROD/
SVIZZERA
/


E' una vedova, figlia de un Consigliere dello Stato della Repubblica Ginevrina, di lingua francese.



Lastra.              Possibile intervento di consolidamentoEglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jeanne Louise Emilie Girod, Genève, en Suisse, marié, veuve de Pierre Girod, fille de Pierre Jolivet, ancien Conseiller d'Etat de la Republique de Genève, et de Anne Jolivet, née de Waldkirch/ I: 1852-1859 'Registre des Sepultures avec detail des frais', Paoli 375/ Q 292: 110 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Girod nata Jolivet/ Giovanna Luisa Renata/ Svizzera/ Sesto/ 4 Gennaio/ 1858/ Anni 69/ 632. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D28R/ D133/ 567
/ LIEUTENANT ARTHUR BOYD/ IRELANDA/ IL TENENTE ARTHUR BOYD MORI' A FIRENZE IL 28 LUGLIO ALL'ETA' DI 59 ANNI.
Come molti dei nostri militari, Boyd probabilmente arrivò a Firenze dopo essere andato in pensione. JL Maquay, Diari 28.7.1855: “chiamato a casa Boyd...........sta morendo e l'ho trovato senza conoscenza......non c'era nulla da fare” 28.1.1855: “da Boyd dove ho dato ordini per il funerale. Io e Bridges abbiamo guardato alcune delle sue cose e abbiamo trovato il suo testamento del valore di 172 Dollari,  che ho preso  in custodia. La Legation non volle sigillare i suoi effetti personali cercati dappertutto da Wilson, per rilasciare un certificato che dichiarasse che non morì di colera”. Dr. Wilson (
A109) era uno dei medici di Elizabeth Barrett Browning e anche  Cornelia Goddard Loring (settore AB-AB5) era in cura da lui. C'era una epidemia di colera nell'estate del 1855, come nel 1866 quando impedì ai Hunt (B9) di proseguire fino a Gerusalemme.


 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1855. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco e spezzata, marmo sporco. Possibile intervento di consolidamento e pulitura. [M: A: 2; L: 66; P: 136; P.s. A: 20; L: 78; P: 145.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: LIEU. ARTHUR BOYD/ DIED AT FLORENCE 28 OF JULY 1855/ AGED 59 YEARS/ 567/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Boyd, Irlande/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N°215, Rev. Gilbert/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 587/ Q 185: 310 Paoli/ Maquay, Diaries/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 177. Boyd/ / / Inghilterra/ Firenze/ 28 Luglio/ 1855/ Anni 59/ 567/ N&Q 80. Lieut. Arthur Boyd, ob. 28 July, a. 59 Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D29R/ D134/ 597/
GIOVANNI PULT/ SVIZZERA/ ALLA MEMORIA DI GIOVANNI DI GIOVANNI PULT/ DI SENT CANTONE DEI GRIGIONI/ NATIO IL 25 LUGLIO 1825/ MORTO IN FIRENZE IL 24 APRILE 1856/ LA DESOLATE CONSORTE/ E GLI EREDI POSERO

Proprietario di un café proveniente dai Grigioni, di lingua romancia, in Svizzera. La moglie e gli eredi lo piangono. Vedi anche A75/ FIORINO PULT;  A102/ DOMENICO PULT; C50/ FIORINO PULT; D43/ GIACOMO PULT.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 4/1856.
Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 62; P: 134; P.s. A: 23; L: 73; P: 148.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ALLA MEMORIA DI GIOVANNI DI GIOVANNI PULT/ DI SENT CANTONE DEI GRIGIONI/ NATIO IL 25 LUGLIO 1825/ MORTO IN FIRENZE IL 24 APRILE 1856/ LA DESOLATE CONSORTE/ E GLI EREDI POSERO/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean (Giovanni) Pult, bourgeois de Sent, Canton des Grisons, en Suisse, domicilié à  Florence, Cafetier, fils de Jean Pult et de Marie, née Pult, sa femme/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 446/ Q 233: 175 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Pult/ Giovanni/ Giovanni/ Svizzera/ Firenze/ 24 Aprile/ 1856/ Anni 31/ 597. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D29R/ D135/ 463/ WILLIAM GEORGE ROBERTS/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI WILLIAM GEORGE ROBERTS. MORI' IL 20 AGOSTO 1851 ALL'ETA' DI 19 ANNI. EHUE SPES PATRIS
Gli archivi non riportano il nome del padre sebbene sia lui che erige la pietra tombale per il figlio diciannovenne. Potrebbe essere imparentato con James Roberts, in questo settore
(D127). Però sembra essere troppo giovane per essere il padre.


 

Cippo. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 8/1851. Ambito toscano. Cippo in marmo. [M: A: 132; L: 81; P: 21; P.s. A: 30; L:  91; P: 31.] Iscrizione sepolcrale in inglese e latino incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED/ TO THE MEMORY OF/ WILLIAM GEORGE ROBERTS/ DIED 20 AUGUST 1851/ AGED 19 YEARS/ EHEU SPES PATRIS/ Records, Guildhall Library, London: GL23777/1 N° 159, Burial 21/08, Rev Gilbert for Robbins (E101)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Roberts/ Guglielmo/ / Inghilterra/ Firenze/ 20 Agosto/ 1851/ Anni 19/ 463/ N&Q 81. Wm Geo. Roberts, ob. 20 Aug 1851, a. 19. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D29R/ D136/
243/ DR JOHN WILLIAMS
INGHILTERRA/ IOANNI WILLIAMS LONDINENSI/ SANCTIS MORIBUS HUMANIS LITTERIS/ NATURA ET PHILOSOPHIA PRAETARO/ CUI AD MEDICAM ET CHIRUGIAM/ MILIT BRITANNIC . . ./RELICTO MEDICA / DOCTOR XXXV ANNOS PERITUM . . . /. . . AL AD AMORE/ MORBIS RAPITOS/ HONESTA MISSIONI DONATVS FLORENTIAE/ VBI LENIRE COARCTATIONIS MAGNORUM CORDIS VASORUM/ INCREMENTVM PASSVS/ DIEM OBIIT EXTREMVM/ XV FEBRVARI ANNO MDCCCXXXX1 AET SVAE LVIII/ RESVRRECTIONEM A.D.J. CHRISTO PROMISSAM EXPECTANS/ CONIVGI DILECTISSIMO PAVLA VXOR CVM LACRYMIS

Un altro partecipante alla battaglia di Waterloo. E' stato lui, prima di morire, a ordinare questa iscrizione molto lunga in latino? La moglie Paula esegue l'ordine fra le lacrime. check inscription

  Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 2/1841. Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 66; P: 88; P.s. A: 35; L: 85; P: 107.] Iscrizione sepolcrale in latino incisa in lettere capitali e numeri romani: IOANNI WILLIAMS LONDINENSI/ SANCTIS MORIBUS HUMANIS LITTERIS/ NATURA ET PHILOSOPHIA PRAETARO/ CUI AD MEDICAM ET CHIRUGIAM/ MILIT BRITANNIC . . ./RELICTO MEDICA / DOCTOR XXXV ANNOS PERITUM . . . /. . . AL AD AMORE/ MORBIS RAPITOS/ HONESTA MISSIONI DONATVS FLORENTIAE/ VBI LENIRE COARCTATIONIS MAGNORUM CORDIS VASORUM/ INCREMENTVM PASSVS/ DIEM OBIIT EXTREMVM/ XV FEBRVARI ANNO MDCCCXXXX1 AET SVAE LVIII/ RESVRRECTIONEM A.D.J. CHRISTO PROMISSAM EXPECTANS/ CONIVGI DILECTISSIMO PAVLA VXOR CVM LACRYMIS/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 12: MD surgeon to HBM's forces, Burial 18-02, Rev Tennant (F49)/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Williams/ Dr Giovanni/ / Inghilterra/ Firenze/ 15 Febbraio/ 1841/ Anni 58/ 243/ N&Q 82. John Williams, Londoniensis/ sanctis moribus humanis litteris/ naturali philosophia praeclaro/ ove ad medicam et chirugicam (rem?)/ Militiae Britannicae adscitus/ a collegio medicorum universitatis Glasgowae/ Doctor emeritus declaratus per 35 annos tum proelis tum praesidiis/ maxime peritum misericordem consilio prudentem/ procul ab amore mercedes se protulit/ morbi laborans/ honesta missione donatus Florentiae (mansit?) ubi lentae coaretationis magnorum cordis vasorum/ incrementem passus/ diem obiit extremum 15 Feb 1841, a. 58.  Waterloo Committee. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 
See waterloo.html


D28S/ D137/ 182
/ FLORENCE AMY CHARLOTTE HAIGH/ 
INGHILTERRA/ AMY FIGLIA PICCOLISSIMA DI JOSEPH E GEORGINA HAIGH DI LONDRA. MORI' IL 13 LUGLIO 1839 ALL'ETA' DI 11 MESI E 13 GIORNI.

Neanche un anno di età. I suoi genitori sono di Londra.


 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 7/1839. Ambito toscano. Lastra pendente e a rischio. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 2; L: 51; P: 100.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: AMY INFANT DAUGHTER OF JOSEPH AND GEORGINA HAIGH OF LONDON/ DIED JULY 13 1839/ AGED 11 MONTHS 13 DAYS/ Records, Guildhall Library, London: GL 23773/4 N° 74: gives Amy, rather than Anna, d of Joseph Haigh, Burial 15-07, Rev Tennant (F49); Baptism GL23773 N° 74 born 28/07/38, bp 07/12/38 Florence Amy Charlotte, father Joseph of London mother Georgianna Emma, Rev Tennant (F49)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Haigh/ Firenze Anna Carlotta/ [Joseph]/ Inghilterra/ Firenze/ 13 Luglio/ 1839/ / 182. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D28S/ D138/ 442/ THOMAS TURNER/ 
INGHILTERRA/ THOMAS TURNER/ 7 NOVEMBER 1850/ 442

Un avvocato del Inner Temple.

 

Tomba orizzontale. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1850.
Ambito toscano. Tomba orizzontale in marmo interrata. Possibile intervento di ripristino. [M: A: 12; L: 86; P: 187.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: THOMAS TURNER/ 7 NOVEMBER 1850/ 442/  GL23774 N° 149 Barrister of Middle Temple, Age 66 Burial 09-11 Rev Robbins (E101)/ Registro alfabetico delle tumulazioni nel Cimitero di Pinti: Turner/ Tommaso/ / Inghilterra/ Firenze/ 7 Novembre/ 1850/ / 442. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D26S/ D139/ NON IDENTIFICATA/ Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Possibile intervento di consolidamento. [A: 3; L: 72; P: 150.]  Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

 


D27-28S/ D140/ 510
/ JULES MEJEAN/ FRANCIA/ JULES

Queste due famiglie possedevano la fabbrica di seta più grande di Pescia. Il padre di Jules ritorna a Olivet, vicino a Orleans, Francia dove costruisce ? “La Florentine” dopo aver vissuto alla Villa Ombrellino, Bellosguardo.

Cimitero agli Allori has:
GEORGINE
IGN
GUSTAVO
IGN // 83 2PPsSZ I 01s
LEON
F GANGES GIACOMO
IGN 13/04/1890 62 2PPsSH IV 08s
ELSIE MEYRUEIS F PARIGI GIULIO
EVA 23/08/1929 44 2PPsSZ III 23s BETTI EDOARDO




Lastra. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 6/1853.
Ambito toscano. Lastra in marmo bianco posta su basamento in pietra, recinto in ferro battuto. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 17; L: 58.5; P: 121; P.s. A: 10; L: 66.7; P: 136; R: A: 76.5; L: 200; P: 258.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: JULES / Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jules , Ganges, en France, fils de Gustav , Negociant, et de Louise [Georgine?], née Meyrueis, sa femme/ See Meyrveis/ I: 1852-1859 'Registre des Sèpultures avec detail des frais', Paoli 557 + Paoli 8/ Q 74: 280 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Méjean/ Giulio Achille/ Gustavo Adolfo/ Francia/ Firenze/ 17 Giugno/ 1853/ Anni 13/ 510/ /°=Gilles & Marie-Hélène Peugeot. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27-28S/ D141/ 176/
SOPHIE MEYRVEIS/ FRANCIA/ 25 JUILLET 1836/ 25 MARS 1841
IL 25 LUGLIO 1836/IL 25 MARZO 1841.

Questa lastra commemora le date di due bambini, la prima data è la data di nascita della prima bambina.

 

Lastra.
Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 3/1841. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco incisa. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 88; P: 48.5; RF: A: 76.5; L: 200; P: 258.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: Lapide commemorativa: 25 JUILLET 1836/ 25 MARS 1841/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Meyrveis/ Sofia/ / Francia/ Pescia/ 10 Ottobre/ 1838/ Mesi 26/ 176 / Another child, 'Meyrveis, Feto maschio 26 [febbraio per marzo], 1841, Meyrveis', followed by burial of mother//°=Gilles & Marie-Hélène Peugeot. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27-28S/ D142/ 214/ GEORGINE (GENARD) MEYRVEIS/ FRANCIA/ ELLE N'EST PAS MORTE/ CI GIT/ GEORGINE MERYUEIS/ NEE GENARD/

Questa madre muore di parto (
D141). Era una pittrice come il padre, il Generale napoleonico Genard. Troviamo qualcuno dei suoi quadri al Louvre.

 

Lastra. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 4/1841.
Ambito toscano. Lastra in marmo, recinto in ferro battuto. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 15.5; L: 65.5; P: 137; P.s. A: 10; L: 73.5; P: 141; RF: A: 76.5; L: 200; P: 258.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: ELLE N'EST PAS MORTE [Luke 8.52]/ CI GIT/ GEORGINE MERYUEIS/ NEE GENARD/ Q 77: 20 Paoli/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Meyrveis/ Giorgina/ / Francia/ Firenze/ 1 Aprile/ 1841/ Anni 33/ 214/ See /°=Gilles & Marie-Hélène Peugeot. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D27T/ D143/ 51/ 
CHARLES EDWARD KERRICH/ 
INGHILTERRA/ HEIC/ SITVS EST/ CAROLVS/ EDVARDVS// XL MENS/ NATVS// XXIII. IVL // MDCCCXXI/ THOMAE/ KERRICH/ ANGLI FILIUS

Questo piccolo bambino di 11 mesi morì a Bellosguardo. Webb riporta numerose registrazioni di battesimi nella famiglia. I genitori, Thomas e Harriet Frances (Baring) Kerrich di Harlston, Norfolk. Il padre è un banchiere. NDNB riporta un parente Thomas Kerrich di Norfolk.

 

Monumento.
Scultore: Pietro Bazzanti. Sec. XIX, post 7/1831. Ambito toscano. Urna mancante, angoli scolpiti con papaveri e tarli. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 140; L: 65; P: 63; RP.s. L: 170.] Iscrizione sepolcrale entro tabula incisa in lettere capitali e numeri romani: HEIC [sic]/ SITVS EST/ CAROLVS/ EDVARDVS// XL MENS/ NATVS// [Omega] XXIII. IVL // MDCCCXXI/ THOMAE/ KERRICH/ ANGLI FILIUS/ See 1828-1844/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Kerrich/ Carlo Eduardo/ [Thomas]/ Firenze/ 23 Luglio/ 1831/ Mesi 11/ 51/ 87. Thomae Kerrich, Angli filius, XI mens natus XXIII. IVL 1831. Heic situs est Carolus Edwardus/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D27T/ D144/ 152HARRIET EMILY MARY KERRICH/ 
INGHILTERRA/ BENEATH THIS/ MONUMENT BY THE SIDE/ OF HER BROTHER/ REPOSE THE REMAINS/ OF HARRIET MARY/ INFANT DAUGHTER/ OF THOMAS & HARRIET FRANCES KERRICH/ WHO DIED 12 FEBRUARY 1837/ N°. 152// BAZZANTI F

Questi due bambini, sorella e fratello, giacciono uno accanto a l'altra. La famiglia vive a Bellosguardo. Il loro padre svolgeva l'attività di banchiere a Firenze, alla Banca Kerrich-Mccarthy che fallì. A causa di questo fallimento Pakenham (E118) e Maquay (D1) aprirono la loro banca personale che sopravvisse fino agli anni 1890. Webbs riporta che sono imparentati con le famiglie Story, Temple, Dillo e  Baring. Esistono dei discendenti in Canada.

 

Monumento. Scultore: P[ietro] BAZZANTI F[ece].
Sec. XIX, post 2/1837. Ambito toscano. Stele triangolare incisa sormontata da un'urna. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 160; L: 66; P: 55; RP.s. L: 170.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: BENEATH THIS/ MONUMENT BY THE SIDE/ OF HER BROTHER/ REPOSE THE REMAINS/ OF HARRIET MARY/ INFANT DAUGHTER/ OF THOMAS & HARRIET FRANCES KERRICH/ WHO DIED 12 FEBRUARY 1837/ N°. 152/ Records, Guildhall Library, London: GL237773/4 N° 55 Burial 14/02 Rev Knapp, Baptism Harriet Emily 21/09/36, Rev Knapp, d of Thomas Kerrich, Harlston Norfolk, mother Harriet Frances; Marriage of parents FO 79/49 Thomas Kerrich to Harriet Baring at HBM (Burghersh)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Kerrich/ Enrichetta Emilia/ [Thomas] / Inghilterra/ Firenze/ 13 Febbraio/ 1837/ Mesi 5/ 152/ N&Q 89. Harriet Mary, inf. d. of Thomas and Harriet Frances Kerrich, ob. 12 Feb 1837/ NDNB entry for relative, Thomas Kerrich, Norfolk/ Belle Arti 1993-1997 scheda/°=Robert Kerrich. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D26T/ D145/ 170/ WILLIAM FREDERIC IRBY/ 
INGHILTERRA/ 170/ QUI GIACE SOTTO TERRA WILLIAM FREDERIC IL PICCOLO BAMBINO FIGLIO DELL'ON GEORGE IRBY E LA MOGLIE FANNY ELIZABETH. SOPRAVVISSE ALLA NASCITA PER 10 GIORNI. GIUGNO 1838. NE' IL PECCATO POSSA AFFLIGERE NE' LA TRISTEZZA SPEGNERSI. LA MORTE ARRIVO . . .

Suo padre diventa George Ives Irby, 4° Baronetto di Boston e reverendo. Nelle due generazioni seguenti troviamo il nome “Florance”. Abitavano a Hedsor House, Hedsor, Taplow, Buckinghamshire, che in anni più recenti divenne la casa della mia madrina.


 

Cippo.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1862. Ambito toscano. Cippo in marmo? [M: A: 75; L: 51; P: 2.5.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: 170/ HERE LIETH INTERRED/ WILLIAM FREDERIC/ THE INFANT SON/ OF/ THE HON. GEO. IRBY/ AND FANNY ELIZABETH HIS WIFE/ HE SURVIVED HIS BIRTH BY 10 DAYS/ JUNE 1838/ ERE SIN COULD BLIGHT OR SORROW FADE/ DEATH CAME WITH . . . / Records, Guildhall Library, London: GL 23773/4 N° 65: infant son of Rev George Ives Irby, Burial 22-06, Rev Young; Baptism G23773 N° 66, 13/06/38, mother Fanny Elizabeth, Rev Knapp; sibling GL23773 N° 58 26/04/37 Florence George/ Morning Post/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Irby/ Guglielmo Federico/ / Inghilterra/ Firenze/ 24 Giugno/ 1838/ / 170/ N&Q 88. Wm. Frederic, inf. s. of the Hon Geo. and Fanny Elizabeth Irby, a. 10 days, ob. June 1838. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D26ST/ D146 Needs to be turned over



D26T/ D147/ 191/ WILLIAM FOULE BURROUGH/ 
INGHILTERRA/ SACRO ALLA MEMORIA DI WILLIAM FOULE BURROUGH FIGLIO UNICO DI JAMES E SARAH BURROUGH DI ALTON PRIORS NELLA CONTEA DI WILTS. LASCIO' QUESTA VITA IL 15 FEBBRAIO 1840 NEL SUO 56° ANNO.  LA SORELLA AFFEZIONATA ERIGE QUESTA TOMBA E  RIMPIANGE LA SUA PERDITA.

NDNB riporta Sir James Burrough.

 

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 2/1840. Ambito toscano. Lastra in marmo incisa con  stemma e iscrizione. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 75; P: 150.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ WILLIAM FOULE BURROUGH ONLY SON OF/ JAMES AND SARAH BURROUGH/ OF ALTON PRIORS/ IN THE COUNTY OF WILTS WHO DEPARTED/ THIS LIFE THE 15TH OF FEBRUARY 1840 IN/ THE FIFTY-SIXTH YEAR/ OF HIS AGE/ THIS IS ERECTED BY HIS AFFECTIONATE SISTER/ WHO LAMENTS HIS LOSS/ N° 191/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 2 Age 55, Burial 17-02, Rev. Tennant (F49)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Burrough/ Guglielmo Faule/ / Inghilterra/ Firenze/ 15 Febbraio/ 1840/ Anni 56/ 191/ N&Q 91. W, Foule Burrough, only son of James and Sarah Burrough, of Alton Priors, Wilts, ob. 15 Feb 1840. Erected by his sister. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D25T/ D148/ 41/ FRANCES ANN MONTRESOR/ 
INGHILTERRA/ . . . MARY MONTRESOR MORI' A FIRENZE IL 3 DICEMBRE 1831 ALL'ETA' DI 12 ANNI.

Una delle sepolture più vecchie del Cimitero di una ragazza di 12 anni. La lastra tombale è rotta e all'inizio pensavamo che la tombe fosse di “Mary Montresor”, dopo corretto dalla lettura di Notes & Queries di cento anni fa. Il padre era il Tenente Generale Henry Tucker Montresor: Servì dal 1793 al 1815: Corsica 1795 o1796 comandante Corpo anglo/corso,Elba 1796, Egitto 1801, Malta 1801-1802, Elba 1802, in patria 1804, Indie occidentali 1805-1808, in patria 1808-1809, Walcheren 1809, personale in Irlanda 1810-1812, Sicilia 1812-1814, e una divisione in Italia a Genova, Corsica 1814. Nominato Cavaliere della Regina 1818. KCB 1820. GCH 1817. Colonnello della 11° Fanteria 1823-1837.

   

Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 12/1830.
Ambito toscano. Tomba in marmo e pietra serena in frammenti. Possibile intervento di ripristino. Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: MARY MONTRESOR/ DIED AT FLORENCE/ THE 3D DECEMBER J83J/ AGED TWELVE YEARS/ [M: A: 30; L: 60; P: 100.] See 1828-1844/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Montresor/ Fanny/ / Inghilterra/ Firenze/ 4 Dicembre/ 1830/ / 41/ N&Q 92. Frances Ann, d. of Liet. Gen and Mary Montresor, ob. 3 Dec 1830, a. 12/ NDNB entry for ancestor. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.

D25T/ D149/ 176/ GOTTLIEB CHRISTIAN BARTH/ GERMANIA/ GOTTLIEB CHRISTIAN BARTH/ VON/ BAYREUTH/ GEBOREN DEN 6 FEBRUARY 1779/ GESTORBEN DEN 28TH NOVEMBER 1838/ ICH WEISS DASS MEIN ERLOESER/ LEBET UND ER WIRD MICH/ HERRACH AUS DER ERDE/ AUFER WEDEN

Un tedesco solo sulla cinquantina proveniente da Bayreuth.


 

Tomba. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 11/1838. Ambito Toscano. Pilastro a pianta quadrata in marmo bianco su basamento in pietra serena, urna andata perduta. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 71; L: 32; P: 32; P.s. A: 20; L: 51; P: 51.] Iscrizione sepolcrale in lingua inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: GOTTLIEB CHRISTIAN BARTH/ VON/ BAYREUTH/ GEBOREN DEN 6 FEBRUARY 1779/ GESTORBEN DEN 28TH NOVEMBER 1838/ ICH WEISS DASS MEIN ERLOESER/ LEBET UND ER WIRD MICH/ HERRACH AUS DER ERDE/ AUFER WEDEN [Job 19.25]/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 80. Barth/ Amadio Cristiano/ / Germania/ Firenze/ 28 Novembre/ 1838/ Anni 59/ 176. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D24T/ D150/ NON IDENTIFICATA/ Croce. Marmista ignoto. Sec. XIX. Ambito toscano. Croce in marmo, interrata, nessuna iscrizione. [M: A: 151; L: 66; P: 13.5.] Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 




D25T/ D151/ 940/
GOTTLIEB THEOPHILE KOEMMETER/ SVIZZERA/

Il figlio di Samuel Koemmeter
(D153), un esercente. La famiglia proviene dalla Svizzera di lingua tedesca. Non conosciamo la sua età.

 

Colonna spezzata. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 4/1866.
Ambito toscano. Colonna spezzata. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 117; circum: 90; L: 50; P: 50.]  Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Gottlieb Théophile Koemmeter, Aara, Suisse, negociant, fils de Samuel Koemmeter et de Salomé Hemmeler/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 264.66/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Koemetter/ Teofilo/ Samuele/ Svizzera/ Pignone/ 19 Aprile/ 1866/ / 940. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.


D23T/ D152/ 764/
GIOVANNI PIERO PITSCHEN/ SVIZZERA/ GIOVANNI DEL FU GASPERO PITSCHEN . . . SVIZZERO/ MORTO IN FIRENZE IL DI 22 DECEMBRE 1861/ DI ANNI XVII/ TANTO BUONO/ ALLA MADRE E A TUTTI I SUOI CONGIUNTI/ ANIMA MIA ACQUIETATI IN DIO SOLO/ PERCIOCHE LA MIA SPERANZA PENDE DA LUI/ SALM l . . 6 [Psalm 62.5?]/ QUESTA MEMORIA POSE/ GIOVANNI BATTAGLIA

Questo ragazzo di 16 o 17 anni è il figlio di Gaspard Pitschen ed è imparentato con la famiglia Battaglia attraverso la madre, Giovanni Battaglia (D118) posa la pietra. La famiglia proviene dal Cantone dei Grigioni di lingua romancia.

 

Lastra.
Marmista ignoto. Sec. XIX, post 12/1861. Ambito toscano. Lastra in marmo, marmo sporco. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 67; P: 134; P.s. A: 10; L: X; P: X.] Iscrizione sepolcrale incisa in lettere capitali e numeri arabi: GIOVANNI DEL FU GASPERO PITSCHEN . . . SVIZZERO/ MORTO IN FIRENZE IL DI 22 DECEMBRE 1861/ DI ANNI XVII/ TANTO BUONO/ ALLA MADRE E A TUTTI I SUOI CONGIUNTI/ ANIMA MIA ACQUIETATI IN DIO SOLO/ PERCIOCHE LA MIA SPERANZA PENDE DA LUI/ SALM l . . 6 [Psalm 62.5?]/ QUESTA MEMORIA POSE/ GIOVANNI BATTAGLIA/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Jean Pierre Pitschen, (Sent, Canton des Grisons-en-Suisse), employé, fils de Gaspard Pitschen, et de Marie Battaglia, née Soliva, veuve en premier mariage de Gaspard Pitschen/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Pitschen/ Gian Pietro/ Gaspero/ Svizzera/ Firenze/ 22 Dicembre/ 1861/ Anni 16/ 764. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23U/ D153/ 1047
/ SAMUEL KOEMMETER/ SVIZZERA/ HIER RUHT IM HERRN/ SAMUEL KOEMMETER VON AARAU/ GEB 21 SEPT/ 1806/ GEBST/ 28/ MAI/ 1869/ IST GOTT FUR UNS, WER KAN WIDER UNS SEIN!/ 1047

Questa famiglia proviene dal Cantone svizzero di Argavie, di lingua tedesca. Vedi 
D151/ GOTTLIEB THEOPHILE KOEMMETER

 

Ancora. Fabbro e marmista ignoti. Sec. XIX, post 5/1869. Amibito toscano. Ancora infissa su piedistallo in marmo,  recinto in marmo smerlato. Intervento conservativo sul ferro Daniel Dumitrescu, 2008, intervento di ripristino sul recinto Gheorghe Petrache, 2009. [M: A: 44; L: 56; P: 38; F A: 87; L: 72; P: 2; R: A: 15; L: 88; P: 222.] Iscrizione sepolcrale in tedesco incisa in lettere capitali e numeri arabi: HIER RUHT IM HERRN/ SAMUEL KOEMMETER VON AARAU/ GEB 21 SEPT/ 1806/ GEBST/ 28/ MAI/ 1869/ IST GOTT FUR UNS, WER KAN WIDER UNS SEIN!/ 1047/ Eglise Evangelique-Reformée de Florence Régistre des Morts: Samuel Koemmetter, Aaran, Canton d'Argavie, Suisse, rentier, fils de Jean Koemetter, et de Elisabeth, née Hoffen/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 268/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Koemetter/ Samuele/ Giovanni/ Svizzera/ Firenze/ 28 Aprile/ 1869/ Anni 63/ 1047. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23T/ D154/ 117/
MARC BERTHEX/ SVIZZERA/ A LA MEMOIRE DE MARC BERTHEX/ MORT A FLORENCE LE 28 JANVIER 1842/ AGE DE 56 ANS/ REGRETE DE TOUS SES PARENS ET SES AMIS

Muore  a 56 anni, proviene da una zona della Svizzera di lingua francese.

  

Lastra. Marmista ignoto. Sec. XIX, post 1/1842. Ambito toscano. Lastra in marmo bianco rialzata su basamento in pietra serena, marmo inciso. [Tomb number post is at edge of path between D and E]. Possibile intervento di pulitura. [M: A: 2; L: 61.2; P: 61.2; P.s. A: 7.5; L: 83; P: 85.2.] Iscrizione sepolcrale in francese incisa in lettere capitali e numeri arabi: A LA MEMOIRE DE MARC BERTHEX/ MORT A FLORENCE LE 28 JANVIER 1842/ AGE DE 56 ANS/ REGRETE DE TOUS SES PARENS ET SES AMIS/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: 117. Berthex/ Marco/ / Svizzera/ Firenze/ 28 Gennaio/ 1842/ Anni 56/ 232. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 


D23T/ D155/ 364/ MARY ANN (HAWKES) PHILLIPS/
INGHILTERRA/BARBADOS/  SACRO ALLA MEMORIA DI MARY ANN HAWKES MOGLIE DI P. LOVELL PHILLIPS ESQ. DA TORQUAY NEL DEVON, E FIGLIA DEL REV W.B. COLLYER DI PECKHAM NEL SURREY. MORI’ IL 7 GIUGNO 1847 ALL’ETA’ DI 33 ANNI. MADRE AFFETTUOSISSIMA E MOGLIE DEVOTA CONTRASSE UNA FEBBRE CAUSATA DALLA TROPPA ANSIA E FATICA NELL’ASSISTENZA DATA A UNO DEI SUOI FIGLI, A STENTO SALVATO DAGLI EFFETTI FATALI DELLA STESSA MALATTIA. UNA CRISTIANA SINCERA E UMILE TOLTA NEL PIENO DELLA VITA DA UN’ ORDINE DELLA PROVVIDENZA IMPENETRABILE. OCCUPA UNA TOMBA TROPPO PRESTO ED E’ PROFONDAMENTE RIMPIANTA DA AMICI E PARENTI MA, INANZITUTTO DAL MARITO CHE, A CAUSA DELLA SUA DESOLAZIONE, NON TROVA LE PAROLE PER ESPRIMERE IL SUO AMORE E LA SUA STIMA. SE NELLA SUA VITA SOLTANTO NOI ABBIAMO LA SPERANZA IN CRISTO, SIAMO, FRA GLI UOMINI, I PIU’ MISERABILI. P.BAZZANTI.F

Sul Web troviamo delle informazioni sul marito: Philip Lovell Phillips (1805-1869), genero del Rev. W.B. Collyer. Nacque nelle Barbados e fu battezzato il 26 ottobre 1805 alla Chiesa di San Michele, Barbados. Era l’unico figlio di John Randall Phillips e Elizabeth Went. Johhn Randall Phillips, ritornò in Inghilterra e abitava a Tor Villa, Torquay, morì nel 1845. Philip Lovell Phillips studiò a Exeter College e all’Università di Oxford, dove prese una laurea nelle Arti nel 1826, in medicina nel 1830 e il Dottorato in medicina nel 1833. Sposò Mary Ann Hawkes Collyer, figlia di WBC a St. Giles, Camberwell il 9 agosto 1832. La coppia ebbe 5 figli. Nel 1833 scrisse un saggio sulle infiammazioni con il sottotitolo “Un’inchiesta sulle cause, fenomeni, trattamento e terminazioni di questa condizione con l’intento di illuminare la causa precisa.”  Dopo la morte della moglie nel 1847, mentre viaggiavano in Italia, Phillips iscrisse i figli in due scuole: il figlio Philip, di 13 anni, entrò nella Rguby School il 14 dicembre 1850 e le 4 figlie sopravvissute andarono alla Scuola per Ragazze di Susan Smith a Clapham. Quando morì WBC nel 1854, Phillips ereditò la maggior parte della tenuta. Quattro anni più tardi l’unico figlio maschio del Dr. Phillips, adesso Tenente nei Fucilieri, morì di dissenteria il 22 agosto 1858 a Pointe-de.Galle, Sri Lanka (Ceylon). “Non erano nemmeno 12 mesi da quando  celebrò con gioia la sua eredità, la tenuta di Lutterworth. Nel 1861 le figlie andarono ad abitare di nuovo col padre, oramai un medico in pensione, a Tor Villa, Torquay. Phillips morì nel 1869 all’età di 64 anni. La tomba con la colonna di marmo è simile a quella di  B137/ GERALDINE (HATHORN) PERCEVAL

  

Sarcofago.
Scultore: Pietro Bazzanti, Firma: P.BAZZANTI.F, identico al sepolcro di Geraldine Hathorn Perceval con colomba. Sec. XIX, post 6/1847. Ambito toscano. Sarcofago in marmo con una colomba, poggiante su basamento in marmo.  Possibile intervento di pulitura. [M: A: 137; L: 120; P: 64; P.s. A: 21; L: 132.5; P: 78.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: SACRED TO THE MEMORY OF/ MARY ANNE HAWKES/ WIFE OF/ P. LOVELL PHILLIPS OF TORQUAY DEVON ESQ M.D./ AND DAUGHTER OF/ THE REV. W.B. COLLYER D.D. OF PECKHAM SURREY/ SHE DIED ON THE 7 OF JUNE 1847/ IN THE 33 YEAR OF HER AGE/ THE MOST AFFECTIONATE MOTHER AND DEVOTED WIFE FELL/ VICTIM TO FEVER BROUGHT ON BY OVER ANXIETY AND FATIGUE/ IN ATTENDANCE UPON ONE OF HER CHILDREN, SCARCELY RESCUED/ FROM THE FATAL EFFECTS OF THE SAME DISEASE/ A SINCERE BUT HUMBLE CHRISTIAN CUT OFF IN THE/ MIDST OF LIFE BY AN INSCRUTABLE ORDER OF PROVIDENCE/ SHE OCCUPIES AN EARLY GRAVE DEEPLY LAMENTED BY FRIENDS AND RELATIVES/ BUT MOST BY HER HUSBAND WHO WOULD IN VAIN SEEK FOR WORDS/ TO EXPRESS HIS ATTACHMENT HIS ESTEEM OR HIS GRIEF/ IF IN HIS LIFE ONLY WE HAVE HOPE IN CHRIST WE/ ARE OF ALL MEN MOST MISERABLE I. COR. 15.C.19.V. N° 364/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 112: Mary Ann Hawker Phillips, wife of Dr Lowell Phillips, Burial 11-08, Rev Robbins (E101)/ Morning Chronicle, Times, at Arezzo en route from Rome to Florence / Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Phillips (Kawpre)/ Maria Anna/ / Inghilterra/ Arezzo/ 7 Giugno/ 1847/ / 364/ N&Q 93. Mary Ann Hawkes, w. of P. Lovell Phillips of Torquay, Devon, Esq, M.D., d. of the Rev. W.B. Collyer, of Peckham, Surrey, ob. 7 June 1847, a. 33/ Belle Arti 1993-1997 scheda. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D22T/ D156/ BROKEN TOMBSTONE. Suggest could be either:
LAURA CHARLOTTE (CURTEIS) DARBY/ IRELANDA/

Si sposa nella famiglia Maquay. JL Maquay 27.3.1847 “ Oggi la Signora Darby ha smesso di soffrire…ho portato Darby a veder il Cimitero”. 29.3.1847 “ portato a casa la piccola Mary e poi mandato tutti a…, lettera straordinaria da Darby”.  Si dice che il loro castello in Irlanda abbia i fantasmi.http://www.thedimensionzone.com/paranormal/most_haunted_leap_castle.htm Notes & Queries colloca la tomba nel Settore D fra D160/ MARY ANN MONEY e D159/ FLORENCE MARY BRAUER,

GL 23774 N°108: Laura Charlotte Darby, wife of Willliam Henry Darby of Leap Castle Kings County Ireland, Death 27-03 in her 53rd year, Burial 29-03, Rev Robbins
(E101)/ Maquay Diaries: 27 Mar 1847, 29 Mar/ Darby/ Maria Carlotta/ / Inghilterra/ Firenze/ 27 Marzo/ 1847/ / 358/ N&Q 96. Laura Charlotte Darby, 3rd d. of E.J. Curteis, Esq, M.P. of Windmill Hill, Sussex, ob. 27 Mar 1847, at 53. She was for 25 yrs the w. of W.H. Darby, who with a s. and d. survive her. We have a marble fragment from the vandalized tomb which reads '. . . RBY/ . . . ESQ' corresponding to the first part of the N&Q transcription for this tomb.

or

EMILIA SOPHIA (MACPHERSON) (ABADAM) ADAMS/  INGHILTERRA/

Abbiamo ricevuto un estratto del “Two Cousins, Two Significant Careers” di Jill Davies. Discute la famiglia in relazione a Violet Paget (Vernon Lee). Emila Sophia Adams era la nonna di Alice Abadam, la suffragetta e Vernon Lee, la scrittrice. La famiglia era fluente in italiano. Suo figlio, Edward Abadam di Middleton Hall, Llanarthney, Carmarthenshire, Galles, si è interessato alla sepoltura e visitò la tomba. Un bambino nato morto è registrato vicino a Firenze, per Lady Paget  (probabilmente  era cattolico), Pall Mall, Gazette e Morning Post, 28 giugno 1873, ma non abbiamo documenti a riguardo nel Cimitero..

Edw. Abadam son fils, Middleton Hall, Llanarthney Camarthenshire, South Wales. 1828-1844:


N° 48                    Le trois Avril mil huit trente un,
Adams               Emilie Sophie Adams, anglaise, décédé
                             à l'hôtel Schneiderff, à Florence, le premier
                             du même mois, a été ensevelie dans le
                             Cimetière de l'Eglise évangélique.-
                                                                       Chs Recordon Pastr~

Adams (Abadam)/ Emilia Sofia/ / Inghilterra/ Firenze/ 1 Aprile/ 1831/ / 47/
N&Q 100. Amelia Sophia, w. of Edward Hamlin Adams, of Middleton Hall, Carmarthensh., Esq. ob 1 April 1831, a. 54.
See Mediatheca 'Fioretta Mazzei holdings,
TAU





D22T/ D157/ 353/ MARY ANN MONEY/ 
INGHILTERRA/ ALLA MEMORIA DI MARY ANN MONEY CHE LASCIO’ QUESTA VITA IL 2 FEBBRAIO 1847 ALL’ETA’ DI 53 ANNI. LASCIANDO IL MARITO E LE DUE FIGLIE CHE PIANGONO LA PERDITA DI UNA MOGLIE E MADRE AFFETTUOSISSIMA. NON AVEVA PAURA DELLA MORTE E HA DATO UN BELLISSIMO ESEMPIO CON  UNA  TRANQUILLITA’ CHE  SOLTANTO UN CRISTIANO PUO’ AVERE NEL MORIRE.

Informazioni dal Web: La famiglia Money è registrata come abitante a Trowse, Milgate nel secolo precedente. “Trowse-Newton è un villaggio sulla riva sud-occidentale del fiume Yare, di fronte a Trowse, Milgate, un miglio sud-est di Norwich, con 562 abitanti e 1.125 acri di terre, la maggioranza di proprietà del Colonnello A. Money, St. Giles ospedale di St. Giles, Norwich, Preside e Capitolo di Norwich. I Money sono i Signori del Maniero, appropriatori di decime, padroni del vicariato e proprietari di Trowse-Newton Hall, ora una casa di agricoltori, precedentemente la sede dei Priori di Norwich e occupato dai Presidi dopo la dissoluzione. La tenuta e le decime vengono dati in locuzione al Colonnello Archibald Money di Crown Point, un bel maniero costruito dal defunto Generale John Money, che morì nel 1817 all’età di 87 anni. Fu anche l’autore di numerose opere militari. Il generale Money battezzò il suo maniero con il nome di “Crown Point” perché aveva combattuto nella battaglia di indipendenza americana.


    
Battle of Crown Point

Lastra. Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 2/1847. Ambito toscano. Lastra in marmo spezzata, marmo sporco. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 3; L: 70; P: 132; P.s. A: 10; L: 79; P: 146.] Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: TO THE MEMORY OF/ MARY ANN MONEY/ WHO DEPARTED THIS LIFE/ THE 2 FEBRUARY 1847/ AGED 53/ LEAVING A HUSBAND/ AND TWO DAUGHTERS/ TO DEPLORE THE LOSS/ OF THE MOST AFFECTIONATE/ WIFE AND MOTHER/ DEATH HAD FOR HER NO TERRORS AND SHE AFFORDED A BEAUTIFUL EXAMPLE WITH THAT TRANQUILITY A CHRISTIAN CAN DIE/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 105: wife of Capt Philip John Money, late of Trowse Milgate Norwich, Burial 04-02, Rev Robbins (E101)/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Money/ Maria Anna/ / Inghilterra/ Firenze/ 2 Febbraio/ 1847/ Anni 53/ 353/ N&Q 95. Mary Ann Money, ob. 2 Feb 1847, leaving a husb and 2 d. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present. 

D22T/ D158/ 234/ HARRIET MASON/
INGHILTERRA/ IN MEMORIA DI HARRIET MASON. NACQUE  NEL MDCCLXXII E MORI’ IL VII FEBBRAIO MDCCCXLII.

Al Ministero degli Esteri esiste della corrispondenza concernente il suo testamento. Ha 70 anni.

Lastra, Marmista  ignoto. Sec. XIX, post 2/1842. Ambito toscano. Lastra in marmo rialzata su basamento in pietra serena, lastra interrata e rotta, marmo sporco. Possibile intervento di ripristino e pulitura. [M: A: 3; L: 67; P: 129; P.s. A: X; L: 76; P: 147.]  Iscrizione sepolcrale in inglese incisa in lettere capitali e numeri arabi: IN MEMORY OF/ HARRIET MASON/ BORN MDCCLXXII/ DIED VII FEBRUARY MDCCCXLII/ 234/ III: 1865-1870 'Registre des Sepultures' avec detail des frais; Francs 437/ Records, Guildhall Library, London: GL 23774 N° 29: Burial 09-02, Rev Tennant (F49)/ FO 79/104, correspondence over Will/ Registro alfabetico delle persone tumulate nel Cimitero di Pinti: Mason/ Enrichetta/ / Inghilterra/ Firenze/ 7 Febbraio/ 1842/ Anni 70/ 234/ N&Q 94. Harriet Mason, b. 1772, ob. 7 Feb 1842. Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, 1827-present.